francesco di lorenzo - ultimi interventi
La fine del quadrimestre. Chi esulta e gioisce, chi invece ci resta male. Io devo chiamare a casa di un'alunna per avvertirla o meglio devo accertarmi che i genitori sappiano delle numerose insufficienze e del fatto che spesso è assente.
La signora molto gentile mi dice che sanno tutto, che lei e suo marito faranno tutto il possibile per spronare la loro figliola ad impegnarsi di più
Il momento degli scrutini è sempre un periodo di ansia per gli studenti.
Prof, ci dice i voti prima?
No, che non ve li dico. Sono voti proposti e non definitivi che il consiglio di classe deve ratificare e quindi potrebbero cambiare (lo faccio per provocarli ancora un poco).
Prof, io ho due sette e un sei e mezzo che mi mette in pagella?
Brava hai fatto l'esempio perfetto, secondo un criterio di misurazione io dovrei metterti un bel 6,8. Ma siccome non si possono mettere in pagella voti con i decimali, io ti metto 6 o 7 a seconda del tuo impegno, della tua continuità, del tuo attivismo e anche tenendo conto della tua voglia e capacità di esprimerti.
Quindi la valutazione è qualcosa di diverso dalla misurazione. Altrimenti mettiamo delle macchine al posto degli insegnanti e il gioco è fatto.
La realtà che supera la fantasia. Come è possibile?
Nell'ora dedicata agli argomenti di attualità affrontiamo il tema del fine vita. Leggiamo del processo a Marco Cappato reo di aver accompagnato dj Fabo a morire...

Prof che cosa significa rafforzare la volontà del suicidio? (di questo che è stato accusato Cappato)
Non so, può darsi che Cappato abbia detto a Fabo.. dai suicidati, non saprei.
E perché allora non hanno incriminato anche la madre e la fidanzata?
Ma perché Cappato è recidivo, ha già fatto queste cose...
Dal che si evince chela prima volta puoi istigare al suicidio senza problemi, dopo e più difficile...
- Prof come ha trascorso le vacanze? Noi siamo stanchi, ci siamo divertiti troppo e ora dobbiamo abituarci di nuovo al ritmo monotono di prima. Ma non si preoccupi, qualcosa succederà...
- Succederà che alcuni di voi, se non recuperano, si prenderanno la prima insufficienza del quadrimestre...
- Prof non scherzi, i miei mi uccidono...
Marina. Prof, io detto e lei scrive, è questo il lavoro di gruppo no?
Lucia. Ma no, bisogna dettare un pezzo ciascuno...
Marta. E scrive sempre la stessa persona?

Ragazzi smettetela di dire stupidità...il gruppo e qualcosa di molto serio. Anche quando non ci pensi, stare in gruppo, lavorare insieme agli altri, ti dà tante indicazioni su te stesso...ma anche sugli altri, sul tuo modo di stare al mondo...su come ti rapporti con le persone...
Maria. I versi di Parini sono difficili, o meglio, sono anche facili, ma non mi attirano, sono quasi respingenti, e poi sono scritti in una lingua troppo classsica...
Sara. Prof le tracce sono tutte belle ma per noi sono troppo difficili, sono da liceo, io non so chi sia Andy Warhol...
Michela. Io farò la traccia sulla musica, ma prof e un po' poco, non so che dire per riempire almeno due facciate...
Mattia. Prof ci da un'altra mezz'ora per copiare in bella?
francesco di lorenzo - 02-12-2017
Marina. Prof, io e Miriam stiamo leggendo lo stesso libro, possiamo continuare o una di noi deve cambiare e sceglierne uno diverso?

Se e capitato per caso va bene, ognuno farà il suo commento nella scheda che deve produrre e che di certo non saranno uguali, perché, in caso contrario, sembrerebbe davvero strano.

Almeno un libro a scelta per quadrimestre deve essere letto da tutti....ho avuto, negli anni, classi con lettori mediocri, ma anche classi con lettrici (più che lettori) forti, che mi spaventavano sia per la continuità sia per la quantità di libri che riuscivano a leggere. Aiutati in questo dal viaggio giornaliero per raggiungere la scuola che non era mai inferiore ai 45-50 minuti.
Marina. Prof, non voglio uscire giovedì (uscire sta per essere interrogati) perche ho già tre verifiche questa settimana e non ce la faccio più, sto sempre a studiare. Mi faccio interrogare sabato, del resto anche agli altri lei ha permesso di spostare l'interrogazione...
Matteo. Ma avevamo la verifica di storia nello stesso giorno.
Marina. Non mi interessa, voglio essere spostata anch'io...
(Marina) Prof, oggi è troppo nervoso. Le dà fastidio tutto, non capisce che stavo scherzando...
Ma come, lei puo scherzare e noi no?
(Matteo). Prof, oggi lei sembra arrogante, avevo solo fatto una battuta ma lei se l'è presa come chissà che...

È vero. Oggi era meglio se me ne stavo a casa...mi fa male la testa, mi brucia un occhio, forse ho la congiuntivite, ma volevo essere presente...chissa' poi perche'? Chi me o fa fare? È forse/si tratta dell'ultimo anelito di buonsenso oppure di stupidità, proprio non saprei. Tanto, alla fine, nessuno se ne accorge di questi minimi gesti di buon senso. Poi, però, mi dico, va bene così, non deve accorgersi nessuno di quello che faccio. Lo faccio perché lo voglio fare...
E così passano anche questi brevi e trascurabili momenti in cui ti senti incompreso...
francesco di lorenzo - 11-11-2017
(Giada) A me Dante proprio non mi va, mi annoia. Non riesco a seguirlo. Poi, l'ho fatto già troppe volte, sempre le stesse cose.
Corso sulla sicurezza. Solite cose sentite e risentite ma anche nuove per i ragazzi. I tecnici che tengono le lezioni, che quest'anno, è questa la novità, vale come orario di alternanza scuola-lavoro, non sono spesso dei grandi oratori e quindi annoiano.