breve di cronaca
Classi troppo affollate?
Tuttoscuola - 08-05-2007
Nei giorni scorsi la stampa nazionale ha riportato dati allarmanti sulla previsione del numero medio di alunni per classe per il prossimo anno scolastico. Ai dati allarmanti ha fatto seguito un comunicato del ministero che ha cercato di buttare acqua sul fuoco, minimizzando gli effetti della riduzione del numero delle classi voluto dalla legge finanziaria 2007, a fronte di un aumento del numero degli studenti.
Tuttoscuola ha esaminato la situazione dei diversi ordini di scuola con riferimento alle situazioni reali e certe (organico di fatto), rilevando anche le variazioni intervenute nel tempo.
I dati non considerano (ne' possono considerare) la situazione che vi sara' a settembre 2007, in quanto solo a quel momento si potranno conoscere i dati reali degli iscritti e delle classi anche per gli istituti di istruzione secondaria superiore (oggetto del servizio giornalistico) che, in questo settore scolastico, sono da sempre notevolmente diversi (inferiori di 30-40 mila unita') da quelli previsionali (organico di diritto).
La media di studenti per classe in questo anno scolastico 2006-07 negli istituti di istruzione secondaria superiore e' pari a 21,5, con minimi scostamenti nella aree geografiche del Paese (di poco inferiore alla media nazionale nelle isole, di poco superiore al sud).
Tra le regioni, la Campania, sempre negli istituti superiori, ha la media piu' alta di alunni per classe (22,2) seguita da Lombardia ed Emilia (21,9). Stanno meglio gli studenti del Friuli Venezia Giulia (19,9 studenti per classe) e il Molise (20,1).
Tra le province fanno registrare i piu' alti tassi di densita' Varese (23,3 studenti per classe), Lecco (22,2), mentre stanno decisamente meglio gli studenti del Verbano e di Gorizia (18,7).

discussione chiusa  condividi pdf

 Redazione    - 11-05-2007
Nel prendere atto che, i dati forniti da Tuttoscuola, si riferiscono all'anno scolastico in corso invitiamo il lettori a leggere ciò che scrive Mario Piemontese su retescuole.