normaTTiva - guida alla normativa utile in ambito scolastico
Norme su:   
Homepage
La redazione
 
Ricerca
infoNORMA
 
Area amministrativa
spazio web   la lista
 
Modulistica
Invia un modulo
 
Iscriviti alla news
 
DIDAweb

  infoNORMA

Occorrenze: trovate 567 / visualizzate 526-550   
Vai a pagina: Precedente Successiva | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23

01/01/1970 Decreto del Presidente della Repubblica n.970 del 31/10/1975
Norme in materia di scuole aventi particolari finalità (in GU 21 aprile 1976, n. 104)
 
30/11/1999 CCNL del 24/07/2003
ART 6 comma 2 Sono materie di informazione preventiva le seguenti: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b) criteri per la fruizione dei permessi per l'aggiornamento; c) utilizzazione dei servizi sociali; Sono materie di contrattazione integrativa le seguenti: d) modalità di utilizzazione del personale in rapporto al piano dell'offerta formativa; e) criteri riguardanti le assegnazioni del personale docente, educativo ed ATA alle sezioni staccate e ai plessi, ricadute sull'organizzazione del lavoro e del servizio derivanti dall'intensificazione delle prestazioni legate alla definizione dell'unità didattica. Ritorni pomeridiani; f) criteri e modalità di applicazione dei diritti sindacali, nonché determinazione dei contingenti di personale previsti dall'accordo sull'attuazione della legge n. 146/1990, così come modificata e integrata dalla legge n.83/2000; g) attuazione della normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro; h) i criteri generali per la ripartizione delle risorse del fondo d'istituto e per l'attribuzione dei compensi accessori, ai sensi dell'art. 45, comma 1, del d.lgs. n. 165/2001, al personale docente, educativo ed ATA; i) criteri e modalità relativi alla organizzazione del lavoro e all'articolazione dell'orario del personale docente, educativo ed ATA, nonché i criteri per l'individuazione del personale docente, educativo ed ATA da utilizzare nelle attività retribuite con il fondo di istituto.
 
30/11/1999 Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28/12/2000
Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa.
 
30/11/1999 Le leggi razziali e la deportazione degli ebrei italiani dal 1943/1945
Il 5 settembre 1938 con la legge 1390 venne varato il primo provvedimento legislativo per la "difesa della razza nella scuola fascista" che prevedeva l'allontanamento di tutti i docenti e di tutti gli studenti ebrei dalle scuole di ogni ordine e grado anche se non governative e l'allontanamento degli ebrei dalle accademie. Albert Einstein che era membro d'onore dell'Accademia dei Lincei, presentò le dimissioni che vennero immediatamente accettate. Nelle università italiane insegnavano allora 109 docenti ebrei. Molti furono quelli che dovettero emigrare per poter proseguire gli studi e le ricerche iniziate in Italia.
 
30/11/1999 Ordinanza ministeriale n. 9 del 28/01/2004
Ordinanza ministeriale n. 9 del 28 gennaio 2004 prot. n. 196, in corso di registrazione, concernente norme di attuazione del predetto contratto integrativo in materia di mobilità del personale, docente, educativo e A.T.A.
 
30/11/1999 Nota n. 231 del 24/01/2003
Personale docente e non docente dichiarato inidoneo alla propria funzione per motivi di salute. La legge n. 289 del 27/12/2002 (Finanziaria per l'anno 2003) prevede all'art. 35, comma 5, che "il personale docente dichiarato inidoneo alla propria funzione per motivi di salute, ma idoneo ad altri compiti, qualora chieda di essere collocato fuori ruolo o utilizzato in altri compiti, è sottoposto ad accertamento medico da effettuare dalla commissione di cui all'art. 2/bis, comma 2, del decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 157, modificato dall'art. 5 del D.L.vo 29 giugno 1998, n. 278, competente in relazione alla sede di servizio. Tale commissione è competente altresì ad effettuare le periodiche visite di controllo disposte dall'autorità scolastica".
 
30/11/1999 Circolare Ministeriale Prot. n. 2009 del 03/02/2004
Monitoraggio dei Piani Offerta Formativa delle istituzioni scolastiche - a.s. 2003/2004 - Questionario on-line quota di flessibilità / comunicazione promozionale.
 
30/11/1999  Esuberi graduali per gli insegnanti
Gli esuberi di personale provocati dalla riforma Moratti saranno graduali e non generalizzati. Lo proverebbe il fatto che anche quest'anno i docenti che hanno perso il posto lavoravano solo sulle cattedre articolate su più sedi. Per le cattedre ordinarie, infatti, l'amministrazione scolastica ha preferito applicare un criterio più morbido. È quanto emerge dalla risposta del ministero dell'istruzione (prot. n. 283/2004) a un'interrogazione (4-04985, disponibile sul sito www.parlamento.it) presentata da Giuseppe Molinari, deputato della Margherita, nella quale venivano posti in evidenza i rischi per l'occupazione derivanti dalla riduzione del numero dei docenti, prevista dalla riforma della scuola, e dalla cancellazione del tempo pieno e del tempo prolungato.
 
30/11/1999 Definiti i provvedimenti su diritto/dovere all'istruzione, alternanza con il lavoro e regole di valutazione
Obbligo scolastico elevato a 18 anni, possibilità di completare il ciclo secondario superiore lavorando in un'azienda, nuove regole per la valutazione: sono tre delle innovazioni principali introdotte dai rispettivi schemi di decreto legislativo.
 
30/11/1999 Circolare Ministeriale n. 26 del 23/02/2004
Assegnazioni di dirigenti scolastici e di docenti per lo svolgimento dei compiti connessi con l'attuazione dell'autonomia scolastica. Legge 23/12/1998, n 448- art. 26, comma 8. Anno scolastico 2004/2005. L'articolo 26, comma 8, della legge 23 dicembre 1998, n. 448, prevede che l'amministrazione scolastica centrale e periferica può avvalersi, per i compiti connessi con l'attuazione dell'autonomia scolastica, dell'opera di dirigenti scolastici e di docenti, compreso il personale educativo, forniti di adeguati titoli culturali, scientifici e professionali.Il personale che presenta domanda di assegnazione ai sensi della normativa in oggetto, deve dichiarare la propria disponibilità a permanere in tale posizione per la durata prevista dall'ufficio per l'assegnazione stessa, che comunque non può essere inferiore a due anni
 
30/11/1999 Lettera Circolare Prot.n. 1932 del 08/03/2004
L'Ufficio Scolastico Regionale Lazio ha attivato la procedura di selezione del personale interessato alla assegnazione ai compiti ed alle attività specificate nella richiamata C.M. n.26/2004.Allegato alla domanda deve essere trasmesso il curriculum personale nel quale vanno specificati i titoli culturali, scientifici e professionali posseduti e l'eventuale conoscenza di lingue straniere. Nella domanda l'interessato dovrà specificare la sede territoriale e l'area o le aree per le quali intende concorrere. I posti disponibili, complessivamente 26, saranno ripartiti nel territorio e per le aree di attività, individuate tra quelle indicate nella C.M. n. 26/2004 in base sia alle risorse professionali già a disposizione dell'Ufficio sia agli obiettivi ed agli indirizzi programmati. In allegato anche la tebella di valutazione dei titoli.
 
30/11/1999 Indizione dei concorsi per aggiornamento ed inserimento in graduatoria permanente del personale A.T.A.
In base alla C.M. n. 23 prot. n. 272 del 20/2/2004 del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, i Direttori generali degli Uffici scolastici regionali, con esclusione della Valle d'Aosta e delle province autonome di Trento e Bolzano, dovranno indire per l'anno scolastico 2003/2004, nel minor tempo possibile, i concorsi per soli titoli per i profili professionali del personale Ata dell'area A e B, ai sensi dell'art. 554 del D.L.vo n. 297/1994 ed in base all'O.M. 27/5/2002, n. 57. Trattasi di aggiornamento e dell'integrazione delle graduatorie permanenti provinciali del personale Ata relativi ai profili professionali dell'area A (A/1: guardarobiere e A/2: collaboratore scolastico) e dell'area B (B/1: assistente amministrativo; B/2: assistente tecnico; B/3: cuoco; B/4: infermiere).
 
30/11/1999 Disoccupazione, domande entro il 31 marzo
I precari che hanno lavorato l’anno scorso per almeno 78 giornate possono chiedere il versamento dell’indennità di disoccupazione con i requisiti ridotti. A patto che abbiano maturato almeno un contributo settimanale entro la fine del 2001. Il termine di presentazione della domanda è il 31 marzo prossimo. Le istanze, corredate degli allegati, devono essere presentate alla sede Inps più vicina oppure presso i Centri per l’impiego. I moduli sono disponibili presso le sedi dell’Istituto nazionale della previdenza sociale e possono essere scaricati anche da internet collegandosi al sito dell’ente previdenziale. Gli importi dell’indennità si aggirano intorno al 30% della retribuzione media giornaliera e variano a seconda del periodo di disoccupazione. Le somme vengono corrisposte agli interessati dall’Inps, tramite un assegno che viene inviato direttamente a casa. A richiesta dell’interessato è possibile ottenere il versamento delle spettanze sul proprio conto bancario o postale. Nel caso in cui la domanda non venga accolta è possibile presentare ricorso a comitato provinciale dell’Inps, inoltrando un’istanza in carta semplice, corredata dei documenti utili all’istruzione del ricorso. L’indennità con i requisiti ridotti non va confusa con quella relativa ai requisiti normali. Quest’ultima, infatti, spetta a coloro che oltre a poter vantare un’anzianità contributiva di 2 anni, possiedono almeno 52 settimane di contributi versati nel biennio precedente all’anno in cui si presenta la domanda. Le istanze, in quest’ultimo caso, si presentano entro 68 giorni dalla data del licenziamento e l’importo dell’indennità è fissato nell’ordine del 40% della retribuzione media giornaliera.
 
30/11/1999 Nota Prot.n. 1087/A3 del 12 marzo 2004
Giornata "Primavera d'Europa" (23 marzo 2004). Nel contesto dell'ampio dibattito sul futuro dell'Europa, European Schoolnet, in collaborazione con la Commissione europea, indice anche quest'anno la "Primavera d'Europa". Con l'obiettivo di sollecitare gli istituti d'istruzione a organizzare il 23 marzo 2004 discussioni, scambi e incontri che offrano agli allievi e ai loro insegnanti l'occasione di apprendere, d'informarsi e di contribuire alla costruzione europea.
 
30/11/1999 Ordinanza Ministeriale n. 44 del 17 aprile 2002
Conferimento degli incarichi di presidenza negli istituti e scuole di istruzione secondaria di primo e secondo grado a.s. 2002/2003. In attesa della nuova ordinanza per gli incarichi di presidenza per l'anno scolastico 2004-2005 l'Amministrazione si è dichiarata disponibile ad introdurre una deroga rispetto alle graduatorie formulate per settori formativi a seconda della titolarità per i presidi incaricati da uno o più anni in altro settore. Pertanto gli aspiranti che chiedano la conferma dell'incarico di presidenza potranno essere inclusi nella rispettiva graduatoria di settore formativo anche se diversa da quella di titolarità.
 
30/11/1999 Decreto del Presidente della Repubblica n. 417 del 31/5/74
Norme sullo stato giuridico del personale docente, direttivo ed ispettivo della scuola materna, elementare, secondaria ed artistica dello Stato
 
30/11/1999 Tra scuola e impresa dialogo via Internet
Scuola e impresa si parlano attraverso Internet. Una rivoluzione che parte da Torino con l´apertura del portale "Scuolaimpiego", progetto pilota per rendere più rapida la comunicazione tra gli istituti, gli studenti e le aziende del territorio. «Un dialogo che serve a far avvicinare due mondi sempre più necessari l´uno all´altro», sostiene Andrea Pininfarina, presidente dell´Unione industriale che ha promosso l´iniziativa insieme all´Ufficio scolastico regionale e alla Camera di Commercio.
 
30/11/1999 Abbandono, nuovi fondi alle scuole
In arrivo 3 milioni di euro in Lombardia contro la dispersione scolastica. Si è conclusa infatti la prima fase di attività del Consorzio Scholé, relativa alla valutazione delle candidature da parte di associazioni senza scopo di lucro delle province lombarde impegnate nel contrasto del fenomeno della dispersione scolastica. I finanziamenti sono messi a disposizione, oltre che dalla stessa regione, dal Fondo sociale europeo (Fse), dalla comunità europea e dal ministero del lavoro e gestiti, tramite l'istituto della ´Sovvenzione globale', dal Consorzio Scholé.
 
30/11/1999 Abbandono, nuovi fondi alle scuole
In arrivo 3 milioni di euro in Lombardia contro la dispersione scolastica. Si è conclusa infatti la prima fase di attività del Consorzio Scholé, relativa alla valutazione delle candidature da parte di associazioni senza scopo di lucro delle province lombarde impegnate nel contrasto del fenomeno della dispersione scolastica. I finanziamenti sono messi a disposizione, oltre che dalla stessa regione, dal Fondo sociale europeo (Fse), dalla comunità europea e dal ministero del lavoro e gestiti, tramite l'istituto della ´Sovvenzione globale', dal Consorzio Scholé.
 
30/11/1999 Nuove norme in materia di immigrazione. La legge Bossi - Fini: perplessità e critiche
La legge 30 luglio 2002,n.189 si propone di migliorare i flussi migratori e di contrastare più efficacemente l ’immigrazione clandestina,determinando un sistema tendenzialmente più “restrittivo ”. di BRUNO NASCIMBENE.
 
30/11/1999 Approvato il disegno di legge sul precariato
Graduatorie nuove per assumere nella scuola 15 mila unità, tra insegnanti e personale ausiliario, tecnico e amministrativo. Il dl sancisce che agli insegnanti precari che si sono abilitati all'esercizio dell'insegnamento attraverso le scuole universitarie di specializzazione (Ssis) andrà un superpunteggio di 30 punti; sei a i docenti che hanno ottenuto l'abilitazione con il concorso ordinario o la sessione riservata
 
30/11/1999 Circolare n. 37 del 24 marzo 2004
Dotazioni organiche del personale docente per l'anno scolastico 2004-2005 - Trasmissione schema di decreto interministeriale In conformità di quanto previsto dalla legge n. 448/2001, le dotazioni organiche sono assegnate a livello regionale. Spetterà, poi, agli Uffici scolastici regionali procedere alla ripartizione di tali dotazioni tra le province di rispettiva competenza, sulla base delle conformazioni delle scuole e degli attuali assetti, della consistenza delle platee scolastiche, nonché dei criteri indicati dalle disposizioni vigenti. Come fatto presente anche negli anni decorsi, sono ammesse, in casi di necessità,compensazioni tra i contingenti riferiti ai diversi ambiti di scolarità.
 
30/11/1999 Nota prot. 682 Dip. Segr del 2 aprile 2004
Opuscolo "Come deve comportarsi un cittadino prima, durante e dopo un'emergenza".L'Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti di Firenze ha realizzato un opuscolo dal titolo "Come deve comportarsi un cittadino prima, durante e dopo un'emergenza", finalizzato alla diffusione della cultura dell'autoprotezione e della prevenzione e gestione delle emergenze.
 
30/11/1999 Vita a handicap
Per chi è sano ogni malattia costituisce un impaccio passeggero, un'avversità dalla quale presto o tardi ci si può sempre liberare; e tuttavia nel mondo in cui abitiamo vivono, invisibili ai nostri occhi e però tutt'altro che fantasmi, 600 milioni di malati permanenti.
 
30/11/1999 Il servizio di leva considerato punteggio ai fini dell'inserimento in graduatoria
La valutazione del servizio militare per le graduatorie permanenti,considerato alla pari di un normale servizio scolastico, fa ancora discutere. Al di la' del merito della norma (che potrebbe forse presentare il fumus della non legittimita' costituzionale) ci si chiede se davvero la maggioranza maschilista ha commesso un sopruso a danno delle insegnanti del gentil sesso, o se invece ha rimediato ad una dimenticanza della norma intervenendo quindi come atto dovuto.
 

Vai a pagina: Precedente Successiva | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23



è una iniziativa DIDAweb