Il ministero dell’Interno cerca mediatori
ad Agrigento, Bari, Brindisi, Caltanissetta, Crotone, Foggia, Messina, Siracusa e Trapani.
Condividi questo articolo


Roma – 9 febbraio 2010 - Il Ministero dell’Interno cerca mediatori linguistico culturali  per i centri dia accoglienza dei richiedenti asilo nel sud Italia e per lo sportello unico immigrazione della prefettura Roma.


Nei centri di accoglienza, i mediatori aiuteranno a  raccogliere  e verbalizzare le dichiarazioni dei migranti che chiedono asilo o una altre forme  di protezione, spiegando loro leggi e regolamenti. Sono previsti due tipi di servizio: “permanente”, con mediatori sempre presenti nei centri, o a “invio su chiamata”, con mediatori reclutati  nel giro di 48 ore. 


I centri dove verranno impiegati i mediatori sono ad Agrigento, Bari, brindisi, Caltanissetta, Crotone, Foggia, Messina, Siracusa e Trapani. Tra le lingue richieste, oltre a quelle veicolari come arabo, francese inglese e spagnolo, ci sono quelle dei principali Paesi di provenienza dei richiedenti asilo: Afghanistan, Algeria, Costa d’Avorio, Egitto, Eritrea, Etiopia, Ghana, Iraq, Marocco, Nigeria, Somalia, Sudan e Tunisia.


I mediatori presso prefettura di Roma dovrebbero invece facilitare il rapporto tra utenti e operatori per tutti i servizi dello Sportello unico, come flussi di ingresso, ricongiungimenti e regolarizzazione. essere preferibilmente madrelingua e vantare una larga esperienza di mediazione.


Le società interessate a presentare un’offerta  dovranno inviare una richiesta entro il 25 febbraio prossimo. Da qui si può scaricare il bando di prequalifica.

http://www.stranieriinitalia.it/attualita-il_ministero_dell_interno_cerca_mediatori_10344.html



Condividi questo articolo

in News: Il ministero dell’Interno cerca mediatoriÈ nero il giacinto'Nei ghetti d'Italia, questo non è un uomo' - Adriano SofriREGIONE LAZIO, PARTE IL PROGETTO EDA A FRASCATICLASSI PONTE? UN'INVENZIONE ITALIANAItaliano Lingua Migrante: una proposta didawebVicenza - classi d'accesso per immigratiOsservatorio Nazionale Minori StranieriIdentità  nazionale tra dialetti e lingue minoritarie Incontro di StudiZingari le radici dell'odio - BARBARA SPINELLIdi Toni Fontana - 2008 - Apartheid a Treviso: tolleranza doppio zeroSOCIAL FORUM EUROPEO - ISTANBUL LUGLIO 2010 - ASSEMBLEA EUROPEA DELL’EDUCAZIONE - APPELLO ALLA MOBILITAZIONEFare inte(g)razione tra enti locali, scuola e comunitàL'odissea dei ricongiungimentiROMA - Materna, massimo 5 stranieri per classeIl giudice: reintegrate quel professore licenziato perché marocchinoMozione 1-00033 APPROVATA presentata da ROBERTO COTA
testo di martedì 16 settembre 2008, seduta n.050CELIO AZZURRO: La didattica e la formazioneIl peso delle parole di Igiaba ScegoSpose bambine Romeo «sgombero,polizia» e la sua maestraFRASCATI, TOPPI: <IMG 
src=http://3.bp.blogspot.com/_fmnIKx3y3v8/S0NwoiaP1vI/AAAAAAAAIb4/0B-PYOKjpzE/S310/logo.jpg border=0><br>Primo marzo 2010. Autoctoni e immigrati, uniti nella stessa battaglia di civiltà.Se gli israeliani parlano uno slang… araboIl Mozambico visto da una ventenne italianaLe Gallarate - Una mostra racconta i Scuola. Roma, Municipio I vota contro tetto a stranieriIl ministro e il velo di FatimaEleganti, frenetici, rumorosi i mille volti di  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati