Armando Catalano - ultimi interventi
Armando Catalano - 07-05-2004
Carissimi,
a parte le considerazioni risentite e dai toni troppo alti del collega Delmoro (che sbagliando fa di tutta l'erba un fascio, cosa da non far mai per nessuna categoria di persone e di professionisti), vorrei far sapere che gli organi ...
Armando Catalano - 02-04-2004
Un dirigente scolastico che si dimostra autonomo!
Da quando è stata istituita la nuova figura del Dirigente Scolastico (settembre 2000), a seguito del Decreto 59/98 oggi confluito nell’articolo 25 del D.L.vo 165/2001, vi sono stati alcuni momenti in cui su di essa si sono riversati i conflitti di natura sindacale e politica che la scuola sta vivendo in questi ultimi anni con particolare intensità.
Ricordiamo che, appena insediato il Governo Berlusconi, nell’agosto del 2001, i neodirigenti vennero chiamati, con una Nota, peraltro non firmata, del Ministero, a nominare i supplenti annuali di loro competenza anche adottando criteri diversi da quelli previsti dalle leggi come la precedenza in graduatoria.. Si propose per la prima volta il dilemma: obbedire al Ministero, che strizzava l’occhio con complicità alla Dirigenza Scolastica proponendole un incremento di prerogative (chiamare direttamente i supplenti annuali a discrezione) o obbedire alle leggi? La naturale prudenza dei Dirigenti e la reazione sindacale fecero schierare i Dirigenti per la seconda soluzione: fu una prova di autonomia data allora dai Dirigenti Scolastici che tuttavia non fece scuola per il Ministero.
Infatti, un anno dopo, sempre di agosto, i Dirigenti delle scuole elementari furono interpellati tramite cellulare personale sulle spiagge o ai monti, direttamente da zelanti funzionari degli ex Provveditorati, oggi ribattezzati Centri dei Servizi Amministrativi (CSA), per conto del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca (MIUR), affinché aderissero ad una iniziativa di sperimentazione che anticipava alcuni aspetti della controriforma nella scuola elementare. Si ripropose il dilemma: aderire a quella specie di ordine di scuderia amministrativa, impegnando la scuola, oppure attendere, come prevedono le leggi, le delibere del Collegio Docenti e del Consiglio di Istituto? La stragrande maggioranza degli interpellati declinò l’invito, oppure, pur impegnandosi, lo fece con la subordinata che comunque a decidere dovessero essere necessariamente gli Organi Collegiali. Sappiamo come è andata a finire: solo 251 scuole alla fine hanno aderito e di queste una gran parte è fatta di scuole private la cui autonomia dall’apparato amministrativo è assai opinabile.
Oggi la vicenda si ripete su larga scala. I Dirigenti Scolastici vengono chiamati ad applicare il Decreto Legislativo 59/2004 e la conseguente Circolare Ministeriale 29/2004, attuativo della contestatissima Legge di controriforma 53/2003. In una situazione, in cui gli stessi documenti ministeriali sono ritenuti illegittimi sotto il profilo giuridico e contrattuale da parte dei Sindacati Confederali.Da parte ministeriale ci si aspetta dai Dirigenti una pedissequa applicazione delle direttive, come solerti funzionari e Dirigenti centrali e periferici hanno lasciato capire in questi anni, esprimendosi sulla illiceità del comportamento di questo o quel Dirigente Scolastico che, magari, ha pubblicamente espresso critiche alla legge Moratti, ha consentito ai Collegi Docenti di esprimere il loro punto di vista senza contrastarli e senza spiegare la bontà dell’”innovazione” governativa , e ha consentito le “occupazioni” degli edifici ai genitori fuori orario del servizio (e quindi senza penalizzazione e disturbo delle lezioni).



>>> continua...

Selezione interventi
Ultimi interventi
Anno scolastico 2000 - 2001
Anno scolastico 2001 - 2002
Anno scolastico 2002 - 2003
Anno scolastico 2003 - 2004
Anno scolastico 2004 - 2005
Anno scolastico 2005 - 2006
Anno scolastico 2006 - 2007
Anno scolastico 2007 - 2008
Anno scolastico 2008 - 2009
Anno scolastico 2009 - 2010
Anno scolastico 2010 - 2011
Anno scolastico 2011 - 2012
Anno scolastico 2012 - 2013
Anno scolastico 2013 - 2014
Anno scolastico 2014 - 2015
Anno scolastico 2015 - 2016
Anno scolastico 2016 - 2017
Anno scolastico 2017 - 2018
Anno scolastico 2018 - 2019
Anno scolastico 2019 - 2020
Anno scolastico 2020 - 2021