il progetto   |   la lista / iscrizione  |   DIDAweb   


10 INCONTRO  laboratorio


INCONTRO FINALE  CONSEGNA ATTESTATI




 Per maggiori informazioni



Consorzio Gioventù Digitale



Maria Enrica Parenti



Tel. 06-42014109



e.parenti@gioventudigitale.net


[ commenta
DONNE E NUOVE TECNOLOGIE
* - 03.03.2006


DONNE E NUOVE TECNOLOGIE



Conferenza stampa
Roma, 1 marzo 2006, ore 12.00


Sala del Carroccio (Palazzo Senatorio)
Imprese: la "rivoluzione silenziosa" delle donne in rete


Al via la seconda edizione del corso "Donne e nuove tecnologie" promosso dall’Assessorato alle Politiche per la semplificazione, la comunicazione e le pari opportunità del Comune di Roma e dall’Unione degli Industriali e delle imprese di Roma. Il corso è parte integrante del progetto "Favorire le pari opportunità nel settore ICT", riconosciuto come buona prassi della pubblica amministrazione contro il divario digitale di genere.


Cresce la familiarità delle donne con il computer e le nuove tecnologie: dal 2001 ad oggi la presenza femminile nell’uso "abituale" della rete è aumentata del 124%, quella maschile del 57% (dati Censis). Ma cresce soprattutto la capacità delle donne di "fare rete" per uscire dalla marginalità professionale: oggi la Capitale è prima in Italia per il numero di donne imprenditrici, con 42.501 titolari di imprese individuali, contro le 31.082 di Milano o le 30.167 di Torino (VII Rapporto sull’economia romana). Le donne si avvicinano alle tecnologie con un approccio più concreto rispetto agli uomini, perché internet può migliorare non solo la carriera professionale, ma anche la qualità della vita. Nasce con questa filosofia la seconda edizione del corso seminariale "Donne e nuove tecnologie", promosso dall’Assessorato alle Politiche per la semplificazione, la comunicazione e le pari opportunità del Comune di Roma e dall’Unione degli industriali e delle imprese di Roma. A coordinare e ad attuare il progetto sul territorio sono il Consorzio Gioventù Digitale e Uir Femminile Plurale. Il corso è rivolto a donne neolaureate in discipline tecniche, economiche, sociologiche e umanistiche con una elevata votazione di laurea e una conoscenza di base dell’inglese e dell’informatica strumentale. L’obiettivo è quello di stimolare e sostenere la carriera manageriale delle giovani laureate nelle imprese che operano nel settore ICT


Mercoledì prossimo, 1 marzo, alle 12.00 presso la sala del Carroccio, a presentare le novità della seconda edizione del master sarà l’assessore Mariella Gramaglia, che darà voce, successivamente, a tutti i soggetti partner dell’iniziativa. A fare il punto sul tessuto imprenditoriale romano e sull’impegno delle aziende a sostegno delle donne sarà il consigliere incaricato Uir di Roma, Raffaella Alibrandi. Il direttore generale del Consorzio Gioventù Digitale, Mirta Michilli, presenterà il programma formativo e il primo blog dedicato alle donne (www.donneict.it). A documentare il successo della passata edizione, la testimonianza di una donna d’azienda e di una giovane neo-laureata. Interverrà anche il giornalista e collaboratore de "Il Sole24ore", Antonio Dini, che ha raccolto nel volume "Donne e tecnologia. Le buone prassi nella pubblica amministrazione", le quindici eccellenze degli enti locali, tra cui il progetto del Comune di Roma "Favorire le pari opportunità nel settore ICT". Un segno concreto di come il "modello della rete" sia diventato un paradigma di successo anche per le politiche della PA.



Roma, 27 febbraio 2006


Ufficio stampa Consorzio Gioventù Digitale - Itinera Comunicazione: tel. 06 68808433


Giulia Di Marco mob. 328 0349760 - Celeste Bertolini mob. 335 6160525


Ufficio stampa Comune di Roma: tel. 06-67102077


Ufficio stampa Unione degli Industriali e delle imprese di Roma: tel. 06-84499450


CORSO SEMINARIALE PER LA PROMOZIONE DELLA PRESENZA MANAGERIALE DELLE DONNE NEL SETTORE DELLE TECNOLOGIE DELL’INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE


PREMESSA


Secondo recenti ricerche (Fonte CNEL) il rapporto fra le donne e nuove tecnologie è in continuo movimento. Il gap basato sulla differenza di genere nell’ambito delle attività tecnico scientifiche è ancora rilevante ma negli ultimi anni si sta verificando una "rivoluzione silenziosa" che vede le donne sempre più protagoniste, nel lavoro e nella ricerca, di un rapporto innovativo con i saperi tecnologici. In particolare cresce l’interesse verso l’ICT, settore in cui le donne possono portare un contributo molto significativo.


