normaTTiva - guida alla normativa utile in ambito scolastico
Norme su:   
Homepage
La redazione
 
Ricerca
infoNORMA
 
Area amministrativa
spazio web   la lista
 
Modulistica
Invia un modulo
 
Iscriviti alla news
 
DIDAweb

  infoNORMA

Occorrenze: trovate 567 / visualizzate 151-175   
Vai a pagina: Precedente Successiva | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23

14/01/2004 Mobilitati 900 mln di euro per modernizzare e rendere più efficiente la P.A.L. (Pubblica Amministrazione Locale)
La Conferenza Stato-Regioni ha appena approvato la 2a fase del Piano di e-Government predisposto dal ministro Stanca, per cui viene stanziato un finanziamento di 900 milioni di euro. Si tratta del più consistente investimento mai realizzato nel nostro Paese per l'innovazione tecnologica nella Pubblica Amministrazione Locale. Cinque le linee d‘azione previste da questa seconda fase: sviluppo dei servizi infrastrutturali locali, diffusione territoriale dei servizi per cittadini e imprese, inclusione dei piccoli Comuni nell'attuazione dell'e-Government, promozione dell'utilizzo dei nuovi servizi presso cittadini e imprese e l’ultima, che costituisce una novità assoluta a livello europeo, quella relativa all’e-Democracy
 
14/01/2004 Decreto Legslativo n. 300 del 30/07/1999
Riforma dell'organizzazione del governo a norma dell'articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n.59. Il decreto istituiva il MIUR quale risultato dell'accorpamento dei ministeri della pubblica istruzione (MPI) e dell'università e delle ricerca scientifica e tecnologica (MUST)
 
14/01/2004 Decreto del Presidente della Repubblica n. 319 del 11/08/2003
Regolamento di organizzazione del M.I.U.R. - Testo in vigore dal 5-12-2003 (G.U.20 novembre 2003 - S.O. n. 177. In base al presente decreto viene delineata una struttura del MIUR fondata su tre Dipartimenti, dedicati ad altrettante aree funzionali omogenee
 
13/01/2004 Corso Junior Manager per l’Impresa Turistica e Alberghiera
Il Corso si rivolge a 25 partecipanti che: - vogliano apprendere contenuti e metodi per lavorare in modo efficace all’interno delle organizzazioni turistiche e alberghiere; - desiderino sviluppare conoscenze metodologiche e tecnico-specialistiche in un percorso formativo che combina la formazione d’aula e di ricerca con un’esperienza di stage di sei mesi in aziende nazionali e di 6 mesi in aziende internazionali; - intendano percorrere un cammino di formazione che consenta loro di evolvere competenze significative in termini di management practices.
 
13/01/2004 Nota n. 724 del 02/12/2003
Sostituzione dei direttori dei servizi generali ed amministrativi. Retribuzione - Chiarimenti.
  • Nel caso di copertura di posti vacanti e disponibili, mediante la nomina degli inclusi nella graduatoria permanente degli aspiranti al posto di ex responsabile amministrativo, agli stessi competono il trattamento economico iniziale del direttore dei servizi generali ed amministrativi, ivi compresa la quota fissa dell’indennità di amministrazione. Analogo trattamento economico compete all’assistente amministrativo nominato in sostituzione del direttore dei servizi generali ed amministrativi su posto vacante e disponibile a seguito di esaurimento delle predette graduatorie permanenti. Nel caso di copertura del posto mediante il ricorso dell’istituto della reggenza, al reggente viene corrisposta anche .....
  •  
    12/01/2004 Circolare Ministeriale n. 173 del 10/12/2001
    Programma annuale delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, per l'anno 2002 - Indicazioni operative di carattere generale
     
    12/01/2004 Circolare Ministeriale n. 118 del 30/10/2002
    Programma annuale delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, per l'anno 2003.
     
    12/01/2004 Prorogata al 29 gennaio l'approvazione del Programma Annuale da parte del Consiglio d'Istituto
    La Circolare n. 88 del 26 novembre 2003, definisce i termini di approvazione e le modalità di acquisizione delle risorse finanziarie, in attuazione dell'art. 2, comma 7, del Decreto Interministeriale n. 44 del 1 febbraio 2001 .
     
    09/01/2004 Decreto Ministeriale del 18/11/2003
    Decreto Ministeriale del 18/11/2003 - Il Decreto stabilisce il compenso lordo annuo spettante al Presidente e ai componenti del collegio dei revisori dei conti; il compenso,l'indennità ed il rimborso spese ai membri del collegio sono corrisposti da un istituto scolastico individuato nell'ambito territoriale dell'Uffcio scolastico regionale con il provvedimento di nomina del Collegio
     
    09/01/2004 Circolare Ministeriale n. 92 del 04/12/2003
    Collegio dei revisori dei conti presso le istituzioni scolastiche. Liquidazione compensi. - Ai revisori dei conti spetta, nei limiti delle normative di riferimento, il trattamento economico di missione nella misura e con le modalità previste per i dirigenti di 1^fascia del comparto dell'area 1, dalle vigenti disposizioni o dal C.C.N.L
     
    09/01/2004 Legge n. 342 del 21/11/2000
    "Misure in materia fiscale" (Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 276 del 25 novembre 2000 - Suppl. Ord.)
     
    08/01/2004 Nota Prot. 13784 del 10 dicembre 2002
    D.M. 44 del 1° febbraio 2001. Schema di convenzione di cassa delle istituzioni scolastiche. Nell'articolo 16 del D.I. n. 44 del 2001, si precisava che il servizio di cassa deve essere affidato ad un unico istituto di credito o ad altri soggetti abilitati per legge (tipo Poste Italiane), mediante apposita convenzione stipulata dal Dirigente scolastico, sulla base di uno schema tipo, predisposto dal MIUR.
     
    08/01/2004 Decreto Interministeriale n. 44 del 01/02/2001
    Art. 16 (Affidamento del servizio) 1. Il servizio di cassa e quello di custodia e amministrazione di titoli pubblici, anche esteri e privati, di proprietà dell'istituzione scolastica, è affidato ad un unico istituto di credito ovvero ad altri soggetti abilitati per legge, in essi compresa la "Poste italiane S.p.a", mediante apposita convenzione, stipulata dal dirigente alle migliori condizioni del mercato per quanto concerne i tassi attivi e passivi e le spese di tenuta conto, comparate, in caso di sostanziale parità, con altri benefici concessi dal predetto istituto, sulla base di uno schema tipo predisposto dal Ministero della pubblica istruzione, d'intesa con il Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica.
     
    07/01/2004 Presto una direttiva per l'obbligo della posta elettronica per le comunicazioni interne alla PA
    Firmata la direttiva per l'obbligo della posta elettronica per le comunicazioni interne alla P.A. Il 27 novembre 2003 il ministro per l’Innovazione e le Tecnologie, Lucio Stanca, di concerto con il ministro della Funzione Pubblica, Luigi Mazzella, ha firmato la direttiva per l'obbligo della posta elettronica per le comunicazioni interne alla Pubblica Amministrazione. Nell’ambito della Prima Conferenza Europea dei Giovani Dirigenti delle P.A., svoltasi a Roma il 22 novembre scorso, il ministro Stanca aveva infatti sottolineato l’enorme crescita nell’uso delle nuove tecnologie nelle comunicazioni della P.A. italiana. Nel mese di ottobre 2003 il numero dei messaggi elettronici scambiati sulla Rete Unitaria della Pubblica Amministrazione-RUPA fra amministrazioni e fra queste e l'esterno hanno quasi raggiunto quota 22 milioni con un aumento del 94,21% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.
     
    07/01/2004 Nota del 21ottobre 2003 Prot. 1558
    Indennità di direzione art. 21 CCNL Comparto Scuola del 26.5.1999 e art. 33 del CIN del Comparto Scuola del 31.8.1999.- L'istituto giuridico "transitorio" dell'incarico di presidenza è previsto dall'art. 477 del T.U. n. 297/94, non è stato disapplicato dal CCNL 24/07/2003, anzi espressamente richiamato nell'art. 14, pertanto risulta norma vigente
     
    07/01/2004 Decreto Legislativo n. 297 del 16 aprile 94
    ART. 477 INCARICHI DI PRESIDENZA 1. Gli incarichi di presidenza di durata annuale negli istituti e nelle scuole di istruzione secondaria, nei licei artistici e negli istituti d'arte sono conferiti, a domanda, ogni anno, dal provveditore agli studi in base ad apposite graduatorie provinciali di merito distintamente formate per i vari tipi di presidenza da conferire. Per le scuole con lingua di insegnamento diversa da quella italiana saranno formate apposite graduatorie provinciali di merito.
     
    22/12/2003 Decreto Interministeriale del 5 aprile 2001
    ART 3 comma 1. I dipendenti, di cui all'art. 1 del presente accordo, sono inquadrati nella progressione economica per posizioni stipendiali delle corrispondenti qualifiche professionali del comparto scuola, indicate nell'allegata tabella B, con le seguenti modalità. Ai suddetti dipendenti viene attribuita la posizione stipendiale, tra quelle indicate nell'allegata tabella B, d'importo pari o immediatamente inferiore al trattamento annuo in godimento al 31 dicembre 1999 costituito da stipendio e retribuzione individuale di anzianità nonché, per coloro che ne sono provvisti, dall'indennità specifica prevista dall'art. 4, comma 3, del C.C.N.L. 16 luglio 1996 enti locali come modificato dall'art. 28 del C.C.N.L. 1o aprile 1999 enti locali, dall'indennità prevista dall'art. 37, comma 4, del C.C.N.L. 6 luglio 1995 e dall'indennità prevista dall'art. 37, comma 1, lettera d), del medesimo C.C.N.L.
     
    22/12/2003 Legge n. 124 del 3 maggio 1999
    Art. 8 comma 2 Il personale di ruolo di cui al comma 1, dipendente dagli enti locali, in servizio nelle istituzioni scolastiche statali alla data di entrata in vigore della presente legge, è trasferito nei ruoli del personale ATA statale ed è inquadrato nelle qualifiche funzionali e nei profili professionali corrispondenti per lo svolgimento dei compiti propri dei predetti profili.
     
    19/12/2003 Decreto Legislativo n. 165 del 30 marzo 2001
    Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche - Art. 45 comma 1
  • Le amministrazioni pubbliche garantiscono ai propri dipendenti parità di trattamento contrattuale e comunque trattamenti non inferiori a quelli previsti dai rispettivi Contratti Collettivi
  •  
    19/12/2003 CCNL del 24/07/2003 ART. 6 comma 2
    Sono materie di informazione preventiva le seguenti:
  • a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola;
  • b) criteri per la fruizione dei permessi per l'aggiornamento;
  • c) utilizzazione dei servizi sociali; Sono materie di contrattazione integrativa le seguenti:
  • d) modalità di utilizzazione del personale in rapporto al piano dell'offerta formativa;
  • e) criteri riguardanti le assegnazioni del personale docente, educativo ed ATA alle sezioni staccate e ai plessi, ricadute sull'organizzazione del lavoro e del servizio derivanti dall'intensificazione delle prestazioni legate alla definizione dell'unità didattica. Ritorni pomeridiani;
  • f) criteri e modalità di applicazione dei diritti sindacali, nonché determinazione dei contingenti di personale previsti dall'accordo sull'attuazione della legge n. 146/1990, così come modificata e integrata dalla legge n.83/2000;
  • g) attuazione della normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • h) i criteri generali per la ripartizione delle risorse del fondo d'istituto e per l'attribuzione dei compensi accessori, ai sensi dell'art. 45, comma 1, del d.lgs. n. 165/2001, al personale docente, educativo ed ATA;
  • i) criteri e modalità relativi alla organizzazione del lavoro e all'articolazione dell'orario del personale docente, educativo ed ATA, nonché i criteri per l'individuazione del personale docente, educativo ed ATA da utilizzare nelle attività retribuite con il fondo di istituto.
  •  
    18/12/2003 Diretti a n. 53 del 15/05/2002
    Individuazione degli interventi prioritari e criteri generali per la ripartizione delle somme, le indicazioni sul monitoraggio, il supporto e la valutazione degli interventi stessi", ai sensi dell'articolo 2 della legge 18 dicembre 1997, n.440
     
    18/12/2003 Direttiva n. 74 del 27/6/2002

    Fondi per aggiornamento e formazione - Direttiva per la formazione del personale docente e ATA in coerenza con la più generale programmazione delle azioni formative d'Istituto
     
    18/12/2003 Circolare Ministeriale n. 81 del 17/7/2002
    Legge 440/97. Fondo per l'arricchimento e l'ampliamento dell'offerta formativa e per gli interventi perequativi. A. F. 2002. Interventi per l'integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap. Piano di riparto di euro 4.168.283,27
     
    17/12/2003 Nota prot 3068 del 2 ottobre 2003
    Contenzioso in materia di riammissione in servizio del personale della scuola appartenente all’ex carriera direttiva Sono disponibili solo posti dirigenziali e non più posti riferiti all’ex qualifica di preside e di direttore didattico, in seguito all’attribuzione, a far data dal 1° settembre 2000, della autonomia a tutte le istituzioni scolastiche e della conseguente qualifica dirigenziale ai capi d’istituto preposti
     
    17/12/2003 Decreto del Presidente della Repubblica n. 417 del 31/5/74
    Norme sullo stato giuridico del personale docente, direttivo ed ispettivo della scuola materna, elementare, secondaria ed artistica dello Stato
  • ART. 115 - Riammissione in servizio. Al personale di cui al presente decreto si applicano, per quanto concerne la riammissione in servizio, le disposizioni di cui al testo unico approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3. La riammissione in servizio è subordinata alla disponibilità del posto o della cattedra e non può aver luogo se la cessazione dal servizio sia avvenuta in applicazione di disposizioni di carattere transitorio o speciali. Il personale riammesso in servizio assume nel ruolo la posizione giuridica ed economica che vi occupava all'atto della cessazione dal rapporto di servizio. Il provvedimento di riammissione in servizio è adottato dal Ministro per la pubblica istruzione, sentito il Consiglio nazionale della pubblica istruzione, per il personale appartenente ai ruoli nazionali e dal provveditore agli studi, sentito il consiglio scolastico provinciale, per il personale appartenente ai ruoli provinciali. La riammissione in servizio ha effetto dallo anno scolastico successivo alla data del relativo provvedimento.
  •  

    Vai a pagina: Precedente Successiva | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23



    è una iniziativa DIDAweb