Ma siamo d'accordo sulla Scuola della Costituzione?
di Corrado Mauceri - 23-02-2015
Dopo le piccate prese di posizione di taluni Dirigenti scolastici ho letto con qualche stupore gli interventi, degli amici Valentino e Dacrema. Penso quindi che un chiarimento sia opportuno.
La bellezza della scuola
di Enrico Maranzana - 23-02-2015
L'ex ministro dell'istruzione Luigi Berlinguer, intervenendo al convegno sulla buona scuola, ha ricevuto un unanime plauso: ha caldeggiato il potenziamento della vena artistica del rinnovamento dell'istituzione scolastica.
Contro la sanitarizzazione della scuola
di FISH (Federazione Italiana Superamento Handicap) - 20-02-2015
In queste ore si leggono con sconcerto le dichiarazioni del Presidente dell'ANIEF in materia di inclusione scolastica.
Uffa, la solita solfa!
di Mauro Artibani - 23-02-2015
Dopo appena sette anni dallo scoppio della crisi i Policy Maker scoprono pure le cause: difetto di domanda!
Mattarella e l'irripetibile occasione
di Giuseppe Aragno - 19-02-2015
Quando fu sancita l'incostituzionalità della legge elettorale da cui nasce l'attuale Parlamento, un moderato come Zagebrelsky non usò mezzi termini...

LA SCUOLA CHE VOGLIAMO
Legge di Iniziativa Popolare
“Per una Buona Scuola per la Repubblica”

Docenti manifestano contro Renzi. La polizia li ferma.
USB Scuola - 23-02-2015
Poche ore fa un nutrito gruppo di insegnati di ruolo e precari si era dato appuntamento questa mattina in Piazza della Repubblica per contestare...
leggi (2 commento/i) commenta condividi
Renzi one man show e la buona scuola
Vincenzo Pascuzzi - 23-02-2015
All'iniziativa Pd sulla scuola del 22 febbraio 2015, Matteo Renzi ha partecipato in doppia veste, ha recitato due ruoli.
Convegno nazionale
Acle Lazio - 21-02-2015
Le Buone Pratiche che Generano Qualità e Benessere nella Scuola: Roma, 18 marzo.
Trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a part-time
Sindacato Sab - 19-02-2015
Le domande sono da presentarsi entro il termine perentorio del 15 marzo 2015.
Cracco e lo stipendio assicurato
Francesco di Lorenzo - 20-02-2015
Direttamente dal sito del PD si può leggere che "sulla scuola abbiamo aperto le porte a una riforma costruita con il confronto e con i suggerimenti di docenti, studenti, genitori, esperti". Mancava solo l'espressione che questa è la prima riforma partita dal basso, e ci saremmo trovati subito in un incubo. Intanto gli istituti alberghieri va a gonfie vele. Prima, sembrava una perdita di tempo, 'si impara a cucinare solo lavorando', era questo il massaggio che passava. Poi si è capito che non era vero. Anche nei mestieri pratici conoscere Dante e Divina Commedia, la storia del mondo, gli elementi del diritto, fa fare meglio il proprio mestiere, per esempio cucinare meglio!
Pianificare le competenze
Bruno Santoro - 20-02-2015
Il problema principale in una didattica per competenze, individuata la competenza a cui si sta lavorando con i propri colleghi, sta nel nel decodificarla, cioè nell'indicarne gli snodi interni in termini di abilità costitutive. Tutti gli insegnanti, in una didattica per competenze, lavorano a tutte le competenze di cittadinanza. Una volta identificati questi elementi (sub-competenze? abilità? attitudini evidentemente da valorizzare con il medesimo obiettivo) è possibile compilare il vero 'foglio di lavorazione' cioè realizzare il progetto di attività attraverso la quale ci si propone di sviluppare quella o quelle determinate abilità.