Laboratorio - Il viaggio inciso Laboratorio - Il viaggio inciso

 Album Auschwitz

Sguardi dal genocidio nell'occhio del carnefice. Appena uscito per la Einaudi, «Album Auschwitz» riattualizza i quesiti interpretativi dalla rappresentazione fotografica dell'Olocausto Sguardi dal genocidio nell'occhio del carnefice.  «Album Auschwitz» riattualizza i quesiti interpretativi dalla rappresentazione fotografica dell'Olocausto

 
Con l'arma impropria dell'universale
Annamaria Rivera

<b>Con l'arma impropria dell'universale le invettive contro il relativismo culturale</b> sono divenute luogo comune delle retoriche di destra, non di rado condivise a sinistra. Le invettive contro il relativismo culturale divenute luogo comune delle retoriche di destra, non di rado condivise a sinistra.



Emigranti

L'Italia dell'emigrazione


scarica la versione per la stampa


Solstizio d'Inverno

Il Natale e le sue radici
 CULTI SOLARI NELL’EMISFERO NORD

di Luigi Ambrosi




  Linee guida
per l'accoglienza e l'integrazione
degli alunni stranieri

Linee guida per l'accoglienza e l'integrazione degli alunni stranieri MIUR - Linee guida per l'accoglienza e l'integrazione degli alunni stranieri




>>> Lo storico <<<



Dal Pregiudizio allo sterminio:
Rom e Sinti d'Europa


Etno Media - Associazione di giornalisti etnici



Idee per un curricolo di educazione linguistica democratica oltre i provvedimenti del ministro Moratti Idee per un curricolo
di educazione linguistica
democratica
oltre i provvedimenti
del ministro Moratti


<IMG src=http://leb.bildung-rp.de/links/schule/eurydice.gif border=0> <br>L’integrazione scolastica dei bambini immigrati in Europa


 

 
L’integrazione scolastica dei bambini immigrati in Europa




 

La situazione dei Rom in un'Unione Europea allargata La situazione dei Rom in un'Unione Europea allargata  
LE ROM ANDE EVROPA: JEK XARNI HISTORIJA LE ROM ANDE EVROPA: JEK XARNI HISTORIJA




Le radici dell'odio
di BARBARA SPINELLI

E’ utile ricordare come fu possibile, appena sette-otto decenni fa, la distruzione degli zingari nei campi tedeschi. Non fu un piano di sterminio accanitamente premeditato, in origine non nacque nella mente di Hitler. Nel libro Mein Kampf si parla di ebrei, non di zingari. La distruzione (in lingua rom Poràjmos, il «grande divoramento») ha le sue radici nella volontà tenace, insistente, delle campagne e delle periferie urbane tedesche: un fiume di ripugnanza possente, antico, che la democrazia di Weimar non arginò ma assecondò

Le radici dell'odio - BARBARA SPINELLI

CELIO AZZURRO
La didattica e la formazione

 

CELIO AZZURRO: La didattica e la formazione CELIO AZZURRO: La didattica e la formazione

 

Italiano per stranieri

una proposta didaweb
a partire dall'autoapprendimento e dall'esposizione linguistica


Italiano Lingua Migrante: una proposta didaweb Italiano Lingua Migrante: una proposta didaweb

La crisi spinge gli immigrati a tornare a casa: a scuola meno bimbi stranieri La crisi spinge gli immigrati a tornare a casa: a scuola meno bimbi stranieri  
Ci sono 6 milioni di euro per chi non sa l'italiano Ci sono 6 milioni di euro per chi non sa l'italiano  
La Provincia di Genova: La Provincia di Genova: "La scuola accoglie tutti"

 


<

 

Kufia, canto per la Palestina Kufia, canto per la Palestina



Operazione "Cisto Foro" Comune di Torino

La più grande minoranza d’Europa

''Circa 7-9 milioni di Rom sono presenti sul nostro continente sin dal XIV sec. La piu' grande minoranza d' Europa viene da una storia fatta di sette secoli di intolleranza nei loro confronti e di persecuzioni culminate con il genocidio subito sotto il nazismo. Anche il sentimento diffuso in Europa di “antigitanismo” ha provocato ed è stato alla base dello sterminiio subito dal popolo zingaro. 

I Rom sono a pieno diritto cittadini europei, ma non sempre godono degli stessi diritti degli altri abitanti del continente.Attualmente sono tra i 110.000 ed i 130.000 , 60.000 dei quali italiani. Dobbiamo superare l'approccio emotivo ed emergenziale al tema della loro presenza in Italia, che risale al quindicesimo secolo, e non può essere trattata come un'emergenza.''

Marco Impagliazzo - docente Università per stranieri di Perugia

Sintesi dei lavori e documentazione

Conferenza europea sulla popolazione Rom. Riconoscere i Rom come minoranza linguistica - 22.01.2008 Conferenza europea sulla popolazione Rom. Riconoscere i Rom come minoranza linguistica - 22.01.2008 

Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione (ISPO) -  Ricerca quali-quantitativa ''Italiani, Rom e Sinti a confronto'' Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione (ISPO) -
Ricerca quali-quantitativa ''Italiani, Rom e Sinti a confronto''
 

Conferenza europea della popolazione Rom.''La legalità strumento migliore per combattere stereotipi e pregiudizi'' 23.01.2008 Conferenza europea della popolazione Rom.''La legalità strumento migliore per combattere stereotipi e pregiudizi'' 23.01.2008 

Roma 22 e 23 gennaio 2008 Conferenza Europea sulla popolazione Rom Roma 22 e 23 gennaio 2008 Conferenza Europea sulla popolazione Rom 



Linee guida sull'educazione alla pace e ai diritti umani

Le istituzioni scolastiche, gli Enti Locali, le Regioni, il mondo
dell'informazione e più in generale, tutte le agenzie
educative devono contribuire a sviluppare la cultura della
pace, della nonviolenza e dei diritti umani

Linee guida sull'educazione alla pace e ai diritti umani Linee guida sull'educazione alla pace e ai diritti umani


DIDAweb dialog with Islam - lettera di pace
arabo

FORUM INTERNAZIONALE CIVILTA’ DELL’AMORE
Messaggio letto al termine del 1° Cantiere del dialogo di Greccio
Cantiere del dialogo di Greccio 02-04 giugno 2005- <b>Ebrei, cristiani, musulmani in dialogo<b> Cantiere del dialogo di Greccio 02-04 giugno 2005- Ebrei, cristiani, musulmani in dialogo



Paolo Rumiz - L´islam italiano(3):I musulmani laici del ''mare dietro casa'' Paolo Rumiz - L´islam italiano(3):I musulmani laici del ''mare dietro casa''
 
Paolo Rumiz: L’Islam italiano (2) I moderati senza voce Paolo Rumiz: L’Islam italiano (2) I moderati senza voce
 
Paolo Rumiz: L´Islam italiano (1) Paolo Rumiz: L´Islam italiano (1)



Primo marzo 2010. Autoctoni e immigrati, uniti nella stessa battaglia di civiltà

Disegno di uno degli studenti della scuola di italiano Asinitas

Somalia – Italia:
storie parallele di migrazione e di ''stelle cadute'' nei deserti africani o nelle acque del Mediterraneo


Vento d'Europa:
bambini, ragazzi, donne e giovani adulti Rom
nelle nostre scuole

Tavolo di lavoro per una scuola che ti cammini accanto



Apriamo questo spazio, inteso come tavolo di lavoro oltre che di confronto, in un momento di particolare incertezza per i cittadini Rom, italiani ed europei, presenti nel nostro paese e nelle nostre scuole.

Gli episodi di Napoli, le tante e diverse emergenze delle citta' interessate dalla perdurante vergogna dei Kampi, gli  episodi di intolleranza razzista, hanno riempito le cronache di questo maggio colpendo anche quanti in questi anni hanno lavorato e lavorano nella direzione dell'incontro e della interazione tra  le culture.

La scuola, che ha visto nascere proprio con i Rom, primi tra gli stranieri ad aver avuto accesso allo studio, le tematiche dell'intercultura, e' stata in questi anni il luogo principale di contatto e incontro tra una comunita' per secoli discriminata e gli altri: genitori, insegnanti, coetanei, operatori del sociale. Contemporaneamente molte sono state le iniziative interistituzionali, le strategie integrate sul territorio, le buone pratiche faticosamente messe in atto spesso su sollecitazione diretta della scuola. Un bagaglio di esperienze che ha coinvolto la didattica e la politica scolastica, ha conosciuto progressi e fallimenti, consentendo in molti casi il successo formativo.

Questo patrimonio vorremmo fosse conosciuto e socializzato affinche' diventi  rapportabile ad una  nuova progettualita'  che, anche grazie all'iniziativa diretta della Comunita' Europea, si prospetti come significativa sul piano della valorizzazione e della tutela della cultura e della lingua Rom, su un terreno da tutti condiviso.

Agli insegnanti, alla comunita' Rom, a quanti in direzione costruttiva operano nel sociale, e' rivolto l'invito ad intervenire,  a diffondere l'iniziativa e piu' in generale ad impegnarsi affinche' la promessa di Futuro formulata dalla scuola sia affidabile, sicura, al riparo dai toni tragici di campagne razziste ed efficacemente mantenuta.

>> accedi <<




BAMBINI  e MAESTRI CLANDESTINI BAMBINI e MAESTRI CLANDESTINI
di Arturo Ghinelli


PORRAJMOS
[a forza di essere vento]



Mediatori/Mediazione

è uno spazio DIDAweb
aperto alla collaborazione e al contributo esterno
E possibile inviare e/o
inserire direttamente
materiali e partecipare alla redazione delle pagine che utilizzano una nuova tecnologia dinamica ed interattiva.

Per chiarimenti tecnici,
contatti, commenti  e/o suggerimenti
mediatori@didaweb.net

R E D A Z I O N E

Responsabile: Luisa Rizzo

Luigi Ambrosi
Maria Campagnolo
Florinda Rescio
Donatella Salina
Laura Tussi



Italiano Lingua Migrante



Dw-intercultura


Lista didaweb e spazio interattivo. La scuola come territorio di incontro e interazione tra le culture, per la condivisione dei diritti e la valorizzazione delle differenze.

InVento di pace
DIDAweb per la Pace DIDAweb per la Pace






E' nata Donna TV, la prima web television italiana al femminile E' nata Donna TV, la prima web television italiana al femminile



 


Fallujah: bambine

ONU - DICHIARAZIONE DELLA 49a SESSIONE DELLA COMMISSIONE SULLO STATO DELLE DONNE (New York, 5 marzo 2005) ONU - DICHIARAZIONE DELLA 49a SESSIONE DELLA COMMISSIONE SULLO STATO DELLE DONNE (New York, 5 marzo 2005)  
CEDAW - Comitato per l’Eliminazione della Discriminazione Contro le Donne - Commenti conclusivi: Italia (28 gennaio 2005)

CEDAW - Comitato per l’Eliminazione della Discriminazione Contro le Donne - Commenti conclusivi: Italia (28 gennaio 2005)

Piattaforma d'azione di Pechino, 1995: tutti i materiali in italiano Piattaforma d'azione di Pechino, 1995: tutti i materiali in italiano  
1995 - P e c h i n o  - La dichiarazione conclusiva della quarta Conferenza mondiale sulle donne.

1995 - P e c h i n o - La dichiarazione conclusiva della quarta Conferenza mondiale sulle donne.

SHADOW REPORT - Rapporto ombra alternativo a quello del governo italiano sulla attuazione della Piattaforma di Pechino in Italia SHADOW REPORT - Rapporto ombra alternativo a quello del governo italiano sulla attuazione della Piattaforma di Pechino in Italia




Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati