Maurizio Tiriticco - ultimi interventi
Maurizio Tiriticco - 06-06-2014
Ormai sono di ogni giorno le notizie relative al malaffare dei nostri quadri dirigenti... E come siamo amministrati da questo novello Miur? Indubbiamente male!
Maurizio Tiriticco - 17-03-2014
Di nterventi edilizi ce ne sarebbero da fare a iosa .. è importante, però considerare che non possiamo più pensare alle tradizionali aule destinate ad ospitare ciascuna una classe di età.
Maurizio Tiriticco - 11-10-2013
La recente pubblicazione del rapporto OCSE PIAAC, realizzato in Italia dall'ISFOL circa i livelli di alfabetizzazione della popolazione del nostro Paese - gli adulti tra i 16 e i 65 anni, tra cui anche i laureati - mi ha veramente preoccupato. Occupiamo soltanto il 23esimo posto!!! E menomale che la ricerca ha riguardato solo 26 Paesi e non tutti i 34 che fanno parte dell'Ocse! Altrimenti, dove ci saremmo collocati? E' anche vero che nel nostro Paese, in fatto di scuola, non si investe come si dovrebbe.
Maurizio Tiriticco - 25-07-2013
è stata presentata recentemente alla Commissione Lavoro del Senato una proposta emendativa al Decreto Lavoro con cui si ipotizza che ai percorsi di apprendistato si possa accedere anche al compimento dei 14 anni di età. Se ciò si realizzasse, svuoteremmo i bienni iniziali del secondo ciclo di istruzione e diremmo addio a un'istruzione di base decennale ampia e forte per tutti! E il divario di sempre tra cittadini che "pensano con la testa" e cittadini che "fanno con le mani" si aggraverebbe! E diremmo addio per sempre a un Paese forte, anche e soprattutto perché tutti i suoi cittadini dovrebbero possedere una cultura di base che permetta a ciascuno di scegliere consapevolmente il suo personale destino professionale. E non saremmo più in grado di garantire a tutti i nostri giovani di acquisire quelle competenze di cittadinanza e culturali di base che sono necessarie per accedere a una società della conoscenza sempre più complessa e che le stesse Raccomandazioni dell'Unione europea sollecitano a tutti i Paesi membri.
Maurizio Tiriticco - 03-06-2013
Dopo anni e anni... finalmente!... Era ora! Il nostro Governo ha assunto le sue decisioni in merito al Quadro Europeo delle Qualifiche, o meglio alla necessità di dichiarare a quale degli otto livelli indicati dall'Unione europea fin dal 5 settembre del 2006 (è la data della proposta di Raccomandazione, poi approvata dal Parlamento europeo e dal Consiglio il 23 aprile 2008) corrisponda ciascuno dei nostri titoli di studio.
Maurizio Tiriticco - 17-05-2013
Un brano di 48 righi che, per di più, richiede continui 'ritorni indietro' è troppo lungo e faticoso per un bambino di quella classe d'età. Le Indicazioni nazionali prevedono la padronanza nella lettura-comprensione e individuazione di informazioni principali e loro relazioni al termine della classe terza e solo per brevi testi!!! Mi chiedo: perché la rilevazione Invalsi non si fa alla fine delle classe terza? Solo perché lo prevede la norma? Mah!!!
Maurizio Tiriticco - 26-04-2013
non è affatto detto che una prova Invalsi sia in grado di dare il coefficiente di produttività di una classe di alunni. Può dirci soltanto se il pensiero convergente di un alunno è in grado di operare correttamente su determinati dati. E non potremmo mai dire che un alunno "non conosce", se non ricorda la data della battaglia di Zama. Perché può darsi che sappia tutto dell'importanza delle guerre puniche, ma non ricordare quel fatidico 202 a.C.! Potremmo allora dargli zero in storia? E poi gli elefanti schierati da Annibale saranno stati veramente 80? Una data! Un numero! Sono sufficienti per promuovere o per bocciare?
Voglio sperare che il nuovo ministro faccia un po' di chiarezza sui compiti dell'Invalsi e sui limiti "oggettivi" delle prove "imposte" alle scuole! Mah!!! Ormai sono anni che mi auguro la nomina di un ministro di alto profilo, all'altezza di una situazione difficile e complessa! Ma non sono mai ascoltato!!! Vogliamo sperare? Mah!!!
Maurizio Tiriticco - 18-02-2013
Tento di abbozzare un elenco di "cose" da chiedere alla nuova maggioranza - augurandomi che abbia una seria consistenza numerica - per quanto riguarda l'attenzione che si dovrà porre nel quinquennio al "Sistema Educativo di Istruzione e Formazione" (l. 53/03, art. 2 e dpr. 275/99, art. 1, c. 2) e le iniziative a lungo termine che si dovranno adottare.

1) PRETENDERE che l'istruzione costituisca un ministero chiave - se è vero che la conoscenza è la molla dello sviluppo, oggi e domani, nelle società avanzate - e che sia affidato a una personalità che sia veramente... capace e meritevole!!!
Maurizio Tiriticco - 08-01-2013
Di ritorno dalle vacanze ci siamo trovati questo bel regalino della Befana! E così pare che il miglior modo per far funzionare le nostre scuole, o meglio, per dirlo in forma più corretta, il nostro Sistema Educativo di Istruzione e Formazione (legge 53/03, art. 2)- e la differenza terminologica non è affatto cosa da poco, sperando che chi ci amministra ne sappia qualcosa - sia quello di "premiare i migliori"! Ebbene! Sono assolutamente contrario, essenzialmente per due motivi, uno teorico - se si può dir così - l'altro relativo al nostro... italico costume! In materia di educazione, formazione e istruzione - e si tratta di tre concetti forti su cui ci siamo impegnati a lavorare quando abbiamo optato per la scuola dell'autonomia (dpr 275/99, art. 1) [1] - le variabili in gioco sono molteplici e non tutte riconducibili a fattori oggettivamente rilevabili, accertabili e misurabili!
Selezione interventi
Ultimi interventi
Anno scolastico 2000 - 2001
Anno scolastico 2001 - 2002
Anno scolastico 2002 - 2003
Anno scolastico 2003 - 2004
Anno scolastico 2004 - 2005
Anno scolastico 2005 - 2006
Anno scolastico 2006 - 2007
Anno scolastico 2007 - 2008
Anno scolastico 2008 - 2009
Anno scolastico 2009 - 2010
Anno scolastico 2010 - 2011
Anno scolastico 2011 - 2012
Anno scolastico 2012 - 2013
Anno scolastico 2013 - 2014
Anno scolastico 2014 - 2015
Anno scolastico 2015 - 2016
Anno scolastico 2016 - 2017
Anno scolastico 2017 - 2018
Anno scolastico 2018 - 2019