breve di cronaca
Pubblicità elettorale: i prof «denunciano» il preside
ISTITUTO ROSSELLI
i prof «denunciano» il preside

CASTELFRANCO. La lettera «elettorale» parte per Roma. Una ventina di insegnanti del Rosselli ha già firmato un documento che sarà inviato al ministro Letizia Moratti per informarla su quanto successo in classe il venerdì antecedente il primo turno delle elezioni provinciali. «Abbiamo pensato - spiega uno dei primi firmatari - di limitarci a descrivere i fatti. Valutazioni e conseguenti provvedimenti spettanno agli organi di controllo della scuola e, in primis, al ministro». Il documento è stato illustrato ieri nel corso dell'assemblea sindacale che ha visto la partecipazione di una trentina di prof. All'incontro era presente anche Giuseppe Musumeci, braccio destro del preside Silvio Toffolon e oggetto della lettera distribuita agli studenti e firmata dal presidente del consiglio d'istituto Rodriguez. Il vicepreside, candidato dell'Udc, si è giustificato affermando di non sapere nulla della missiva consegnata in busta chiusa agli studenti per mano dei bidelli, nel cambio dell'ultima ora di lezione. La sua candidatura era stata presentata dal preside anche nel corso di un consiglio d'istituto. Musumeci ha precisato di non aver allora condiviso la scelta del dirigente. I prof in assemblea hanno poi elaborato un documento da consegnare a preside e presidente del consiglio d'istituto chiedendo loro maggior attenzione e maggior prudenza per il futuro e invitandoli a rendere pubblica la loro posizione a studenti e genitori. Le firme di adesione a questa seconda iniziativa saranno raccolte in questi giorni. Della lettera con cui Rodriguez sponsorizzava la candidatura di Musumeci si tornerà a parlare nel prossimo collegio docenti dell'istituto di via Rizzetti convocato per il 15 giugno alle 9.





discussione chiusa  condividi pdf