Maestre, maestri, tutti in piedi...da oggi parlerete inglese!
Claudia Fanti - 25-05-2010
Amici che avete a cuore la sorte del Paese, del lavoro, del tempo pieno... capisco che le questioni scolastiche sono ormai legate a una questione di sopravvivenza puramente "fisica" in tutti sensi, e che quindi il discorrere di didattica sia divenuto pane per i "ricchi", tuttavia suggerirei di non sottovalutare il peso apparentemente insignificante dell'approccio più culturale perché ritengo sia il meno conosciuto da chi è seduto in alto, quello che fa paura, che ci rende animali diversi e, a volte, grazie al cielo, ingestibili, difficilmente manovrabili...
La coscienza si ribella dinanzi all'arroganza del potere (qualsiasi!) quando pretende di prenderci in giro col parlare di efficienza e efficacia del sistema, magari raggiunte per mezzo di prove sul territorio volte a leggere un pezzettino degli apprendimenti-insegnamenti (per poi farla lunga sui risultati), ma si ribella fino all'urlo finale con "stramazzamento" per perdita di sensi, quando, zac e zac, di contro, anzi di lato, con elegante nonchalance, ci ritiene esseri unici, non importa la nostra età di maestre/i, non importa la nostra formazione iniziale in lingua straniera, non cale l'ormai abominevole pronuncia acquisita e non più modificabile, insomma non importa cosa e come insegneremo, non importa la competenza, non importano più per nulla l'efficacia, l'efficienza, non importa la carenza di sussidi indispensabili...e...ci formerà in poche centinaia di ore dicendo: "Lazzaro, alzati e cammina...in inglese!"...
Ma come potremo, nel futuro, tenere il bavaglio (come qualcuno pretenderebbe!) su simili amenità incomprensibili per chi ha sale in zucca?!

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf

 Giulia Gentile    - 30-05-2010
Negli ultimi anni la nostra scuola è diventata la scuola delle magie. Niente sorprese, le maestre e i maestri a richiesta potrebbero parlare tutte le lingue europee e oltre e potrebbero anche insegnarle. il fatto che i bambini capiscano o no è secondario la facciata è assicurata