centro risorse per la didattica
Risorse per area disciplinare:   
Homepage
La redazione
 
Ricerca
Iscriviti alla news
Le newsletter
 
Attualità
Percorsi
Novità
Recensioni
 
Disabilità
Lavagna Interattiva
 
La tua segnalazione
Il tuo giudizio
 
Cataloghi in rete
 
DIDAweb
 

risorse@didaweb.net
 

  Cerca nel web:
Se sei un utilizzatore della toolbar di Google, puoi aggiungere anche il nostro pulsante:
Centro Risorse
  SCHEDA RISORSA

Condividi questa risorsa didattica
Storia
Transdisciplinare
I sessant'anni della Liberazione: dossier

Lingua: Italiana
Destinatari: Alunni scuola media superiore, Formazione permanente
Tipologia: Ipermedia

Abstract:

Il valore di un anniversario non è nella celebrazione di eventi passati, ma nella comprensione del messaggio che essi trasmettono oggi, per rispondere agli interrogativi del presente. Così la Liberazione ci riporta al valore della Resistenza italiana, quale momento fondante di una nuova identità collettiva, centrata sugli ideali di democrazia e di lotta a ogni oppressione.
È importante allora festeggiare questi suoi sessant'anni fuori dai pur doverosi schemi dell'ufficialità, con un atteggiamento di indagine e di ascolto. Ricostruendo i contributi, individuali e collettivi, che hanno permesso il nuovo Risorgimento del nostro paese, dopo la dittatura fascista; comprendendo le diverse connotazioni culturali e politiche delle componenti di questo vasto movimento; rileggendo le speranze allora riposte nella nascente democrazia e valutando il cammino percorso nei suoi ormai sei decenni, per individuarne le ulteriori tappe.
I materiali che qui presentiamo vogliono fornire alcuni spunti per leggere questa fitta trama di storia personale e di storia patria, seguendo il filo della memoria: la memoria degli eventi, la memoria personale, l'organizzazione della memoria, la memoria delle immagini.



Recensione:
I componenti del comando generale del CVL (da sinistra: M. Argenton, G.B. Stucchi, F. Parri, R. Cadorna, L. Longo, E. Mattei) sfilano a Milano dopo la liberazione, maggio 1945 (Archivio IEI

I sessant'anni della Liberazione

Il valore di un anniversario non è nella celebrazione di eventi passati, ma nella comprensione del messaggio che essi trasmettono oggi, per rispondere agli interrogativi del presente. Così la Liberazione ci riporta al valore della Resistenza italiana, quale momento fondante di una nuova identità collettiva, centrata sugli ideali di democrazia e di lotta a ogni oppressione.
È importante allora festeggiare questi suoi sessant'anni fuori dai pur doverosi schemi dell'ufficialità, con un atteggiamento di indagine e di ascolto. Ricostruendo i contributi, individuali e collettivi, che hanno permesso il nuovo Risorgimento del nostro paese, dopo la dittatura fascista; comprendendo le diverse connotazioni culturali e politiche delle componenti di questo vasto movimento; rileggendo le speranze allora riposte nella nascente democrazia e valutando il cammino percorso nei suoi ormai sei decenni, per individuarne le ulteriori tappe.
I materiali che qui presentiamo vogliono fornire alcuni spunti per leggere questa fitta trama di storia personale e di storia patria, seguendo il filo della memoria: la memoria degli eventi, la memoria personale, l'organizzazione della memoria, la memoria delle immagini.

 

La memoria degli eventi
Il significato odierno della celebrazione della Liberazione (Giovanni De Luna); le diverse componenti della Resistenza (Pietro Scoppola); il contributo delle donne partigiane (Francesca Romana Koch); la trasformazione di un dato culturale: lo sport (Antonio Ghirelli).

La memoria personale
Le risposte di alcuni protagonisti (Giuliano Vassalli, Tina Anselmi, Vera Michelin Salomon, Franco Lefèvre) su quei giorni, sulle immediate urgenze per ricostruire una nazione che usciva distrutta da tirannia e guerra, sul messaggio che giunge al nostro presente.

L'organizzazione della memoria
La memoria collettiva richiede organizzazione per essere trasmessa e compresa: un archivio fotografico centralizzato (Franco Lefèvre) e i progetti per i giovani e per le scuole realizzati a Roma (Annabella Gioia).

Galleria di immagini
Un piccolo repertorio di foto per fissare alcune immagini della nostra memoria.



http://www.treccani.it/site/Scuola/Zoom/scuola_zoom.htm

Condividi questa risorsa didattica

I giudizi degli utenti

Assenti

Aggiungi il tuo giudizio    Precedenti risultati   


  Iscriviti alla news
Ricevi in posta elettronica le novità e una selezione di risorse utili per la didattica.

Iscriviti qui


Novità
Le ultime risorse per la didattica catalogate ed inserite nel nostro database.

ENGLISH LESSONS AND TESTS.

"Progresso e catastrofe" - In due parole tutto il Novecento Recensione al testo di Salvatore Natoli di UMBERTO GALIMBERTI

Percorsi
Proposte di selezioni e percorsi fra le risorse e i materiali in archivio.

Percorsi
Feste e calendari multiculturali.
Calendari solari e lunari, festività religiose e tradizionali delle diverse culture.

Percorsi
Steineriane
Le ''scuole nuove'' della pedagogia steineriana, contrassegnate dal paradosso di un’accettazione pratica e di un’ignoranza teorica da parte degli stessi utenti e degli operatori della scuola pubblica, tra ''fedeltà karmica'', incarnazioni di individualità che ritornano sulla terra, bambini indaco e apparente buon senso pedagogico.

  Ambiente virtuale collaborativo in evoluzione ideato e sviluppato da Maurizio Guercio è una iniziativa DIDAweb