Nuove norme in materia di difficoltà specifiche

Di Rolando Alberto Borzetti - News - 21.05.2009

Una novità assoluta nel panorama didattico italiano, una legge necessaria e, per molti versi, attesa. Per chi è affetto da dislessia, discalculia e disgrafia/disortogafia, bisognerà prevedere forme di verifica e valutazione adeguate alle potenzialità degli alunni.
Questa non è che una delle novità contenute nel disegno di legge approvato giorno 19 maggio. Le finalità del disegno di legge sono contenuti nell'articolo 2, e vanno dal "sensibilizzare e preparare gli insegnanti ed i genitori nei confronti delle problematiche legate alle DSA" all'"assicurare adeguate possibilità di diagnosi precoce, a partire dalla scuola dell'infanzia, e di riabilitazione per i soggetti con DSA". Importante obiettivo sarà anche una maggiore comunicazione e collaborazione tra famiglia, scuola e servizi sanitari durante tutto l'arco dell'istruzione scolastica.
Di fondamentale importanza sarà un'adeguata formazione degli insegnanti, prevista dall'articolo 4, che avrà come obiettivo la conoscenza approfondita delle problematiche relative alle DSA   Qui il testo completo del provvedimento

Nessun commento



Lascia un tuo commento





<<<