Quanta ignoranza trasuda dalla legge 107!
Enrico Maranzana - 26-09-2015
Capitolo I

Il piano triennale dell'offerta formativa è l'asse portante della vita delle scuole: enuncia la finalità cui mira l'organizzazione scolastica.
Definisce l'output di sistema in termini di competenze generali per fissare quanto sarà necessario allo studente, al termine del percorso scolastico, per interagire con l'ambiente socio-culturale.
Il comma 7 della legge 107, che elenca 17 obiettivi formativi prioritari, confonde i fini con i mezzi: il 53% dei traguardi indicati è concettualmente errato!
L'apertura pomeridiana delle scuole e la riduzione del numero di alunni e di studenti per classe", ad esempio, non ha alcuna attinenza con i comportamenti che gli alunni devono esibire per dimostrare il possesso di una competenza!
Sorgono spontanee tre domande:
1. Il legislatore possiede le nozioni necessarie per il governo di un sistema scolastico?
2. Come si può affrontare il problema del merito e della premialità senza possedere l'origine e il senso delle attività che si svolgono a scuola?
3. Com'è possibile che nessuno si sia accorto di tal corbelleria?

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf

 Elena Fazi    - 27-09-2015
possibili e, ahimè, probabili risposte:

1. evidentemente no!
2. è possibile solo per l'arroganza e la superficialità dei nostri legislatori
3. nessuno di questi ha mai lavorato in una scuola o è entrato in classe come docente.

Non si capisce perché tutti si sentano in grado di occuparsi della scuola, solo perché sono stati alunni? un po' poco, direi!