Flavio Cucco - ultimi interventi
Flavio Cucco - 30-09-2014
Ecco spuntare un nuovo progetto, che capovolge la funzione della figura centrale dell'ex alfabetizzazione motoria, non più un insegnante in classe ma un Tutor, un insegnante "tra le classi".
Flavio Cucco - 15-11-2012
Continuano le prese di posizione dei colleghi di Educazione Fisica contro il mancato finanziamento dell'attività sportiva scolastica: dopo Roma, Genova,Viterbo, Treviso...... ecco Gorizia, Parma, Venezia e tutte dichiarano l'adesione alla protesta sindacale con la sospensione di tutte le attività professionali non obbligatorie, compresa la partecipazione alle fasi territoriali e nazionali dei Giochi Sportivi Studenteschi, nonché di tutte le altre manifestazioni sportive collaterali (tornei interni d'istituto e interscolastici) ...

Flavio Cucco - 14-01-2009
Mai come in questi giorni ci ritorna alla mente la frase di iniziativa e di lotta" Non c'è educazione senza educazione fisica", che abbiamo coniato con L' "Eupea" l'associazione degli insegnanti di educazione fisica d'Europa, quando la riforma Moratti voleva tagliare 1 ora di EF alle superiori .

Mai ci saremmo aspettati che proprio la nostra disciplina e la categoria, unica delle poche che ha discusso e scritto, in questi ultimi tre anni, con " L'Educazione fisica che vogliamo" un curricolo verticale lavorando culturalmente dentro e oltre le Riforme Moratti e Fioroni, potesse correre il rischio di essere fuori dal curricolo: perchè questo è il pericolo reale!

Ma, come sempre, è nei momenti più difficili che la categoria ha dato il meglio di se e ancora una volta..... raccogliamo la sfida e rilanciamo alla grande....
Flavio Cucco - 09-06-2007
Con la nuova Legge sugli esami di Stato (Legge n. 1 - 11 gennaio 2007) sono state riportate le prove dell'esame di terza media nell'ambito dell'autonomia scolastica, mentre la Moratti le aveva rese nazionali e ne aveva affidato la predisposizione all'Invalsi.
La Capdi propone...
Flavio Cucco - 23-03-2007
La " Sperimentazione" di educazione motoria, avviata dal Ministero della P.I. per l'anno scolastico 2006/07, che ha coinvolto 3 scuole primarie in ogni Provincia per 100 ore di consulenza da parte di un laureato in Scienze motorie o diplomato ISEF, se pur un "buon inizio", è sicuramente molto lontana dalle modalità organizzative e finanziarie necessarie per raggiungere lo scopo di pervenire nel medio termine ad utilizzare almeno un docente di educazione motoria per circolo didattico e istituto comprensivo.

Per tradurre in azioni le linee di indirizzo enunciate e per non disperdere il patrimonio di energie e di iniziative costruito in questo anno scolastico, riteniamo necessario che, nell'articolato della Direttiva 2007/08 rivolta alla "Individuazione degli interventi prioritari e dei criteri generali per la ripartizione delle somme" ai sensi dell' articolo 2 della legge 18 dicembre 1997, n 440, si indichi, anche per il prossimo anno scolastico, tra gli interventi prioritari, il "potenziamento dell' educazione motoria, fisica e sportiva", destinando a tale scopo almeno il triplo delle risorse previste per l'a.s. 2006/07 (nel 2006 : 6milioni e 600mila euro + 900 mila).
Flavio Cucco - 17-03-2007
Al Ministro della P.I.
Giuseppe Fioroni


OGGETTO : LETTERA CAPDI & LSM AL MINISTRO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE SU " SPORT A SCUOLA"


Egregio Ministro

Stiamo ricevendo in questi giorni numerose segnalazioni e proteste, da parte degli insegnanti di Educazione fisica di tutta Italia, riguardo le notizie riportate dalla stampa nazionale a seguito della presentazione ufficiale a Roma, da parte del Coni, dei " Giochi della Gioventù " il giorno 14 marzo 2007, alla quale anche Lei era presente.

Nello specifico si discutono le dichiarazioni a Lei attribuite riguardo due ordini di problemi: il primo, sul supposto "riconoscimento" dei nuovi " Giochi della Gioventù" organizzati dal Coni quale attività istituzionale dello " Sport a scuola " e il secondo, sulla ventilata possibilità da parte di questo ente di essere interlocutore privilegiato rispetto la formazione e gli interventi nella scuola primaria.

Quello che ci preoccupa ancora di più è che tali indicazioni vengono riportate facendo riferimento, da parte del Coni, ad una bozza di accordo Ministero-Coni , preludio di collaborazione al nuovo " Protocollo di intesa MPI-CONI ", del quale, si dice essere vicina la firma finale.
Flavio Cucco - 24-10-2006
Pochi giorni fa è uscita la nota Ministeriale - Direzione Generale per lo Studente prot. n. 5090/AO con oggetto: Indicazioni ed orientamenti per iniziative motorie, fisiche e sportive nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, con riferimento alla programmazione dei Giochi sportivi studenteschi e agli interventi nelle aree a rischio - A.S. 2006/2007.
Una circolare che possiamo definire di " transizione ", poiché, pur ponendosi, per l'impostazione generale, in continuità con le precedenti, contiene alcuni elementi di novità e di proposta per il futuro.
Flavio Cucco - 16-06-2006
Cari colleghi,

il neo Ministro dell' istruzione, Beppe Fioroni, ha bloccato con decreto prot. 4018 del 31 maggio 2006, la SPERIMENTAZIONE dei NUOVI LICEI per l'anno 2006/7,prevista dalla Riforma Moratti.Come ricorderete quello della " ...
Flavio Cucco - 03-11-2005
Da Prato è iniziata la discussione.....

Cari presidenti e colleghi,


E' partita da Prato, in questi giorni, la scommessa degli insegnanti di Educazione fisica per riscrivere le " Indicazioni nazionali" della Riforma Moratti, che anche nella nostra disciplina ci sono piovute dall'alto e sono già operanti per la primaria e la ex media, e lo diverranno per le superiori.
Abbiamo ripetuto più volte che mai è stata consultata la categoria su una trasformazione così importante per il futuro dell'educazione fisica e della scuola italiana in generale!
Da Ancona, Milano, Parma, Potenza, Verona, Roma, Venezia, L'Aquila, Genova.......così i presidenti e referenti della Capdi ( circa 30 ) si sono incontrati e hanno iniziato a discutere della disciplina, quella di oggi, quella proposta dalla riforma e dell' ..... " Educazione fisica che vogliamo ".
Tre giorni di lavori intensi, prima in assemblea, poi divisi per gruppi: 1) infanzia -primaria 2) secondaria 1° grado 3) second. 2° grado, poi ancora in assemblea.
Abbiamo incontrato il Presidente dell' ALSM e decano dell'Educazione fisica in Italia: prof Sergio Pivetta, per portare a unificazione le associazioni di categoria e il capo redattore di " Mobile " la rivista svizzera di educazione fisica per consolidare la collaborazione con la Capdi. Un gruppo di colleghi ha anche individuato un percorso di discussione e di proposta per lo " sport a scuola" che verrà avviato in un prossimo futuro.
In sintesi la proposta " L' Educazione fisica che vogliamo " si è concretizzata con le seguenti modalità organizzative....
Selezione interventi
Ultimi interventi
Anno scolastico 2000 - 2001
Anno scolastico 2001 - 2002
Anno scolastico 2002 - 2003
Anno scolastico 2003 - 2004
Anno scolastico 2004 - 2005
Anno scolastico 2005 - 2006
Anno scolastico 2006 - 2007
Anno scolastico 2007 - 2008
Anno scolastico 2008 - 2009
Anno scolastico 2009 - 2010
Anno scolastico 2010 - 2011
Anno scolastico 2011 - 2012
Anno scolastico 2012 - 2013
Anno scolastico 2013 - 2014
Anno scolastico 2014 - 2015
Anno scolastico 2015 - 2016
Anno scolastico 2016 - 2017
Anno scolastico 2017 - 2018
Anno scolastico 2018 - 2019