Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 6 - a.s. 15/16
fuoriregistro
newsletter n. 6 - a.s. 15/16
BACHECA
Insegnanti di ruolo condividono bonus 500 euro con colleghi precari
Redazione Orizzonte Scuola - 24-10-2015
Segnaliamo l'iniziativa adottata in una scuola astigiana, nella quale alcuni insegnanti di ruolo hanno deciso di condividere il bonus di 500 euro per l'autoformazione con i colleghi precari
Regioni, aree vaste si avviano ad una nuova organizzazione, ma poco se ne parla...
Giocondo Talamonti - 23-10-2015
Lo Stivale cambierà presto fisionomia. La logica del risparmio imperante fa parte il riassetto delle regioni, il contenimento numerico e, quindi, i nuovi confini. Ne resteranno probabilmente 12, oltre a un'area metropolitana.
Annullata sanzione disciplinare per sciopero
Sindacato SAB - 22-10-2015
Si esprime grande soddisfazione per tale decisione che ripristina uno stato di legittimità reiteratamente violato.
Sconfiggerlo e far crescere la società
Redazione Sociale Informa-Giovani Italia - 21-10-2015
Un Paese non può e non deve tollerare il bullismo. Qualche idea per batterlo.
Erri De Luca assolto dall'accusa di istigazione al sabotaggio
Andrea Rossi - La Stampa - 19-10-2015
La sentenza è stata accolta dagli applausi nell'aula del tribunale e secondo i legali di De Luca «dimostra che non avremmo dovuto essere qui, che questo processo non andava fatto, e riporta le cose al giusto posto».
leggi (1 commento/i) commenta
GALASSIA SCUOLA
La contromossa (pessima) di Renzi per un Contractus horribilis
di Gianfranco Scialpi - 24-10-2015
A fronte di un impegno di 6-7 miliardi di €, necessari per un onesto riconoscimento, il governo stanzia 200 milioni di € (poco meno del 5%). E questo significa 4 € netti a regime in busta paga!!!
Alternanza scuola-lavoro
di Davide Zoggia - 23-10-2015
Una svolta culturale che però nella pratica sembra essere disattesa, visto che ho raccolto le istanze di molti istituti che lamentano molteplici difficoltà a rivolgersi ad enti pubblici e privati per avviare tale riforma.
I 500 denari
di Cosimo De Nitto - 22-10-2015
Non si può sopportare che sull'aggiornamento e sulla formazione degli insegnanti si parli e si scriva superficialmente accreditando luoghi comuni e stereotipi lontanissimi dalla realtà.
Quanta ignoranza trasuda dalla legge 107!
di Enrico Maranzana - 19-10-2015
La legge di riforma, fatto proprio lo slogan "smettiamola di fare danni", rade al suolo la collegialità, abbatte la corrispondente struttura organizzativa, abroga tacitamente l'art. 1 del Dpr sull'autonomia scolastica.
GRANDANGOLO
Tante ragioni fragili, una ragione forte
di Mauro Artibani - 21-10-2015
Mela piglio. Si melapiglio con quelli che, di questi tempi, ostentano le loro ragioni. Melapiglio con le loro dicerie. La prima dice: i Produttori generano ricchezza.
La prima vittima della guerra è la verità
di Gli Anarchici - 19-10-2015
Il Meeting per la Pace, organizzato dai sindacati nazionali turchi, è stato cancellato a causa di due bombe, esattamente un giorno prima dell'attesa dichiarazione di cessate il fuoco da parte del PKK/KCK.
NOTIZIE DAL FRONTE
Tagli e tagliole
Francesco di Lorenzo - 24-10-2015
L'operazione è chiara, un po' di soldi e finiranno le proteste. In fondo, non c'è trucco, o almeno il trucco è troppo scoperto. Le probabilità che le intenzioni di Renzi e compagnia siano proprio queste sono altissime. Come dire, butto una manciata di mangime nel pollaio (500 euro) e mentre le galline si azzuffano su come spenderli e soprattutto su come rendicontarli, ci si dimentica di tutto il resto. Il copione è scontato. E l'anno prossimo ancora meglio, avremo invece dell'accredito addirittura una Carta elettronica del docente con cui autoaggiornarci più veloci. Così coroneremo il nostro sogno di sentirci come tanti piccoli sindaci e consiglieri regionali. Pensate, una carta di credito dedicata. Ma noi, ci giurerei, saremo attenti a non spenderli in cose futili. Tutto ciò, mentre i nostri studenti dicono che le competenze digitali non le apprendono a scuola ma in modo autonomo o sui luoghi di lavoro (quando lo trovano). E mentre i tagli alla scuola sono evidenti.
IN CLASSE
Matematica antipatica?
Roberto Dvornicich - 24-10-2015
Pochi giorni fa l'Ocse ha ribadito l'importanza di studiare di più e meglio la Matematica a scuola: ma in Italia per gran parte degli alunni la disciplina rimane davvero ostica. Eppure, i dati internazionali ci dicono che impegnarsi nel suo studio è fondamentale per la crescita formativa dei giovani: dall'ultimo Focus Ocse-Pisa è emerso che nel periodo 2003-2012, grazie all'incremento di una ventina di minuti alla settimana della fondamentale disciplina scientifica, si può ottenere miglioramento delle performance degli studenti 15enni. Anche gli italiani non si sottraggono a questa "regola". Sempre che vi siano, dietro la cattedra, "insegnanti più preparati e metodi adatti ai ragazzi di oggi".

  Newsletter precedente Newsletter successiva