Non ci pagano :(
Gianni Mereghetti - 12-01-2004
Tra il mese di novembre 2001 e febbraio 2002 ho lavorato come docente nei corsi abilitanti, a tutt’oggi non sono stato pagato! Così non mi sono state pagate le ore che da settembre 2002 a dicembre 2002 ho dedicato ai lavori delle commissioni per progetti di ampliamento dell’offerta formativa nella scuola in cui insegno. Del 2003 non parliamo nemmeno, è appena terminato e sarei un marziano se pensassi che il lavoro in più fatto dentro la scuola mi venga pagato quest’anno!
Si tratta certamente di briciole, ma che dignità può avere un’amministrazione pubblica che tratta in questo modo i suoi dipendenti?
Questo comportamento del Ministero della Pubblica Istruzione e dei suoi organismi territoriali è avvilente ed è l’indizio preoccupante della poca considerazione in cui si tiene il lavoro degli insegnanti!
Non ci possono pagare? Lo possono fare due anni dopo? Non lo potranno fare più? Che almeno lo dicano, ma prima che un insegnante si impegni nell’una o nell’altra iniziativa, così che a conoscenza delle condizioni faccia le sue scelte, e stia sicura l’Amministrazione, che il mondo degli insegnanti è capace di gratuità! Ma è giusto che io sappia se quello che sto facendo è una prestazione professionale o un atto di gratuità!
Che qualcuno intervenga! Non tanto per i quattro soldi che ci devono, ma perché l’Amministrazione ci tratti come esseri umani!

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf

 Camillo Pagni    - 19-01-2004
Sono in perfetto accordo ma spesso noi docenti siamo consenzienti a questo mal costume - ricordo che già nel 1985 gli esami di maturità dell'epoca comprese le spese di mantenimento nelle sedi d'esame anche lontane, venivano pagate con anni di ritardo - ed allora come fare?
Non è sempre difficile: le prestazioni straordinarie, non dovute per contratto, di qualunque tipo e a qualunque tipo rese, devono essere effettuate previa copertura finanziaria esistente.
Purtroppo non so per quale strana ragione, protagonismo in parte, siamo gli unici che si vergognano ad affrontare i problemi economici salvo lamentarsi successivamente.
Bisognerebbe avere il coraggio che alla nostra categoria spesso manca: bravi a dire ma a fare ...?

 Jolanda Rizzi    - 21-01-2004
Anch'io mi trovo esattamente nella stessa situazione. ho provato a parlarne alle RSU della mia scuola, ma neanche loro, che hanno rivolto il quesito ad altri, mi hanno saputo dare una risposta. Sono realmente avvilita.
Jolanda Rizzi