Contributi volontari dei genitori: un aggiornamento
Francesco Mele - 03-03-2008
una buona notizia ...


Nelle scuole è stato tempo di bilanci preventivi e nelle mia scuola, per una serie di vicissitudini, siamo arrivati "lunghi", approvando il programma annuale solo il 19 febbraio scorso.
La novità è stata che nella relazione di Giunta si fa esplicito riferimento alla situazione di sofferenza della scuola, delle scuole, rispetto ai finanziamenti statali che diminuiscono sempre più e che addirittura non vengono onorati rispetto a quelli promessi (avanziamo ancora molte migliaia di euro per supplenze ed esami di stato degli anni precedenti). Si dice inoltre che le scuole devono ricorrere sempre più spesso ad altre fonti di finanziamento e in particolare ai preziosi contributi delle famiglie, senza i quali ecc. ecc.
Si afferma poi che questa situazione richiede da parte della scuola uno sforzo per accrescere la trasparenza della gestione (impiego ed esiti) delle proprie risorse.
Anche nell'utilizzo c'è stata qualche modifica rispetto allo scorso anno, troppo poco forse rispetto a quanto proponevo, ma penso che l'obiettivo trasparenza possa, per ora, essere considerato un intermedio decisamente soddisfacente.
Si è deciso infatti che informeremo le famiglie sia su come, a preventivo, abbiamo deciso di utilizzare il contributo volontario sia su come, a consuntivo, l'avremo utilizzato. Tutto questo verrà fatto rapportando le cifre complessive al contributo unitario, in modo che ciascuna famiglia sappia come ciascuna quota del proprio contributo verrà e sarà stata utilizzata.
Di seguito vi incollo il testo dell'informazione che daremo ai genitori, si tratta di una bozza preparata da me e che il capo ha già detto che gli pare troppo lunga; vedremo come proporrà di rimaneggiarla e vi informerò come si è conclusa la faccenda. Intanto sento di non violare alcun segreto passandovi questa, anche perché quanto c'è scritto è ripreso e rielaborato, in alcuni passaggi fedelmente, dalla relazione di Giunta al Piano Annuale, documento pubblico che viene addirittura divulgato attraverso il portale della scuola.
Sarebbe interessante rilevare e raccogliere le scuole in cui questa informazione di trasparenza viene data alle famiglie, perché mi sembra un comportamento virtuoso da incentivare e diffondere.

Salud
Francesco


INFORMAZIONE DI TRASPARENZA

La legge Bersani (legge n° 40/07) ha introdotto la possibilità di detrarre dalle tasse, nella misura del 19%, i contributi volontari che le famiglie erogano agli Istituti scolastici. Questo avviene in un quadro generale di riduzione dei finanziamenti statali per il funzionamento ordinario, didattico e amministrativo, delle Istituzioni scolastiche.
La scuola, quindi, deve fare conto sempre di più su risorse aggiuntive (dalle famiglie, da altre istituzioni, da privati, ...) per fare fronte ai propri compiti e alla richiesta di educazione e formazione che viene dal territorio.
In particolare si deve evidenziare il ruolo dei contributi delle famiglie e di altri Enti finanziatori (quali ad es. i Comuni e la Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi), senza i quali non si potrebbero svolgere con adeguati standard di qualità alcune attività che riteniamo essenziali, quali il supporto agli studenti diversamente abili, le attività laboratoriali, certi aspetti di ampliamento dell'offerta formativa per i nostri studenti.
Si tratta di contributi importanti e significativi che impongono alla scuola un'attenzione alla trasparenza della gestione e uno sforzo per rendere conto all'intera comunità sull'impiego e sugli esiti di tali risorse.
In tale spirito il Consiglio di Istituto ha deciso che, a partire da quest'anno, verranno date a ciascuno studente e ai suoi genitori due informazioni di trasparenza, una relativa a come si pensa di utilizzare nel dettaglio il contributo volontario di 85 € versato all'atto dell'iscrizione (bilancio preventivo) e un'altra che riporti come esso è stato effettivamente utilizzato (bilancio consuntivo).
I dati a cui faremo riferimento sono quelli contenuti nel Programma Annuale della scuola (bilancio preventivo) e nel successivo Conto consuntivo relativo all'anno precedente. Tali documenti sono pubblici e a disposizione di tutti gli interessati, ma per rendere più leggibile la parte che riguarda i contributi volontari abbiamo deciso di tradurli nella tabella che segue, che rappresenta la prima delle informazioni annunciate, quella relativa a come si prevede di spendere i contributi ricevuti nel 2008.

CONTRIBUTI VOLONTARI DELLE FAMIGLIE

(dati desunti dal Programma Annuale - Esercizio Finanziario 2008 approvato il 19 febbraio 2008)
Ammontare complessivo stimato: 65.000€ (pari a circa 765 versanti)

Contributo volontario individuale pari a 85€ così suddivisi:

9€ Assicurazione
2€ Libretto delle assenze
15€ Funzionamento amministrativo generale: carta, materiale di cancelleria, stampati e registri, riviste ad uso amministrativo, materiale informatico, cartucce ecc., materiale di farmacia, materiale di pulizia, spese per consulenza informatica e consulenze varie, spese telefoniche, spese postali, assicurazione scuola, indennità e compensi ai revisori dei conti
21€ Funzionamento didattico generale: carta e cancelleria, acquisto di libri per l'aggiornamento della biblioteca, riviste per uso didattico, attrezzature necessarie per l'educazione fisica, beni di consumo dei laboratori (cartucce, nastri, ecc.)
16€ Spese di investimento: rinnovo dei laboratori informatici
10€ Due tessere per le fotocopie
2€ Viaggi e visite di istruzione: gemellaggio con il Canada
10€ Autonomia Organizzativa, qualità, sperimentazione delle tecnologie: registrazione elettronica delle assenze e dei voti degli studenti, accesso a tali informazioni da parte delle famiglie

85€ TOTALE



interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf