Il ragazzo che non aveva né madre né padre
Pietro - 14-06-2003
C'era una volta un bambino che si chiamava Paolo e che era fantastico. Quando Paolo incominciò a crescere andava a scuola a studiare, ma un giorno la madre di Paolo stava per morire.
La madre chiamò Paolo e gli disse che stava per morire e Paolo divenne molto triste. La madre gli raccontò dove era suo padre, perché lui un giorno aveva domandato, dove era suo padre e che cosa aveva fatto quando era nato.
Sua madre raccontò che quando lui era nato, suo padre era morto perché era molto ammalato.
Quando sua madre finì di raccontare, Paolo si mise a piangere e lei gli disse che non doveva piangere e doveva pensare sempre a suo padre e a sua madre.
Da quel giorno Paolo rimase da solo e non dimenticava le parole di sua madre.
Un giorno Paolo se ne andò dalla sua città e andò nella foresta, dove rimase per anni. La foresta era molto, molto grande.
Quando Paolo fece 20 anni uscì dalla foresta ed era felice perché era sano e salvo. Dopo due mesi Paolo conobbe una ragazza che si chiamava Maria. Questa Ragazza era bellissima aveva 19 anni.
Un giorno Maria e Paolo si sposarono ed ebbero anche dei bambini: uno si chiamava Luca e l'altro Giuseppe.
Luca e Giuseppe erano due bambini fantastici come il loro padre e come la loro madre. Luca e Giuseppe giocavano sempre assieme e Paolo era felice di avere due bambini fantastici che non si davano sempre botte fra di loro e non dicevano parolacce.
Un giorno Paolo disse ai loro figli che andavano al Lunapark.
Luca e Giuseppe si erano divertiti tanto con il loro padre. Quando se ne andarono a casa, si erano detti che il loro padre era il migliore del mondo.
Paolo era felice di quello che si erano detti i suoi figlioli, perché lui aveva sentito che cosa si erano detti.
Quando loro arrivarono a casa Luca e Giuseppe se ne andarono a dormire.
Paolo raccontò tutto e lei ne fu felice e così ne andò nella camera di Luca e Giuseppe e diede loro un bacione grande grande.
La mattina dopo, quando Luca e Giuseppe andarono in bagno videro una stampa di rossetto.
Luca andò in cucina e chiese a sua madre: "L'hai fatto tu?" "Si" disse Maria.
Dopo che Luca aveva sentito che l'aveva fatto sua madre, se ne andò da suo padre a giocare a pallone: Paolo in porta e Luca che tirava. Poi uscì Giuseppe e gioco anche lui. Luca aveva segnato un gol a suo Padre e gli disse: - Bravo!
E Luca rispose - Grazie, Papà!
Dopo la partita se ne andarono a cena e dopo cena se ne andarono a dormire. Ma un giorno Luca e Giuseppe domandarono a Paolo, dove era il loro nonno e Paolo gli disse che era morto e che lui non lo aveva nemmeno conosciuto. A queste parole Luca e Giuseppe volevano saperne di più su che cosa aveva fatto quando il nonno e la nonna erano morti.
Paolo raccontò e gli disse che se ne ando nella foresta e lì lui aveva incontrato Maria, la loro Madre.
Paolo era molto vecchio quando avere raccontato la sua storia, Luca e Giuseppe si erano e poi raccontarono la storia anche ai loro figli. Dopo che Luca ebbe il primo figlio, Paolo morì e se ne andò contento in paradiso perché aveva due figli meravigliosi che non litigavano mai.

Pietro, 6. classe del ginnasio
interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf