il progetto   |   la lista / iscrizione  |   DIDAweb   

DOCUMENTO DI PROTESTA DELL' ANIAT DI MESSINA
PIER ALBERTO CARUSO - 15.03.2004


ASSOCIAZIONE NAZIONALE I NSEGNANTI AREA TECNOLOGICA SEDE PROVINCIALE DI MESSINA


Via I settembre, 84


CONSTATATO CHE


Il Ministro Letizia Arnaboldi Brighetto, alias Moratti, con la sua riforma volta soprattutto al taglio delle spese d’istruzione, con una decisione vergognosa e discriminatoria, ha penalizzato ancora una volta unicamente la scuola media il cui orario settimanale è stato ridotto da 30 a 27 ore, e che nella scuola media medesima è stata penalizzata, soprattutto, l’Educazione Tecnica (ora chiamata Tecnologia) e i docenti che la insegnano mediante:


-la riduzione dell’orario da tre ore ad un’ora settimanale ( ovvero a 33 ore annuali ) -la cancellazione di un proprio spazio culturale con l’aggregazione della tecnologia alle scienze.


CON LE PREVEDIBILI FUTURE CONSEGUENZE:


-cancellazione della classe di concorso A033; -messa in esubero di 17.000 docenti che, a loro volta, utilizzati per un biennio perderanno la propria identità culturale correndo l’obbligo del riciclo in aree diverse, o collocati in pensione o in altra amministrazione;


-Mancato espletamento della graduatoria nazionale per l’immissione in ruolo e delle graduatorie delle fasce ABC;


-Annullamento delle prospettive di lavoro di tutti quei giovani che hanno intrapreso da oltre un decennio questo percorso professionale.


I DOCENTI DI EDUCAZIONE TECNICA, SOCI E SIMPATIZZANTI DELL’ ANIAT DELLA SEDE PROVINCIALE DI MESSINA ESPRIMONO


parere negativo in merito al D.L. 23 gennaio 2004, emanato il 28 marzo 2003, n. 53


RIVENDICANO lo spazio culturale conquistato in 40 anni di storia e professionalità nella scuola media


PROCLAMANO LO STATO DI AGITAZIONE dei docenti interessati


ATTIVANDO


-ogni forma democratica di protesta;


-la promozione di raccolta di firme per il ripristino dello spazio culturale;


-la non adozione dei nuovi libri di testo;


SOLLECITANDO le Istituzioni scolastiche di tutto il territorio di Messina e provincia al fine di adottare eventuali azioni tendenti a scardinare i contenuti della riforma Moratti, CHIEDONO ai sindacati, alle forze politiche, ai genitori e alle associazioni professionali di categoria di attivare tutte le iniziative atte a sospendere il processo di riforma, per avviare una fase di riflessione e di modifiche sostanziali al quadro attualmente delineato, accogliendo i contributi di riflessione e di proposta che provengono dal mondo della scuola


FANNO APPELLO agli uomini di cultura e ai cittadini tutti perché s’impegnino in prima persona nella difesa e nella ricostruzione della scuola


[ commenta

 extella    - 09.11.2004
Purtroppo la sicilia tutta ha dimostrato nelle elezioni regionali di essere totalmente disponibile al "martirio" votando in un certo modo, questi sono i risultati.


Copyright © 2001-2005 DIDAweb, liste di discussione - Tutti i diritti riservati - È una iniziativa DIDAweb