FRASCATI, TOPPI: "OCCORRE GARANTIRE L’ACCESSO ALLA FORMAZIONE"
Maria Grazia Toppi, coordinatrice del sistema EdA (Educazione degli Adulti), presenta il nuovo programma dei corsi per il lifelong learning.
Condividi questo articolo


COMUNICATO STAMPA 


FRASCATI, TOPPI: "OCCORRE GARANTIRE L’ACCESSO ALLA FORMAZIONE"


Maria Grazia Toppi, coordinatrice del sistema EdA (Educazione degli Adulti),
presenta il nuovo programma dei corsi per il lifelong learning.



 


L'educazione degli adulti è un diritto fondamentale; l’obiettivo primario del Comitato locale Provincia Castelli, nel quale questa amministrazione comunale ricopre il ruolo di capofila, è garantire a tutti i cittadini del territorio dei Castelli  le stesse possibilità di accesso alla formazione sia formale che informale”, è quanto dichiarato, a margine di un incontro sullo stato di avanzamento del progetto EdA (Educazione degli Adulti), da Maria Grazia Toppi, dirigente del Terzo Settore del Comune di Frascati.


Il progetto, finanziato dalla Regione Lazio, era stato presentato al pubblico nel corso di una conferenza stampa il 14 gennaio scorso.


Per facilitare la conoscenza del sistema EdA, il 19 gennaio  sono iniziati i primi corsi formativi per gli operatori del Comitato locale "Provincia Castelli", tenuti dal Prof. Paolino Serreri e dalla Prof.ssa Adele L’Imperio, docenti all’Università Roma Tre. I corsi, utili ad acquisire crediti individuali formativi, termineranno il 15 marzo.


EdA rappresenta un valido strumento in grado di offrire ad ogni individuo, attraverso l'ampliamento delle opportunità professionali e delle risorse personali, una seconda chance formativa.


Nelle intenzioni del Comune di Frascati, c’ è la volontà di rilanciare alcune figure professionali, sia in forma dipendente sia in forma di autoimprenditività, di cui il territorio ha manifestato un reale bisogno. Allo scopo di far conoscere questi nuovi profili nonché le modalità di accesso alle opportunità educative del territorio, il Comitato Locale  realizzerà 4 Forum gratuiti, ognuno della durata di tre giorni; il primo avrà luogo il 15 aprile a Frascati, il 22 a Ciampino, il 14 maggio a Genzano e il 27 maggio a Velletri.


Le location prevedono un’area espositiva in cui verranno presentati materiali, servizi, attività imprenditoriali e iniziative sindacali attinenti il sistema di Educazione degli Adulti e un’area dibattiti, a cura della Dott.ssa Tiziana Ferranti, sulle possibilità offerte dal sistema EdA.


Sarà inoltre attivo un desk dove un consulente di orientamento faciliterà l’accesso all’auto valutazione delle risorse individuali.


"Sappiamo che il nostro progetto è ambizioso, ma l’intento – precisa la Toppi – è realizzare in concreto una rete tra gli operatori in grado di portare al superamento definitivo della disomogeneità dell’informazione formativa  così da creare delle vere pari opportunità di accesso ai servizi educativi ".


L’istituzione del Comitato locale, costituito sulla base degli indirizzi regionali, rappresenta in questo senso, un punto di snodo fondamentale perché coinvolge il mondo imprenditoriale e datoriale, le forze sociali, della scuola e il Terzo Settore in una sinergia concertativa che ha lo scopo di sollecitare e sostenere la formazione degli adulti a tutto tondo.


"La complessità del momento che stiamo vivendo ci impone di scegliere con convinzione la strada
della formazione e della riqualificazione; ci auguriamo
conclude la responsabile del progetto - che il sistema EdA trovi adeguato riscontro poiché rappresenta una rivoluzione efficace nel modo di fare formazione ".


 


 


Roma lì 18.02.2010


 


 


 


 


 


 Ufficio Stampa Agenzia  Mediacom


Veronica D’Agostino  - Via Satrico 47 • 00183 Roma


 Tel   06.77.59.18.08  - 06.45.43.84.62   mobile: 339.4211135


 dagostino@agenziamediacom.it


 

veronica  dagostino email:
dagostino@agenziamediacom.it   

Condividi questo articolo

in News: Il ministero dell’Interno cerca mediatoriÈ nero il giacinto'Nei ghetti d'Italia, questo non è un uomo' - Adriano SofriREGIONE LAZIO, PARTE IL PROGETTO EDA A FRASCATICLASSI PONTE? UN'INVENZIONE ITALIANAItaliano Lingua Migrante: una proposta didawebVicenza - classi d'accesso per immigratiOsservatorio Nazionale Minori StranieriIdentità  nazionale tra dialetti e lingue minoritarie Incontro di StudiZingari le radici dell'odio - BARBARA SPINELLIdi Toni Fontana - 2008 - Apartheid a Treviso: tolleranza doppio zeroSOCIAL FORUM EUROPEO - ISTANBUL LUGLIO 2010 - ASSEMBLEA EUROPEA DELL’EDUCAZIONE - APPELLO ALLA MOBILITAZIONEFare inte(g)razione tra enti locali, scuola e comunitàL'odissea dei ricongiungimentiROMA - Materna, massimo 5 stranieri per classeIl giudice: reintegrate quel professore licenziato perché marocchinoMozione 1-00033 APPROVATA presentata da ROBERTO COTA
testo di martedì 16 settembre 2008, seduta n.050CELIO AZZURRO: La didattica e la formazioneIl peso delle parole di Igiaba ScegoSpose bambine Romeo «sgombero,polizia» e la sua maestraFRASCATI, TOPPI: <IMG 
src=http://3.bp.blogspot.com/_fmnIKx3y3v8/S0NwoiaP1vI/AAAAAAAAIb4/0B-PYOKjpzE/S310/logo.jpg border=0><br>Primo marzo 2010. Autoctoni e immigrati, uniti nella stessa battaglia di civiltà.Se gli israeliani parlano uno slang… araboIl Mozambico visto da una ventenne italianaLe Gallarate - Una mostra racconta i Scuola. Roma, Municipio I vota contro tetto a stranieriIl ministro e il velo di FatimaEleganti, frenetici, rumorosi i mille volti di  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati