Roberto Albertini - ultimi interventi
Roberto Albertini - 08-03-2011
La diffusione del sapere, l'aumento delle competenze, la formazione di massa diventano SUPERFLUE.
In quale altro modo potremmo spiegare la crisi formativa che attraversa le società sviluppate? Perché giovani sempre più qualificati possono, debbono, cambiare mestiere continuamente se non con il fatto che quei mestieri si possono apprendere con un breve ADDESTRAMENTO? Eppure si produce, anzi si sarebbe in grado di produrre molto di più pur con una diffusa dequalificazione di massa del lavoro. Se i giovani non trovano lavoro non è come amano dire i nostri ottimisti-riformisti perché non sono qualificati. E' vero il contrario, non ci sono lavori qualificati a sufficienza per i nostri giovani. Anzi non ci sono lavori comunque qualificati a sufficienza per tutti i nostri giovani.
Roberto Albertini - Palermo - 31-05-2006
( in tre parti + soluzione )

I parte

Finalmente vengono smentiti tanti luoghi comuni sulla nostra Sicilia e sulla sua capitale: frotte di analisti economici ci hanno raccontato per anni che l'economia della nostra regione era "drogata" dalla gestione delle risorse pubbliche intrisa di parassitismo e di clientelismo politico. Fondi pubblici europei, nazionali, regionali finivano per soffocare l'iniziativa privata demotivando al rischio gli imprenditori e inducendo i cittadini alla ricerca del posto pubblico piuttosto che alle opportunità offerte dal privato. Ebbene, non è vero nulla! In Sicilia ci sono settori privati che tirano a più non posso, che hanno incrementi annui di fatturato a due cifre, meglio della Cina, che allargano continuamente la loro clientela: a Palermo soltanto c'è un'area della clientela di queste imprese che raggiunge il triplo della Lombardia !!
A cosa saranno dovuti tali strabilianti successi ? E' ovvio, alla genialità naturale dei siciliani ! Siete curiosi, vero, di sapere di cosa parlo, specie voi elettori di centro-sinistra, sempre abituati a gettare fango e a criticare Berlusconi o Cuffaro, per ora non ve lo dico.

II parte.

Supponete di andare con un folto gruppo di amici in un ristorante di gran fama. Immaginate poi di dire al Maître che, dopo aver gustato l'antipasto vorreste direttamente passare al caffè e ai liquori e che, però, intendete pagare il conto per un pasto completo: unica condizione che ponete oltre alla ricevuta, che il ristoratore vi rilasci un attestato in cui si affermi che la cena era eccellente e che voi vi siete dimostrati dei veri Gourmet, degli intenditori di cibi e di vini. Credete che ne sarebbe contento il titolare del ristorante ? Pensate poi che, presentando la ricevuta, la Regione Sicilia vi rimborserebbe buona parte delle spese e che, grazie all'attestazione del ristoratore, usandola come autorevole referenza, possiate trovare un buon posto come inviato assaggiatore ad esempio del Gambero Rosso o della guida Michelin. Vi piacerebbe ? Non vi pare verosimile che possa succedere ? E invece succede, non con i ristoranti ma in un altro settore economico. Capito quale ?

III parte.

Immaginate di partecipare ad una gara. Il premio per chi totalizza molti punti ha un certo valore. I partecipanti ogni anno, però, sono molti e le prove sono difficili. La quota di iscrizione è bassa ma i giudici sono neutrali e gli allenamenti lunghi e faticosi. Voi però siete furbi e avete un po' di capitale da investire: venite a sapere che pagando un extra a chi di dovere, costui ha a libro paga coloro che vi assegneranno il punteggio e vi farà sostenere la gara senza troppi allenamenti. Tra l'altro c'è un ente pubblico che vi rimborserà buona parte del capitale investito. Non vi sembra una cuccagna ? Vi iscrivete ? In Sicilia si iscrivono in massa. Avete capito di che gara si tratta ?
Roberto Albertini - 13-04-2006
Conoscere: cosa può frustrare, offuscare, far perdere quest'innata passione umana ? La voglia di capire le cose, come funzionano, come avvengono. Le cose del mondo inanimato, la fisica, la chimica; il mondo della nostra mente, la matematica, la ...
Selezione interventi
Ultimi interventi
Anno scolastico 2000 - 2001
Anno scolastico 2001 - 2002
Anno scolastico 2002 - 2003
Anno scolastico 2003 - 2004
Anno scolastico 2004 - 2005
Anno scolastico 2005 - 2006
Anno scolastico 2006 - 2007
Anno scolastico 2007 - 2008
Anno scolastico 2008 - 2009
Anno scolastico 2009 - 2010
Anno scolastico 2010 - 2011
Anno scolastico 2011 - 2012
Anno scolastico 2012 - 2013
Anno scolastico 2013 - 2014
Anno scolastico 2014 - 2015
Anno scolastico 2015 - 2016
Anno scolastico 2016 - 2017
Anno scolastico 2017 - 2018
Anno scolastico 2018 - 2019
Anno scolastico 2019 - 2020
Anno scolastico 2020 - 2021