Ridere ballando, ovvero un passo avanti e uno indietro
Francesco Di Lorenzo - 24-09-2010
Dallo Speciale Notizie dal fronte


La situazione si fa sempre più comica, oltre che drammatica. Qualcuno direbbe: 'non ci resta che ridere'. Il balletto delle notizie è davvero esilarante. Il ministro Gelmini ha pronunciato, a proposito di Costituzione e Cittadinanza, questa frase: "Mike Bongiorno dovrebbe stare nell'ora di educazione alla cittadinanza perché è stato un buon cittadino". Che, senza offesa per nessuno, è una frase davvero surreale. O almeno 'spettacolare'. E presuppone un pensiero creativo-avanguardistico-sperimentale.
Infatti, per non smentirsi il ministro, in collaborazione con il collega della difesa La Russa, ha siglato un'intesa per l'istituzione di percorsi ginnico-militari per gli alunni del liceo. Detti corsi danno diritto ai crediti. I ragazzi impareranno a sparare con pistola (ad aria compressa), a tirare con l'arco, ad arrampicarsi. In proposito il ministro ha detto: "Le attività in argomento permettono di avvicinare, in modo innovativo e coinvolgente, il mondo della scuola alle forze armate, alla protezione civile, alla croce rossa e ai gruppi volontari del soccorso".

Intanto, sulla 'epocale riforma', si registrano alcuni passi di danza.
Si era appena presentata la novità che dopo 50 giorni di assenza arrivava senza scampo la bocciatura. Beh, non è vero. Comunque, non sempre. Semplicemente si era calcolato che la frequenza dei necessari tre quarti dell'orario annuale fossero 50 giorni. Dividendo 200 per 4.
Ma alcune regioni hanno un calendario che prevede 204, alcune anche 208, giorni di scuola. E poi, non è ancora chiaro se si parla di giorni o di ore complessive di frequenza. Quindi!
Infine c'è l'operazione nostalgia per i licei classici. Nel regolamento finale, contraddicendo quello iniziale, i primi due anni di liceo classico torneranno a chiamarsi quarto e quinto ginnasio.
Come dai tempi 'epocali' della riforma Casati (1859). Forse per ribadire la continuità, forse per sembrare d'epoca. Non è dato sapere.

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf