REGIONE LAZIO, PARTE IL PROGETTO EDA A FRASCATI
Condividi questo articolo


giovedì 14 Gennaio ore 10,30
Sala degli Specchi,
Comune di Frascati,
P.zza G. Marconi, 3 - Frascati


"Educazione degli adulti: un diritto, un’opportunità"


Verrà presentato giovedì 14 gennaio alle ore 10,30, nel corso di una conferenza stampa nella Sala degli Specchi, il progetto EdA (Educazione permanente degli Adulti) elaborato dal Comune di Frascati.


In attuazione del programma di apprendimento permanente del Parlamento Europeo e in coerenza con le linee di indirizzo della Regione Lazio(Delibera G.R. n°845/07), Frascati è stato individuato dalla Provincia di Roma come comune capofila nell’ambito territoriale "Provincia Castelli" per la realizzazione di un sistema coordinato cittadino in grado di offrire a tutti gli individui le stesse possibilità di accesso alla formazione.


L'obiettivo e' svolgere, attraverso enti decentrati e radicati sul territorio, attivita' di formazione professionale privilegiando gli aspetti dell'apprendimento e facilitando l'accesso al mondo del lavoro con un sistema che risponda efficacemente alle esigenze professionali degli adulti, con una particolare attenzione alla dimensione locale, territoriale e alle fasce più svantaggiate. Il Comitato Locale è costituito da 17 comuni, dalla Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini, dalla Provincia di Roma DIP. X SERV. VI, oltre naturalmente a raggruppare rappresentanti di istituzioni, associazioni, cooperative e sindacati, centri territoriali permanenti, centri di formazione professionale, centri di orientamento al lavoro, università popolari.


Pur non avendo direttamente ed esplicitamente finalità di sviluppo occupazionale, il sistema EdA, così come è stato concepito, si propone di realizzare l’ideale di un’educazione che duri tutto l’arco della vita, capace di integrare sia le strategie di educazione professionalizzanti, sia le strategie di educazione, “formali” e “non formali”, orientate allo sviluppo e alla crescita dell’individuo.


Questa politica della formazione, che nasce dalla consapevolezza della necessità di costruire una “società della conoscenza”, strutturata attorno alle grandi sfide poste dalla globalizzazione, dall’accelerazione dei contributi delle scienze, dell’informazione, muove da una prospettiva educativa che vuole essere in consonanza con la mutevolezza delle nuove tecnologie e dei nuovi saperi. "L’apprendimento durante tutto il corso della vita, il lifelong learning - ha dichiarato il Sindaco di Frascati Stefano Di Tommaso - costituisce una risorsa strategica in grado di assicurare risposte adeguate ai bisogni e alle esigenze di ciascuno sui temi dell’occupabilità, dell’imprenditorialità, della competitività nell’economia della conoscenza e nella società, all’interno di un più ampio contesto di realizzazione dei diritti di cittadinanza.


Ancora una volta il Comune di Frascati, capofila di questo importante progetto, conferma l’attenzione verso le tematiche educativo sociali - conclude Di Tommaso – elemento fondamentale e caratterizzante dell’azione di governo dell’Amministrazione comunale". Alla conferenza stampa parteciperanno: Stefano Di Tommaso, Sindaco di Frascati, Armanda Tavani, Assessore alle Politiche Culturali ed Educative del Comune di Frascati; Marco Di Stefano, Assessore alla Scuola, Diritto allo studio e Formazione professionale della Regione Lazio; Paola Rita Stella, Assessore provinciale alle Politiche della Scuola.


Ufficio Stampa Agenzia Mediacom


Veronica D’Agostino dagostino@agenziamediacom.it


 



Condividi questo articolo

in News: Il ministero dell’Interno cerca mediatoriÈ nero il giacinto'Nei ghetti d'Italia, questo non è un uomo' - Adriano SofriREGIONE LAZIO, PARTE IL PROGETTO EDA A FRASCATICLASSI PONTE? UN'INVENZIONE ITALIANAItaliano Lingua Migrante: una proposta didawebVicenza - classi d'accesso per immigratiOsservatorio Nazionale Minori StranieriIdentità  nazionale tra dialetti e lingue minoritarie Incontro di StudiZingari le radici dell'odio - BARBARA SPINELLIdi Toni Fontana - 2008 - Apartheid a Treviso: tolleranza doppio zeroSOCIAL FORUM EUROPEO - ISTANBUL LUGLIO 2010 - ASSEMBLEA EUROPEA DELL’EDUCAZIONE - APPELLO ALLA MOBILITAZIONEFare inte(g)razione tra enti locali, scuola e comunitàL'odissea dei ricongiungimentiROMA - Materna, massimo 5 stranieri per classeIl giudice: reintegrate quel professore licenziato perché marocchinoMozione 1-00033 APPROVATA presentata da ROBERTO COTA
testo di martedì 16 settembre 2008, seduta n.050CELIO AZZURRO: La didattica e la formazioneIl peso delle parole di Igiaba ScegoSpose bambine Romeo «sgombero,polizia» e la sua maestraFRASCATI, TOPPI: <IMG 
src=http://3.bp.blogspot.com/_fmnIKx3y3v8/S0NwoiaP1vI/AAAAAAAAIb4/0B-PYOKjpzE/S310/logo.jpg border=0><br>Primo marzo 2010. Autoctoni e immigrati, uniti nella stessa battaglia di civiltà.Se gli israeliani parlano uno slang… araboIl Mozambico visto da una ventenne italianaLe Gallarate - Una mostra racconta i Scuola. Roma, Municipio I vota contro tetto a stranieriIl ministro e il velo di FatimaEleganti, frenetici, rumorosi i mille volti di  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati