Korogocho - Alla scuola dei poveri - Alex Zanotelli
Condividi questo articolo


KOROGOCHO. ALLA SCUOLA DEI POVERI, ALEX ZANOTELLI
Dalla rivista Nigrizia alla baraccopoli di Nairobi: un missionario che sogna un mondo più giusto
trucco!






trucco!

La copertina del libro trucco! ALEX ZANOTELLI NON È TIPO DA CEDERE ALLE TENTAZIONI. LUI, CHE DA MISSIONARIO SI È spinto negli inferni più oscuri dell’Africa, e che di nuovo in Italia viene salutato dal popolo della pace e della critica alla globalizzazione come un leader, non è di certo uomo che cade nella trappola della superbia, nell’insidia del protagonismo. Il libro “Korogocho. Alla scuola dei poveri”, edito da Feltrinelli, non deve trarre in inganno. Non è l’iconografia di un santo, né la celebrazione autobiografica alla quale tanti personaggi resi famosi ci hanno abituato. Non è un spot elettorale lungo 200 e passa pagine, e nemmeno un trucchetto facile per rendersi simpatico a tutti. Come ricordano i curatori del libro nella prefazione, “Korogocho” è un libro che lo stesso Zanotelli non voleva. Eppure, è proprio uno di quei libri che è bene ci siano, per capire non l’uomo, ma i suoi gesti, non le cose che ha fatto, ma le persone che ha incontrato.
   È un libro corale, perché Alex Zanotelli racconta la sua esperienza di missionario a Korogocho, baraccopoli alle porte di Nairobi, parlandoci dei malati di Aids che ha incontrato e degli sconosciuti che nessuno mostra, non racconta di sé, e per sé, ma sempre riferendosi all’altro. Zanotelli ricostruisce le condizioni di vita disumane nelle baracche, racconta i destini già scritti dei più poveri tra i poveri, ma riporta con passione la testimonianza del senso religioso che non si perde tra quei disperati.
   Nel libro ci sono anche le idee, oltre le persone, idee e convinzioni maturate da Zanotelli alla guida della rivista “Nigrizia”, e poi a Korogocho, vedendo morire uomini, donne e bambini giorno dopo giorno, a volte per semplici malattie curabili, altre perché manca da mangiare. Zanotelli mostra chiaramente il suo pensiero, nella lunga chiacchierata che forma il libro: il sistema economico sul quale si basa il mondo non è equo, va riformato, ed è compito di tutti, anche degli uomini di Chiesa, impegnarsi per cambiare la situazione.
   Un sistema che dà al 20% della popolazione mondiale l’80% delle risorse, e che vede ancora nelle armi il solo mezzo per affermare una supremazia, ha molto di sbagliato, perché, come afferma padre Alex Zanotelli, da Livo, Trento: “Dio sogna per il suo popolo un’economia di uguaglianza".

Alex Zanotelli, Korogocho. Alla scuola dei poveri, Feltrinelli, 215 pagine, Euro 12,50


Davide Berselli  06-04-2004



Condividi questo articolo

in Letture Condivise: La malattia dell'Islam - a cura di Abdelwahab MeddebLa Sposa delle acque / Nusja e ujërave<b>IL POSTO DEGLI EBREI</b> Ovunque e in nessun luogo. RECENSIONE di LAURA TUSSIPATRICIA GRACE: UNA SCRITTURA TRA MEMORIA E LINGUAGGIOLa Regina delle acque - cinque fiabe in lingua italiana e in lingua originale.IL CORAGGIO DI VIVERE<b>VIAGGIO IN PALESTINA… </b>seguito dall’appello per la pace in Palestina del 6 Marzo 2002 - di LAURA TUSSI<b>VERRO’ DA TE</b> Il mondo presente e futuro. Relazione e recensione al nuovo libro di Mario Capanna.CRISTIANITÀ E ISLAM. UN CONFRONTO, LILIANA GRANDE - Per una globalizzazione della fedeAllah superstarCanti della spiritualità mussulmana: segnalazioneGuida Didattica Interculturale  a cura dei redattori di Africa e MediterraneoMonsieur Ibrahim e i fiori del CoranoLa città di Iram - Il viaggioKorogocho - Alla scuola dei poveri - Alex ZanotelliIntercultura, scuola, mediazione interculturale e diritti di cittadinanza: la rete delle relazioni, il riconoscimento della diversita'Khalid arriva a Bologna<b>... e venne chiamata due cuori</b>LAVORO MIGRANTE - Esperienza e prospettivaIl mio corpo traduce molte lingueIn viaggio / Në udhëtimRiviste - CROCEVIA N. 1/2LA MIA PRIMA MAMMA, SAMUEL AYOTUNDE KALEJAIYEKorogocho - Alla scuola dei poveriSorrisi da una Striscia in gabbia - Lettere di un educatore dai TerritoriIl Grande Tutto in cinquemila parole Un rinnovato confronto con un grande classico del pensiero cinese, uno dei libri più letti e amati nel mondo, Laozi. Genesi del Daodejing, a cura di Attilio Andreini per Einaudi  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati