breve di cronaca
Quale sarà il vero senso della parola?
Red - 19-09-2003
Questo il comunicato del governo .

Governo nel vero senso della parola?
Che poi, viene da chiedersi, che vuol dire che è la riforma che si arricchisce? Ad arricchirsi non dovrebbe essere la scuola? Mah (ndr)


La riforma della scuola si arricchisce nel vero senso della parola.
E' stato varato dal Governo un piano di investimenti per complessivi 8320 milioni di euro da destinare alla riforma della scuola di primo grado.

Contestualmente, è stato approvato nel Consiglio dei ministri del 12 settembre 2003 uno schema di decreto legislativo, riguardante il primo modulo dell’attuazione della “riforma Moratti”, relativo alla scuola dell’infanzia (triennale) e al primo ciclo dell’istruzione: scuola primaria (quinquennale) e scuola secondaria di primo grado (triennale). Viene anticipata l’età delle bambine e dei bambini che accedono alla scuola dell’infanzia e alla scuola primaria e rimodulato l’orario annuale delle attività educative; il passaggio dalla scuola primaria alla scuola secondaria di primo grado avverrà previa valutazione positiva e non più con un esame di Stato com’è attualmente l’esame di licenza elementare. L’inglese è la prima lingua straniera tra quelle dell’Unione europea da insegnare agli allievi della scuola primaria fin dalla prima classe; nella scuola secondaria di primo grado verrà insegnata una seconda lingua dell’Unione europea; sono previsti piani di studio personalizzati.

Il provvedimento dà attuazione all'art.1 comma 3 della legge n.53/2003: la Riforma della scuola approvata dal Parlamento il 12 marzo 2003 contenente delega al Governo per riorganizzare il "sistema istruzione" nel nostro Paese.


Per gli amanti della multimedialità, nella pagina dalla quale abbiamo estratto il comunicato, è presente anche una
sintesi
in formato power point. Le slides, come direbbe un personaggio di Zelig, non potevano mancare.



Per gli amanti della ragione, proponiamo, invece:

- “Non capiamo, ma ci crediamo”, commento lucidamente ironico di Aristarco Ammazzacaffè

- il “comunicato stampa del CIDI in data 12 settembre

- il “parere che, sempre il CIDI, esprime su questa operazione di pura propaganda





discussione chiusa  condividi pdf