Nel mondo del lavoro è interessante notare come la presenza delle donne varia in base alle dimensioni dell’azienda: le piccole e medie imprese sono restie ad assumere donne in campo tecnico, mentre tra le medio- grandi ci sono realtà molto innovative e con collegamenti internazionali, più aperte e meno legate alla "disparità" fra i sessi. Questa avanzata delle donne negli ultimi anni è da attribuire non solo a una generale crescita di competenze e di consapevolezze femminili, ma anche al ruolo assunto da molte istituzioni che stanno spingendo per un maggior coinvolgimento delle donne nell’ICT. Sono proliferati in più ambiti i progetti volti proprio a ridurre le disuguagliane e a garantire l’empowerment nell’ICT.


Se in generale le nuove opportunità presentate dall’ICT hanno reso le donne più protagoniste, la presenza femminile resta minima ai livelli decisionali: gli stereotipi culturali persistenti e che storicamente hanno finito per scoraggiare l'accesso delle donne a ruoli di prestigio nel settore tecnico-scientifico continuano a ostacolare l’accesso delle donne alle carriere manageriali e dirigenziali.


Quali sono i punti di forza che permettono a una giovane donna di orientarsi nel mondo del lavoro e di acquisire una professionalità che la spinga verso le posizioni apicali di un’impresa? Attraverso quali competenze, professionali e personali, è possibile scoraggiare il sistema di resistenze culturali che ancora dominano il mondo del lavoro? Quale percorso consente di pensare e organizzare una professione "alta" tenendo in equilibrio la passione per il lavoro e le proprie vocazioni personali?


Per rispondere a queste domande è necessario creare dei luoghi formativi in cui costruire le premesse soggettive, culturali e anche professionali perché tra le giovani donne si sviluppino il


senso dell’autonomia, la capacità di informarsi e comunicare, le competenze trasversali: organizzative, relazionali e di leadership. Luoghi in cui le conoscenze vengano non solo apprese in maniera teorica ma avvicinate tramite l’esperienza di chi si muove con successo nel mondo del lavoro.


Per questo si è ritenuto utile progettare un percorso basato sulla comunicazione e il confronto, in cui seminari teorici, incontri con professioniste e manager e laboratori di discussione concorrano a orientare verso il mondo delle professioni ICT.


OBIETTIVO


L’intervento mira a stimolare l’interesse delle giovani laureate verso la peculiarità delle imprese che operano nel settore ITC e ad orientare le partecipanti verso una carriera manageriale


DESTINATARIE


Il corso è rivolto a donne neolaureate in discipline tecniche, economiche, giuridiche, sociologiche ed umanistiche con elevata votazione di laurea e una conoscenza di base dell’inglese e dell’informatica strumentale. Il numero previsto è di 45 partecipanti.


STRUTTURA DEL CORSO


Il corso si articola in diversi momenti formativi





  • SEMINARI TEORICI: costituiscono la "punteggiatura" del percorso e mirano alla crescita conoscitiva della partecipanti sul settore ITC, le sue caratteristiche specifiche nel mercato locale e nazionale e la sua articolazione di genere.
  • TESTIMONIANZE: incontri con donne che provengono dal mondo delle professioni e delle aziende ITC.

  • LABORATORI: incontri di elaborazione e sistematizzazione dei contenuti del corso attraverso la metodologia attiva del lavoro di gruppo.

La durata complessiva del percorso è di 30 ore.


Sono previste singole sessioni di lavoro della durata massima di 3 ore ciascuna.




1 INCONTRO   start-up seminario d’apertura


2 INCONTRO   seminario: Le donne e il mercato del lavoro nelle aziende ICT


3 INCONTRO   laboratorio


4 INCONTRO   testimonianza: TIC e management di impresa


5 INCONTRO   testimonianza: TIC e mondo della ricerca


6 INCONTRO   laboratorio


7 INCONTRO   seminario: Donne e nuove tecnologie, uno sguardo di genere


8 INCONTRO   testimonianza: TIC e pratiche 


9 INCONTRO  testimonianza: TIC e mondo delle istituzioni politiche



Copyright © 2001-2005 DIDAweb, liste di discussione - Tutti i diritti riservati - È una iniziativa DIDAweb