breve di cronaca
Berlinguer difende la Gelmini
E'il titolo con cui Il Corriere della Sera del 16 settembre pubblica un'intervista dell'ex Ministro Berlinguer dove tra l'altro si afferma: "La scuola elementare italiana funziona meglio di quella media e superiore perchè non è stata contaminata da Croce e da Gentile, c'è un buon intreccio tra teoria e pratica. Separare teoria e pratica è stato grande delitto. Detto ciò, io non credo che il Ministro voglia sciupare la scuola elementare. Ed è indubbio che esista un problema vero di numero dei docenti e di risorse. Ma siccome nel tempo pieno è impossibile fare a meno del doppio insegnante e il ministro mi pare molto attento alle famiglie, non credo che lo toccherà".

E dopo a proposito del maestro unico per la scuola elementare, si afferma: "se ragioniamo nel merito e non sull'onda delle polemiche politiche, si può ridurre il rischio prevedendo per le quarte e le quinte la partecipazione di insegnanti delle scuole medie, negli istituti comprensivi, con laboratori sperimentali."

La notizia sembra sconvolgente; però se si pensa (e lo ricorda lo stesso Berlinguer) che il processo della privatizzazione della scuola, dei tagli alla scuola pubblica e finanziamenti alle scuole private e cose del genere è stato avviato proprio da Berlinguer, l'intervento di oggi non può stupire; può solo preoccupare, se si pensa che Berlinguer è un autorevole esponente del PD.

Corrado Mauceri (Comitato di Firenze " Per la scuola della Repubblica")



discussione chiusa  condividi pdf

 Franco Ferrara    - 20-09-2008
Autorevole, Mauceri?