La vena reazionaria de La buona scuola
di Enrico Maranzana - 27-07-2015
La legge 107/2015 disconosce l'operato del governo D'Alema/Berlinguer e, trasgredendo ogni regola, si arroga la titolarità della delega.
Nessuno ha denunciato l'intenzionale errore, nessuno l'ha incasellato come la battaglia finale di una guerra che dura da quarantacinque anni.
L'inoppugnabile dimostrazione dell'incostituzionalità della legge n. 107/2015
di Enrico Maranzana - 22-07-2015
Costituzione - Art. 76: L'esercizio della funzione legislativa non può essere delegato al Governo se non con determinazione di principî e criteri direttivi e soltanto per tempo limitato e per oggetti definiti. La legge 107/2015 infrange tale principio.
Renzi e i cavalli di Caligola
di Giuseppe Aragno - 19-07-2015
Ora la legge consente a Renzi di uccidere la scuola. Il fondo è ormai vicino. Lo sappiamo probabilmente sin dal lontano 12 dicembre del 1969, da quando giornali e telegiornali hanno preso a narrarci una storiella sedativa...
La dannazione dell'austerità
di Mauro Artibani - 27-07-2015
Ve lo giuro, non centro. Quando venni al mondo l' Economia dei Consumi già aveva iniziato a mettere sotto stress le condizioni per fare la crescita, cambiando le carte in tavola.
Vertice Onu di Addis Abeba: un gigantesco buco nell'acqua
di Tancredi Tarantino - 24-07-2015
Era uno dei nodi cruciali della dichiarazione finale di Addis Abeba, dove si è chiusa la terza Conferenza delle Nazioni Unite sul Finanziamento allo Sviluppo. Nodo che alla fine è stato in qualche modo sbrogliato, con il risultato che l'elusione e l'evasione fiscale non sono una priorità dell'agenda internazionale dello sviluppo.

LA SCUOLA CHE VOGLIAMO
Legge di Iniziativa Popolare
“Per una Buona Scuola per la Repubblica”

Condannati gli antirazzisti
FAI Torino - 23-07-2015
I 67 attivisti coinvolti nei due processi sono stati condannati per aver distribuito volantini e manifesti, per aver dato solidarietà attiva ai reclusi nei CIE, per aver contrastato la politica securitaria del governo e dell'amministrazione comunale.
Classi capovolte a Parigi
Tullio De Mauro - 16-07-2015
Qui gli e le insegnanti che hanno interesse per teoria e pratica della classe inversée hanno costituito un'associazione nazionale e al suo primo congresso nazionale ha scelto di partecipare lo stesso ministero dell'educazione nazionale, dell'istruzione superiore e della ricerca
Vittoria confermata
Martina Galletta - 11-07-2015
I libri, di qualunque "gender", si leggono... non si censurano!
Alla scuola del Preside Califfo rispondiamo con la mobilitazione dei lavoratori della scuola
CUB Piemonte Ufficio Stampa - 10-07-2015
La mobilitazione di settembre dovrà svolgersi scuola per scuola nelle mille iniziative che sapremo organizzare a livello generale, con la lotta per investimenti nella scuola pubblica, forti aumenti retributivi e per una scuola di qualità.
Diritti e rovesci su trame instabili
Francesco di Lorenzo - 11-07-2015
È indubbio che ci sia qualche cosa da chiarire, anche tra chi si oppone giustamente alla Buonascuola. In giro c'è un po' di nebbia e confusione, come minimo. E in tutto ciò emerge addirittura chi si diverte a confondere le idee facendo il gioco sporco. Infatti, su un giornale online si chiede esplicitamente di togliere dal decreto legge sulla scuola il riferimento alla teoria del gender (così chiamata), perché in contrasto con i valori della famiglia e perché, secondo i sostenitori, non avrebbe nessun legame con la scuola. Come dire che una delle poche cose buone della riforma viene strumentalizzata o tendenzialmente mandata al macero, col risultato di rendere ancor più torbide le acque. In che modo? Chiamando fascisti quelli che sono d'accordo e che l'appoggiano. La qual cosa è veramente il massimo. Ora, che Renzi stia vendendo aria fritta è sotto gli occhi di tutti. Ma che si mistifichino le cose, alzando polveroni inutili, è da criminali e non giova praticamente a nessuno.
L'ABC della buona scuola
Tullio Carapella - 27-06-2015
Per parte mia, essendo certo che mai nessuno dalle parti del governo si prenderà la briga di leggere le riflessioni che seguono, così come non hanno mai letto due milioni di riflessioni precedenti, provo a raccogliere un paio di idee sull'anno che si chiude e sui temi che l'hanno caratterizzato, e nel farlo non nasconderò la mia inadeguatezza di fronte ai potenti mezzi della scuola 2.0, e mi farò guidare dall'abbecedario.