Europa: firma della Costituzione, diritti incerti
Condividi questo articolo


Europa: firma della Costituzione, diritti incerti



venerdì, 29 ottobre, 2004











Bandier one Europa
Bandier one Europa
Per la Fai – Federazione Acli Internazionali – la firma della Costituzione Europea va nella giusta direzione ma ancora molto resta da fare. “Siamo di fronte ad un testo troppo lungo dove è arduo percepire con immediatezza l’anima dell’Europa, la sua vocazione universale e la sua proposta convincente di democrazia e di pace. Le Acli si augurano una rapida approvazione della Costituzione europea e soprattutto una applicazione concreta per migliorare e preparare così le prossime tappe di questo processo costituente. “Si tratta di assumere insieme il compito di chiedere alla politica di avere fiducia nella democrazia partecipativa, nel dibattito aperto e ampio di tutti i cittadini; di trovare il coraggio delle scelte che contano e sapere proporre gli argomenti che convincono tutti della direzione nella quale convergere, senza avere paura di una discussione pubblica, franca e aperta, quale si potrebbe avere anche con l’indizione di un referendum”.

“Per la prima volta nella storia dell’Ue i 76 milioni di bambini europei e i loro diritti hanno il riconoscimento che meritano”. Save the Children giudica positivamente l’esplicito riferimento ai diritti dei bambini, sanciti con la firma di oggi a Roma, nella Costituzione Europea. “La Costituzione Europea fa un chiaro riferimento alla ‘tutela dei diritti dell’infanzia’ sia nell’attività interna che internazionale dell’Unione (art. 3.3 e 3.4). – sottolinea l’organizzazione - A partire dal dettato costituzionale dunque i diritti dei minori non potranno e dovranno più essere ignorati nelle politiche e nelle legislazioni europee”. In Europa più del 21% dei minori versa in condizioni di relativa povertà, spiega l’organizzazione, molti bambini e bambine, soprattutto in Europa Centrale e dell’Est, vivono in istituto. Numerosi sono i minori vittime di traffico e di abusi sessuali ed è in crescita il fenomeno della pedo-pornografia su Internet e tramite Internet.

Di segno contrario il giudizio dell’Aibi: "Pur comprendendo gli intenti della nuova Costituzione, ci domandiamo a cosa serva l’Europa dei grandi se si trascurano gli interessi dei più piccoli – dice Marco Griffini, presidente di Amici dei Bambini – Non è prevista infatti alcuna politica per affrontare l’emergenza umanitaria dell’abbandono minorile, fenomeno dalle proporzioni disastrose in tutta Europa". “A fronte di una crescita economica dei paesi dell’Unione – aggiunge Griffini – non corrisponde alcuna politica per migliorare le politiche di accoglienza e le politiche a protezione per i bambini".

Fonte:
Acli

 


http://unimondo.oneworld.net/article/view/97001/1/2071



Condividi questo articolo

in Cittadinanza e Diritti: Primi Passi - Educazione ai Diritti UmaniUguaglianza e non discriminazione - Rapporti annuali europei 2003 e 2004ANTIFASCISMO E IDENTITA’EUROPEA La prospettiva italiana e l’evoluzione nel resto d’EuropaVADEMECUM PER LE VISITE ALL’INTERNO DEI CENTRI DI PERMANENZA TEMPORANEA - In italiano, inglese, francese, spagnolo, turco, albanese, russo, arabo, farsi.APPRENDERE LUNGO TUTTO L’ARCO DELLA VITAPer contare e non essere contati -<b> Bisognerebbe essere capaci di sentire i bisogni di noi stessi e di tutti gli altri. </b>Protesta contro il governo italiano per violazione del diritto comunitarioAlmeno 38 cittadini africani sbarcati a Lampedusa lo scorso 2 giugno hanno ricevuto un decreto di espulsione dall'Italia in violazione delle norme sulla richiesta di asilo.Continente in fuga - Alex Zanotelli 08/06/2005Chiudere la stagione del diritto speciale dei migranti - Documento di Medici Senza Frontiere, ARCI, Magistratura Democratica, CGIL, Associazione Studi Giuridici sull’ImmigrazioneNon possiamo obbedire - di NICHI VENDOLAFORUM NAZIONALE ''MARE APERTO'' - ATTO FINALE SOTTOSCRITTO DAI  PRESIDENTI  DELLE  REGIONI<img height=326 
src=http://www.altremappe.org/CPT/imm_tiburtina-bis.jpg width=442 border=0><br>Cpt: gli eufemismi che velano gli orroriPRIMARIE APERTE ANCHE  AGLI IMMIGRATIProdi brinda con gli stranieri in 40mila alle primarie<IMG src=http://www.didaweb.net/mediatori/immagini/bimbm2.jpg border=0> <br>Programmare il razzismo? di Filippo MiragliaNuovo programma dell’ILO per contrastare la discriminazione 
e promuovere l’integrazione dei lavoratori migranti in Europa<b>Il mondo della cultura, della ricerca e della formazione per la libertà dei migranti</b><br>In occasione del 4 dicembre 2004<IMG src=http://unimondo.oneworld.net/ezimagecatalogue/catalogue/variations/8301-200x200.jpg border=0><br><b>Per contare e non essere contati </b>- 4 dicembre -  Roma - manifestazione nazionale dei migrantiHuman Rights in the World - Information on countriesNATIONS UNIES - APPLICATION DU PACTE INTERNATIONAL RELATIF AUX DROITS ÉCONOMIQUES, SOCIAUX ET CULTURELS - Quatrièmes rapports périodiques présentés par les États partiesUE - Relazione annuale sui diritti dell’uomo (2004)<b>L'Europa, un sogno in comune</b><br>Esclusi per definizione dal titolo di «cittadini europei», i migranti sono destinatari piuttosto delle politiche di «sicurezza» dell'Unione.Europa: firma della Costituzione, diritti incertiI MATRIMONI MISTI TENDENZE E DINAMICITA’ di Mara Tognetti BordognaBisogna investire sulla formazione degli stranieriLa condizione giuridica dello straniero in EuropaLibertà di movimentoMigranti - Il Giorno dei DirittiLE DUE LUNE - BAMBINI STRANIERI IN AFFIDO A FAMIGLIE ITALIANEMigranti, democrazia a bassa quotaLe problematiche dell’integrazione nella società e nel mercato del lavoro -Seminario europeo. Politiche d’integrazione dei lavoratori comunitari e dei paesi terzi - Bruxelles, 24 e 25 giugno 2004APPELLO PER IL DIRITTO DI VOTO PER GLI IMMIGRATI NON COMUNITARI ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE - Bologna, 6/4/2004Rapporto sull’integrazione scolastica 
dei bambini immigrati in Europa - Presentazione di Aluisi TosoliniDiritto di voto attivo e passivo nelle circoscrizioni comunali, dei cittadini stranieri residenti - Parere del Consiglio di Stato  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati