il progetto   |   la lista / iscrizione  |   DIDAweb   

Frédéric Back: IL FIUME DALLE GRANDI ACQUE
Luciana Bertinato - 29.03.2003


IL FIUME DALLE GRANDI ACQUE
(Le fleuve aux grandes eaux, Canada 1993)
Regia: Frédéric Back
Produzione: Società Radio Canada
Durata: 25'

La storia del fiume San Lorenza (chiamato Magtogoek dai nativi), dalla preistoria ad un futuro che si vorrebbe recuperasse il senso vitale del rispetto della natura.

"Più l'umanità diventa forte, più distrugge.
Mi sono ribellato a questa attitudine devastatrice.
Avete mai pensato al tempo, al lavoro, al miracolo che è necessario per creare una vita?
E' un capolavoro d'ingegnosità per la forma, la differenza, l'adattamento, l'evoluzione che persiste dopo milioni di anni. E noi, noi siamo in procinto di distruggre tutto ciò per amore del petrolio, amore della potenza, culto di prodotti chimici dei quali non conosciamo affatto i poteri distruttivi e che ci si ostina a fabbricare per denaro.
Siamo cinque miliardi di esseri umani, cioè dieci miliardi di mani.
Abbiamo bisogno di essere positivi verso la vita, il mondo: quanto basta per innescare un meccanismo che sollevi le masse di questi dieci miliardi di mani e la felicità che esse contengono". Frédéric Back

SCHERMI D’AMORE
7^ edizione
Verona, 28 marzo – 6 aprile 2003

Comune di Verona
Assessorato alla Cultura

Personale di
Frédéric BACK
a cura di Carlo RIDOLFI



Giovedì 3 aprile
Ore 9.30 Cinema Filarmonico

Proiezioni speciali riservate alle scuole medie

CRAC! (Canada, 1981, 12’)
Le traformazioni di Montréal raccontate dal punto di vista di una sedia a dondolo.

L’UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI
(L’homme qui plantait des arbres, Canada 1987, 31’)
Elséard Bouffier rimbosca da solo una vastissima parte della Provenza nel periodo fra le due guerre mondiali.

IL FIUME DALLE GRANDI ACQUE
(Le fleuve aux grandes eaux, Canada 1993, 25’)
Dialogo tra Frédéric Back e Mario Lodi.
La storia del fiume San Lorenzo, dalla preistoria ad un futuro che si vorrebbe recuperasse il senso vitale del rispetto della natura.

Dialogo fra Frédéric Back e Mario Lodi

Ore 14.00 Cinema Filarmonico
(Proiezioni aperte al pubblico)

ABRACADABRA (Canada 1970, 10’)
Un mago ha rubato il sole. Una ragazzina parte alla sua ricerca. Durante il cammino incontra bambini di tutte le razze. Insieme riescono a sconfiggere il mago e a liberare il sole.

TARATATA, LA PARATA
(Taratata, la parade, Canada 1970, 10’)
Un bambino, non riuscendo a vedere la sfilata organizzata per la festa della città, perché sovrastato dalla folla, inventa una sua sfilata immaginaria, ancora più bella di quella reale.

LA CREAZIONE DEGLI UCCELLI
(La création des oiseaux – Légend Micmac, Canada 1962, 10’)
I Micmac, canadesi nativi dell’antica Acadia, narrano la leggenda dell’inverno sconfitto dagli dei, che inviarono il sole per creare le foglie e gli uccelli.

TUTTO NIENTE
(Tout Rien, Canada 1978, 11’)
Dopo la Creazione, il primo uomo e la prima donna chiedono a Dio di essere come i pesci, poi come le scimmie, poi come gli uccelli e diventano sempre più capricciosi e possessivi…

ILLUSIONE?
(Illusion?, Canada 1975, 12’)
Un mago trasforma il mondo in una grande fabbrica grigia, nelle cui catene di montaggio i bambini sono costretti a lavorare, fino a quando non si ribelleranno.




Copyright © 2001-2005 DIDAweb, liste di discussione - Tutti i diritti riservati - È una iniziativa DIDAweb