Come affrontare l'Islamofobia a scuola
Condividi questo articolo


Come affrontare l'Islamofobia a scuola


Non ti e' mai capitato che ti prendessero in giro per a causa del tuo hijab (velo islamico) a scuola? Non ti hanno mai chiamato con nomignoli e soprannomi a causa della tua religione? Non ti hanno mai fatto sentire male e minacciato perche' vuoi seguire la tua fede islamica? Se la risposta e' si, allora non siete le prime vittime dell'Islamofobia.


Cio' che abbiamo descrito nella citazione qui sopra, e' solamente un assagio di cio' che l'Islamofobia coinvolge: essa puo' variare da semplici soprannomi a veri e propri abusi fisici. Se anche voi a scuola siete vittime dellIslamofobia, l'ondata di pregiudizi e intolleranza che si e' scatenata nei confronti dei musulmani dopo il tragico evento dell'11 di settembre, non lasciate che gli abusi continuino senza denunciarli nella vostra comunita' locale.


La scuola ha il dovere legale di compiere quesi passi necessari per proteggere l'alunno contro qualsiasi forma di prepotenza o abuso, incluso l'Islamofobia, che e' in realta' una forma di razzismo e di discriminazione religiosa. Ognuno ha il diritto di vivere e di frequentare la scuola senza il timore di essere attaccato a causa del proprio credo religioso. L'autorita' scolastica ha il dovere di proteggere gli studenti dall'Islamofobia e dagli abusi raziali e di prendere dei provvedimenti contro quegli alunni che implementano tale atteggiamento o comportamento.


Se i vostri figli sono soggetti a delle discriminazioni non lasciate che la cosa passi inosservata, poiche' altrimenti la situazione potrebbe peggiorare e l'abuso potrebbe divenire l'atteggiemnto comune della gente nei confronti del musulmano.


Ecco qui una lista dei possibili passi che si possono compiere per combattere l'Islamofobia a scuola e che cosa potete fare per promuovere una buona immagine dell'Islam e del musulmano:


1. Informate gli insegnanti.
Se siete sono stati minacciati o abusati in qualsiasi modo a scuola, non fate finta di nulla. riportate l'accaduto agl'insegnanti. Questo e' uno dei modi per comunicare al corpo docenti che qualcosa sta accadendo, cosi' che siano presi eventuali provvedimenti. In questo modo la supervisione delle insegnanti incrementera' e sara' piu' facile individuare quesgli elementi che sono responsabili per gli abusi.


2. Informate i genitori.
Non tenete nascosto ai genitori gli abusi a cui siete sottoposti. I genitori vi possono aiutare e comunicare agli insegnanti la vostra situazione.


3. Scrivete una lettera formale al preside della scuola sui tipi di violenze verbali o in generale qualsiasi forma di islamofobia a cui siete sottoposti.
Enunciate una lista di questioni di cui il preside dovrebbe tener conto e dei vostri suggerimenti per migliorare la situazione, sia per voi che per gli altri alunni. La lettera dovrebbe essere scritta dai vostri genitori, poiche' in questo modo il preside prestara' piu' attenzione.


4. Vi sono generalmente pochi insegnanti musulmani nella scuola pubblica, se ne e' alcuno, allora confidate in lui per dell'aiuto, inshallah, e spiegategli la vostra situazione. In questo modo avrete un insegnate dalla vostra parte.


5. Se la vostra scuola pubblica un giornalino, allora partecipatevi e scrivete un articolo sull'Islamofobia e sui suoi effetti e sui possibili rimedi. Cercate di raggiungere il cuore degli altri alunni spiegando loro cose'e' il vero Islam.


6. Se potete chiedete al corpo docenti ( o chi e' in carica di organizzare le assemblee) di programmare un'assemblea sull'Islamofobia e sui problemi della discriminazione religiosa e raziale, cosi' che il vostro caso prenda un alarga odience. Nell'assemblea vi potrebbe essere una piccola introduzione su cos'e' l'Islam, cosi' da sfatare la maggior parte dei pregiudizi dell'Islamofobico.


7. Protestate con l'insegnante di religione, (anche s enon partecipate a quest'ora), riferendole di rendere gli alunni piu' coscienziosi e rispettosi delle religioni altrui. Lo studio dell'Islam in generale fa parte del curriculum della materia di religione. Lamentatevi con l'insegnante che non sta affrontando questo soggetto con adeguata scrupolosita' o attinge le infromazioni da fonti inadeguate.


8. Informate il vostro centro islamico locale o le organizzazioni della vostra zona crica l'Islamofobia a scuola. Questo dara' all'intera comunita' una magior comprensione dei problemi che i bambini e i ragazzi musulmani devono affrontare ogni giorno.


9. Se conoscete qualcun altro che e' o e' stato vittima dell'Islamofobia scolastica, portate avanti la vostra campagna di difesa insieme. L'unione fa la forza. Aiutate voi stessi e gli altri ad essere rispettati e a rispettare,c reando cosi' un clima scolastico di serenita' dove e' veramente possibile imparare e comunicare.


10. Informate i vostri amici dei vostri problemi e delle difficolta' che state affrontando a causa dell'Islamofobia, cosi' che tutti siano allerta e si aiutino l'un l'altro.


11. Se gli attacchi da voi ricevuti includono violenza fisica e verbale, allora scrivete una lista di tutto cio' che e' accaduto e delle date delgi avvenimenti, cosi' che nessun particolare venga dimenticato. Questo puo' essere usato come record di evidenza nella storia della scuola. in oltre invitate tutti coloro che sono vittima dell'Islamofobia a fare altrettanto.


12. Cercate di diffondere la ocmprensione dell'Islam nella vostra scuola. Suggerite ad esempio un incontro con i genitori e gli alunni intitolato "Riconoscere le diversita' nella nostra societa' e nella scuola", dove ognuno abbia la possibilita' di far conoscere a propria cultura, cosi' che voi presentiate la propria fede nei migliori dei modi. Se sentite elementi che parlano male dell'Islam o secondo stereotipi correggeteli con educazione.


13. Sugegrite alla libreria scuolastica di acquistare testi sull'Islam o donateli voi se ne avete la possibilita'. E; importante che circoli del buon materiale sull'Islam poiche' purtroppo sono molti i libri pieni di menzogne che circolano scritti dagli orientalisti. Questi ultimi, inseme ai giornalisti aiutano solamente a fomentare il clima dell'Islamofobia.


14. Non abbanodante gli studi a causa dell'Islamofobia, poiche' potreste pentirvi in futuro.



Mutma'inaa
Traduzione di Erika Brioschi


email:islamitalia@hotmail.com



Commenta >>>



Condividi questo articolo

in a scuola: La Gran Bretagna risponde sul divieto dell'Hijab nelle scuoleLa sfida della mediazione linguistico-culturale. Intervista a Gianfranco Bonesso di Roberto CarneroL’educazione interculturaleIl Teatro come strumento di mediazione interculturale.Ricerca di Caritas e Unicef: il 40% degli alunni extracomunitari è nelle scuole primarie. Ma la percentuale è in aumento anche negli istituti superioriIl sottosegretario all'istruzione, Letizia De Torre, spiega le strategie per favorire l'integrazioneRicerca di Caritas e Unicef: crescono gli alunni stranieri: da settembre saranno 500 milaLA CARICA DEI 101Ricerca della Bocconi e dell'University College di Londra - ''I clandestini più istruiti degli studenti italiani''Teachers and Educational Quality: Monitoring Global Needs for 2015La Poesia di un 'alunna diventa ' Canzone per la Pace'PARLAMENTO EUROPEO - RELAZIONE
sull'integrazione degli immigrati in Europa grazie alle scuole e a un insegnamento plurilingueL’EDUCAZIONE INTERCULTURALE: UN VIAGGIO ATTRAVERSO L’APPRENDIMENTO E LA COMUNICAZIONELinee guida per l'accoglienza e l'integrazione degli alunni stranieriCome affrontare l'Islamofobia a scuolaQual è lo stato di salute globale dell’educazione? - Intervista a Vernor Muñoz Villalobos. Relatore Speciale delle Nazioni Unite  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati