Il giardino giapponese Karesansui
Condividi questo articolo


I paesaggi Zen nacquero per aiutare i sacerdoti a comprendere meglio lo Zen e i suoi concetti.


Composto da rocce, sabbia e pochissimi o nessun vegetale, il giardino giapponese è l'espressione più tipica della semplicità, del minimalismo tipico della filosofia Zen.


I giardinieri giapponesi hanno sempre venerato la Natura, le stagioni e il paesaggio. Fin dalle origini, i giardini formali in Giappone, rappresentano montagne, cascate, laghi e fiumi del mondo naturale. Usano materiali naturali come il legno, il bambù, rocce e sassi, enfatizzando le forme delle piante e degli alberi e i vari colori del fogliame e il muschio. Diversi sono i tipi di giardini: giardini di colline e pozzi con isole e ponti, giardini del the con lanterne e bacinelle d'acqua, fino ai giardini di pietra Zen con l'importanza del muschio e dei sassi.

Ed è proprio di questi ultimi che parleremo. Non importa quanto grande o piccolo sia il tuo spazio, ci sono mille possibilità di creare un giardino Zen, un posto naturale di pace e tranquillità.

Karesansui


    


La traduzione del termine giapponese Karesansui è "giardini di pietra" e implicita vi è una molteplicità di segnali, di simboli che fanno girare il Ch'i in maniera fluida e scorrevole, nell'intento di riuscire a esprimere un linguaggio poetico. Pietre che devono essere messe d'accordo parallelamente allo studio del terreno e non a caso, pietre di un determinato colore, di dimensioni definite, pietre che diventano poesia e che sanno trasmettere pace e armonia.

Quando si costruisce un giardino di pietra, karesansui, bisogna prima di tutto modellare il terreno come se fosse la base di una montagna o la collina di un campo e dopo disporre le pietre per far sì che facciano parte del disegno globale. Ci sono diversi principi di base per qualificare le pietre secondo la loro forma e l'uso specifico. La forma più importante è quella più alta. Le altre includono quelle orizzontali, piatte, rotonde, quelle che riflettono una piccola collina e quelle che sono appoggiate diagonalmente.

Il vero fulcro della meditazione nel giardino Zen sono le isole che rappresentano l'immortalità, la longevità e la salute. Molti giapponesi tengono nei loro giardini singole rocce che rappresentano le montagne e due antichi simboli tradizionali che nella loro cultura indicano longevità: testuggini e gru. Queste isole sono anche intese come "isole di pensiero" e il loro numero è fondamentale: non devono mai essere pari e mai quattro, perché questo ideogramma è simile a quello della morte.

Le rocce sono anche qualificate in accordo al terreno: montagna, fiume, valle e costa, perché il loro significato dipenderà anche da dove sono state raccolte. Quando si disegna un giardino di pietra, da considerare è il punto dove collocare la pietra più grossa, più imponente e la più bella, e da questo momento considerare gli altri elementi che circondano questa pietra.

L'assenza dell'acqua non è assoluta, dato che è rappresentata dalla ghiaia, rastrellata a disegni che ne simulano il movimento e la luce, rendendo le rocce delle isole. Se invece una pietra è circondata da fiori, un caso raro, poiché questi giardini sono "secchi", essa rappresenterà una divinità.

Diana De Sarrazin
progettista del verde


http://www.lifegate.it/lg_ambiente/articolo.php?id_articolo=1665



Condividi questo articolo

in Giardini: IL GIARDINO DALL'ANTICHITA' AL MEDIOEVOMaria Giulia Dondero -<b> Approcci semiotici alla configurazione del giardino</b>IL GIARDINO NELL'ARTE: dall'antico Egitto al XX secoloIl giardino giapponese KaresansuiIl giardino magico - il giardino musulmano s'innesta sul patrimonio superstite della cultura continentaleHortus conclusus: viaggio simbolico nell'Orto MedievaleIl giardino islamico sollecita i cinque sensi: la varietà dei  colori, i fiori, la fresca brezza , i frutti, l’acqua che rappresenta la voce del giardino e quella di Dio.Il giardino arabo-islamico: in primo luogo geometriaIl giardino sacroIl giardino cinese: un’opera d’arte, con un creatore o artista, ma allo stesso tempo i suoi elementi sono indipendenti, posseggono vita propria<b>IL SOGNO DEL GIARDINO E LA DIMENSIONE APOLLINEA.</b>L'utopia della vita collettiva di giustizia e serenità<b>IL GIARDINO: STORIA, LEGGENDE E MITOLOGIE </b>- Conoscersi attraverso un simbolo  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati