Dichiarazione di solidarietà
Rete nazionale precari scuola - 20-03-2009
DALLA RETE NAZIONALE DEI PRECARI DELLA SCUOLA AGLI STUDENTI UNIVERSITARI DELLA SAPIENZA

Nella giornata del 18 marzo si è svolto lo sciopero dei settori della conoscenza, scuola, università e ricerca, indetto dalla FLC CGIL. La Rete Nazionale dei Precari della Scuola ha deciso di aderire e partecipare alla manifestazione statica che si è tenuta a P.za S.S. Apostoli e, alcuni di noi, al corteo organizzato dagli studenti universitari. All'uscita della città universitaria il corteo è stato bloccato da un imponente schieramento di poliziotti in assetto antisommossa, mentre alcuni studenti trattavano con agenti dei carabinieri per tentare di proseguire è partita, improvvisamente, una carica violentissima che ci ha ricacciati all'interno della città universitaria, alcuni ragazzi sono rimasti feriti, per fortuna non gravemente. Nessun tentativo di uscire dalla città universitaria è valso perché la celere, nel frattempo, aveva bloccato tutte le uscite.
La Rete Nazionale dei Precari della Scuola esprime piena solidarietà agli studenti caricati dalle forze di polizia mentre esercitavano il loro diritto costituzionale a manifestare. Dato che le cariche sono state giustificate dal protocollo sulle manifestazioni definito dal sindaco di Roma e sottoscritto dalle principali confederazioni sindacali, che limita gli spazi ed i modi attraverso i quali poter esercitare il diritto a manifestare, è indispensabile un immediato chiarimento. Chiediamo, quindi, alla CGIL di prendere una posizione netta e di ritirare la firma dal protocollo.


Rete Nazionale Precari della Scuola


interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf