Le colonne dei diritti: Itinerari scolastici ed extrascolastici di sensibilizzazione e formazione per una cultura di pace
Condividi questo articolo


Vicenza: al via il progetto "Le colonne dei diritti"



Le colonne dei diritti: tappezziamo Vicenza con i colori dei diritti


Itinerari scolastici ed extrascolastici di sensibilizzazione e formazione per una cultura di pace


Legge Regionale 16 dicembre 1999, n. 55


L’iniziativa, promossa dall’Assessorato agli interventi sociali del Comune di Vicenza e sostenuta dalla Regione del Veneto in attuazione della Legge Regionale n. 55 del 1999, intende realizzare degli itinerari scolastici ed extrascolastici di sensibilizzazione e formazione per una cultura di pace.


Il progetto prevede una serie di azioni che hanno l’obiettivo di approfondire la tematica dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. L’evento principale del progetto è la Giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, iniziativa che si svolgerà il 21 maggio 2006 coinvolgendo tutta la cittadinanza.


La giornata si propone di creare un momento di incontro con le famiglie e i minori, far riflettere sui principi della convenzione dei diritti dell’infanzia, sensibilizzare i bambini sulla conoscenza dei loro diritti.


Durante la giornata saranno esposte le colonne dei diritti, tele che rappresentano, attraverso la libera espressione dei bambini e dei ragazzi, un diritto violato o da tutelare.


In pratica, bambini e giovani - soli o insieme a loro amici - gruppi, associazioni e scuole possono partecipare per creare la più grande mostra mai vista a Vicenza di opere che hanno per tema i diritti dei minori.


Le colonne dei diritti saranno esposte successivamente negli uffici pubblici, nei musei, nelle vetrine e nelle scuole della città. I giovani che le realizzeranno saranno coinvolti nella scelta dei luoghi ove esibire le colonne.


Per partecipare all’iniziativa bisogna inviare la scheda di adesione entro il 10 marzo 2006 ambertolini@comune.vicenza.it, oppure contattare l’Ufficio Progetti dell’Assessorato agli interventi sociali del Comune di Vicenza (tel. 0444 222568). Saranno consegnati pannelli di stoffa plastificata, di grande dimensione (2 metri di altezza per 70 cm. di larghezza) da decorare liberamente.




02/03/2006


Condividi questo articolo

in InVento di Pace: MAESTRI. NORBERTO BOBBIO: NON UCCIDEREAleksandar Zograf - Diario di guerraLa e-bomb che distrugge il pensieroBarbara Lee ha votato anche per me - L'altra America: calendario pacifista di San Francisco e della Bay AreaAPPELLO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PER IL 2 GIUGNO FESTA DELLA COSTITUZIONE
SENZA PARATA MILITARE2e Salon international des Initiatives de Paix - Paris - 2, 3, 4 juin 2006 - BilancioRIPUDIARE LA GUERRA O LA COSTITUZIONE ? EMERGENCY - 30 giugno 2006IO VIVO IN PACE E VOGLIO LA PACE - Appello per il ritiro delle truppe dall'AFghanistanDa Beirut al silenzio di Cana: il viaggio degli aiuti umanitariBeirut prova a vivere sotto la guerra - Diario di un operatore umanitario dalla capitale libaneseAppello a tutte le donne e uomini di buona volontà. Il 26 agosto incontriamoci ad Assisi per la pace in Medio OrientePreghiere per il Darfur: Arcivescovo Desmond Tutu, Sceicco Ibrahim Mogra, Arcivescovo di Canterbury, Rabbino capo Sir Jonathan SacksLA STRATEGIA DELLA SICUREZZA NAZIONALE DEGLI STATI UNITI D’AMERICAUn Presidente alla derivaLa pace è la strada: appello per il ritiro delle truppeLettera di Alessandro Marescotti (Peacelink) ai leader del centrosinistraPer quale nobile causa - Cindy Sheehan in ItaliaLa Tavola della pace compie 10 anniPer  Non  Dimenticare  la   SHOAH - di Le colonne dei diritti: Itinerari scolastici ed extrascolastici di sensibilizzazione e formazione per una cultura di paceQuestione Iran: la società civile analizza due ipotesi per la pacifica soluzione della crisiProseguono le negoziazioni per la definizione del nuovo statuto dell'Alto KarabakhManuale delle Nazioni Unite sui negoziati umanitari con gruppi armatiDarfur: Rapporto dall'Alto Commissario per i diritti umaniMEMORICIDIO A BAGHDAD: gigantesche perdite sofferte dalle biblioteche e tra queste la biblioteca nazionaleEducazione e cultura per la Pace e la Legalità. Agnese:Una voce che canta la PaceHaifa: il simbolo violato50 anni di genocidio e guerra in SudanQuando finirà la guerra globale?La Nonviolenza è l'unica arma della Pace..!  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati