Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 31 - a.s. 10/11
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 22/05/2011
raccontiscaffali

Sommario

NOTIZIE DAL FRONTE

Tendenze anomale

di Francesco Di Lorenzo
E darsi all'ippica?
di Francesco Di Lorenzo

TRA SCUOLA E PAESE

La Battaglia di Waterloo-ArcoreK...

di Giovanni Pontillo
Valori che contano
di Lorenzo Picunio
Per chi ci crede ancora
di Centro Studi Erickson
Tremonti e compagni: il suicidio è di massa
di Giuseppe Aragno

DIBATTITO

Prove Invalsi: un'occasione per ristrutturare la scuola

di Enrico Maranzana
La Prova di italiano nel secondo ciclo: spunti di analisi
di Maurizio Tirittico
L'Invalsi è democratico
di Erich Battistin e Antonio Schizzerotto


Fai conoscere fuoriregistro ai tuoi amici
Condivi

Tendenze anomale
di Francesco Di Lorenzo

La sfiducia avanza inesorabile. Alla domanda - "Ritieni che l'istruzione universitaria sia un'opzione attraente per i giovani nel tuo paese?" - ha risposto di sì il 57 % degli intervistati italiani. Per capire se è poco o molto, dobbiamo confrontare i dati con le risposte che si sono avute negli altri paesi europei. Facendo così il confronto, si capirà la china su cui ci siamo incamminati.

Da premettere che la ricerca è stata condotta da un organismo della Commissione europea, per analizzare le tendenze dell'opinione pubblica in merito all'istruzione. La domanda ( insieme ad altre) è stata posta ai giovani dai 15 ai 34 anni.



E darsi all'ippica?
di Francesco Di Lorenzo

L'assemblea regionale siciliana, non avendo altro da fare, ha stabilito che dal prossimo anno il dialetto dovrà essere inserito nei programmi di studio delle scuole primarie e secondarie. Sembra che anche l'opposizione abbia dato il suo contributo ...
E mentre nelle scuole continua il carosello dei ricorsi, in Parlamento fioccano proposte idee geniali a favore del pubblico affossamento...
Non ci resta che attendere ?!?



La Battaglia di Waterloo-ArcoreK...
di Giovanni Pontillo

È stata una delle più cruente battaglie del XXI secolo. Si è combattuta a pochi chilometri da Milano, nel territorio in cui è stato localizzato il quartier generale del leader maximo, presso la cittadina di Waterloo-ArcoreK.
Il combattimento durò complessivamente circa 36 ore, nelle quali morirono oltre 65.000 Soldati PRECARI a cui vanno sommati tutte le migliaia "falciati" nei tre anni precedenti la battaglia finale.
Belusconius il Napoleone voleva attaccare le scioperate forze PRECARIE alle 8.10 del mattino, detta l'ora della Campanella...



Valori che contano
di Lorenzo Picunio

Non possiamo esimerci dal lottare, ancora, per la scuola pubblica, e in particolare contro i tagli, per garantire un servizio che è di tutti.

Sugli organici delle scuole di ogni ordine e grado si misura infatti quanto conti, per l'attuale governo italiano, il desiderio di cultura, di democrazia, di solidarietà, di futuro, di quei valori, cioè, che la scuola pubblica rappresenta.



Per chi ci crede ancora
di Centro Studi Erickson

Intervista a Tullio De Mauro

La scuola ha affrontato in questi decenni problemi difficili di vario tipo, bisogna starci dentro per capire quello che si sta facendo e quello che si può fare. Riassetto dei contenuti degli insegnamenti, problemi di revisione profonda dei modi in cui si può alimentare nelle ragazze, nei ragazzi, nei bambini l'interesse per il sapere, per lo studio. Parlo di questi grandi problemi, ma chi vive la vita della scuola, e in questo includerei anche l'Università, conosce anche gli altri problemi che vanno dai modi deficitari del reclutamento, della formazione, fino all'edilizia scolastica.



Tremonti e compagni: il suicidio è di massa
di Giuseppe Aragno

Quando lo capiranno sarà tardi. E' un territorio vasto e incontrollato. Naufragano tra gli scogli di Lampedusa, il Canal di Sicilia e le aule delle scuole e delle università di tutto il Paese. Li batte la cultura e non lo sanno. E' la storia già scritta che decide, i fatti già avvenuti e i crimini consumati, contro i quali non c'è forza che tenga. Berlusconi, Bossi, La Russa, Gasparri, Tremonti, D'Alema, Veltroni, Casini. Non si tratta solo della paccottiglia plastificata del berlusconismo. E' un suicidio di massa. Muore di leggi razziali l'abbozzo di genocidio tentato da Maroni, si spegne per rigetto il segregazionismo di Fini, Turco e Napolitano. Cede di schianto la pretesa che una banda di mercanti formi un Parlamento, che la libera coscienza dei popoli si sottometta agli interessi di un potere che pretende di decidere persino sulla vita e sulla morte.



Prove Invalsi: un'occasione per ristrutturare la scuola
di Enrico Maranzana

Il dibattito e le resistenze che si sono frapposte all'accertamento delle competenze, curato dell'Invalsi, hanno consentito di rilevare la distanza dei punti di vista dei soggetti in campo, divario originato della confusione che regna nell'amministrazione della scuola.
In questo scritto si prospettano alcuni interventi volti a superare la parcellizzazione del gestione e, di conseguenza, a portare a unità il servizio scolastico.



La Prova di italiano nel secondo ciclo: spunti di analisi
di Maurizio Tirittico

Premessa "politica" - Suggerii a suo tempo di soprassedere alla prova Invalsi per le classi seconde del secondo ciclo, nonostante la norma lo prevedesse (si veda la Direttiva 74 del 2008), in quanto impegnate a giugno nella certificazione di fine obbligo. Sarebbe stato più opportuno che l'Invalsi si fosse attivato fin dall'anno scolastico 2007/08, anno di avvio del nuovo obbligo, eventualmente insieme all'Ansas, a sostenere le scuole a fronte di un impegno assolutamente nuovo per il nostro sistema di istruzione. Non è stato così! Anche per l'assoluto silenzio del Miur, indifferente a fronte di un'operazione che, invece, avrebbe dovuto "rivoluzionare" i nostri bienni! Transeat! Così le scuole sono state investite a maggio di un adempimento, come se nulla di nuovo fosse stato loro imposto per il mese di giugno!



L'Invalsi è democratico
di Erich Battistin e Antonio Schizzerotto

La raccolta sistematica di basi informative sulle competenze scolastiche non si configura come una forma di soffocamento della ricchezza culturale della scuola con ignobili quiz. Né come un tentativo di limitare la libertà di insegnamento. Al contrario, è uno strumento necessario per mettere a punto politiche scolastiche in grado di utilizzare nel modo migliore il denaro pubblico e garantire una maggiore efficacia dei processi di apprendimento, una più equa distribuzione delle risorse educative e una riduzione delle disuguaglianze sociali.



 

Brevi di cronaca
Sicilia: il dialetto ritorna nelle scuole
Sostenibile.blogosfere.it - 21-05-2011
Italiano, matematica, siciliano, latino e... siciliano. La nuova scuola siciliana avrà, tra le materie insegnate dalle scuole elementari alle scuole superiori, anche il dialetto siciliano.
L'isola cede alla recente nefasta riscoperta dei dialetti, quali simboli di identitarismi locali e nuovi settarismi.
Il primo problema è che il dialetto siciliano non esiste, perché ogni zona ha un suo specifico dialetto talora incomprensibile per chi proviene da un'altra località dell'isola.
Il secondo problema, in realtà piu' importante, è la perdita di tempo dietro ad una materia di scarsa utilità pratica futura, mentre le materie scientifiche continueranno ad essere insegnate in misura insufficiente.

[ leggi ][ commenta
Graduatorie precari, la Lega garantisce: punti in più per chi non si sposta
La Tecnica della scuola - 19-05-2011
Potrebbe esserci un'imprevedibile "coda" ad animare il rinnovo delle graduatorie ad esaurimento cui sono in qualche modo interessati oltre 240.000 insegnanti supplenti: in base a quanto dichiarato dal senatore Mario Pittoni, capogruppo della Lega Nord in Commissione Istruzione al Senato, il regolamento che regola l'aggiornamento in corso (c'è tempo fino al 1° giugno) potrebbe infatti subire una importante modifica proprio sul filo di lana (quindi in corso di revisione finale in vista della trasformazione in legge dello Stato del cosiddetto Decreto Sviluppo).

[ leggi ][ commenta
Salone del libro, appello per scuola pubblica
Agenzia Ansa - 18-05-2011
Happening al Salone del libro di Torino nato da una lettera aperta sulla scuola pubblica-statale al presidente della Repubblica, al Parlamento e al governo firmata da 10 editori. Tra i primi firmatari, Laterza, Marco Cassini e Daniele di Gennaro (minimum fax), Carmine Donzelli, Federico Enriques (Zanichelli), Carlo Feltrinelli, Sandra e Sandro Ferri (E/O), Sergio Giunti e Bruno Mari (Giunti), Stefano Mauri (Gruppo Mauri Spagnol), Paolo Mieli (Rcs), Antonio e Olivia Sellerio, Antonio Baravalle (Mondadori Educational).

[ leggi ][ commenta
L'incerto destino dei precari della scuola
ScuolaOggi.org - 17-05-2011
La Gelmini e il suo Ministero sono riusciti nell'impresa impossibile di scontentare tutti. Infatti, si può cambiare provincia, portandosi il proprio punteggio, ma si rimane nella nuova graduatoria per tre anni. E, se si ha la fortuna di passare di ruolo, la permanenza minima nella provincia è di altri cinque anni. Chi non voleva la riapertura delle province ora teme l'assalto dall'esterno, chi era pronto a spostarsi, ora teme un trasferimento in pratica definitivo.

[ leggi ][ commenta
Graduatorie ad esaurimento per i precari abilitati della scuola. Domande entro il 1 giugno
Sindacato SAB - 16-05-2011
Al fine di dare massima informativa tra il personale interessato, vista la ristrettezza dei tempi imposti, comunichiamo che in data 12 maggio è stato pubblicato il decreto Ministeriale n. 44 che permette a tutti i docenti precari abilitati già inseriti nelle precedenti graduatorie ad esaurimento, di aggiornare il proprio punteggio, di permanere nelle medesime graduatorie previa riconferma, di trasferirsi in altra provincia, una sola, mentre chi ancora risulta essere iscritto con riserva alla data di scadenza delle domande che è il 1° giugno, di confermare tale iscrizione con riserva o sciogliere la precedente riserva, con l'inserimento, ora, a pieno titolo.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Da Prometeo a Fukushima, passando per Chernobyl
Lucio Garofalo - 21-05-2011
 pianeta 
La "guerra umanitaria" in Libia e la catastrofe di Fukushima sono due avvenimenti inquietanti che fotografano in modo emblematico l'incombente crisi energetica planetaria, che dovrebbe indurre i governi ad intraprendere strade alternative ... Oggi più che nel passato, sin dai tempi mitici e primordiali di Prometeo, l'eroe titanico che rubò il fuoco agli dei per donarlo all'umanità, questa è seriamente minacciata ...

[ leggi ][ commenta
La Qualità dell'integrazione scolastica e sociale
Edizioni Erickson - 19-05-2011
 proposta 
Rimini, novembre: un Convegno strutturato in 3 sessioni plenarie e in 80 workshop pomeridiani di approfondimento su tematiche inerenti l'educazione, l'integrazione scolastica e sociale, la disabilità, le difficoltà di apprendimento, le metodologie didattiche innovative, le nuove tecnologie. Per insegnanti curricolari e di sostegno, dirigenti scolastici, psicologi, medici, educatori professionali, pedagogisti, logopedisti, riabilitatori, genitori...

[ leggi ][ commenta
Nel Villaggio di Marco Polo
Paola Galletto - 18-05-2011
 curiosità 
Una manifestazione che da lunedì 23 a domenica 29 maggio trasformerà il centro storico di Monforte d'Alba (Cn) in un grande palcoscenico teatrale, rivolto in particolar modo ai bambini, per rappresentare le avventure del celebre viaggiatore e mercante veneziano Marco Polo (1254-1324), narrate nel libro Il Milione.

[ leggi ][ commenta
L'amore tra le prove più dure
Rolando Borzetti - 17-05-2011
 libri 
la testimonianza coraggiosa di come l'amore, condito con tanta fede renda la vita valevole di essere pienamente vissuta, nonostante le prove piu' dure. Marina, protagonista e autrice del libro, non si piange addosso, ne' fa la vittima, ci racconta come fa, ogni giorno, senza pretese paternalistiche o dottorali, ad ''inventarsi una vita normale'' in una situazione che normale non e'.

[ leggi ][ commenta
In uscita il documentario Bakroman
Cinemafrica.org - 16-05-2011
 cinema 
Sarà in sala dal 20 maggio Bakroman, il film di Gianluca e Massimiliano De Serio presentato al 28. Torino Film Festival e vincitore del Premio Persol come miglior documentario italiano.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Festival Economia 2011
I confini della libertà economica:
Trento, 26 maggio
Napoli, 28 maggio
Trento / Rovereto, 2 / 5 giugno

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Fuoriregistro online
Direttore responsabile: Luciano Scateni
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva