INTEGRAZIONE INDIETRO TUTTA

Di Rolando Alberto Borzetti - News - 24.09.2009

COORDINAMENTO ITALIANO INSEGNANTI di SOSTEGNO

www.sostegno.org 

Recapiti:   346 690 37 26

               349 414 47 50 

E-mail: sostegno@sostegno.org

COMUNICATO


Integrazione: indietro tutta. Noi non C.I.I.S.tiamo
.

Le scelte politiche operate in questo ultimo periodo stanno mettendo in ginocchio la scuola pubblica italiana compromettendo, di conseguenza, il processo di inclusione degli alunni con disabilità.

-          Il sovraffollamento delle classi in spazi notoriamente di metratura non sufficiente,

-          più alunni disabili inseriti nella stessa classe: in una si è arrivati a censirne 7 … ma è solo la punta di un iceberg (è stata abolita la norma che stabiliva 1 disabile in classi da 25 e 2 massimo in classi da 20),

-          l’oggettiva RIDUZIONEdelle ore di sostegno didattico erogato per ciascun alunno (stesso numero di risorse a fronte di bisogni aumentati: non si guarda ai bisogni individuali, ci si preoccupa invece che i gli insegnanti per il sostegno sono numericamente gli stessi dell’anno scolastico 2008-09. Gli alunni con disabilità, nel corrente anno scolastico, sono aumentati),

-          il consistente taglio delle risorse umane (con gli ultimi provvedimenti i “precari” sono diventati “precari invisibili”),

-          il sovraccarico di lavoro per gli insegnanti in servizio …

sono alcuni dei temi che segnalano lo stato attuale della scuola pubblica italiana e che denunciano come l’integrazione sia seriamente a rischio. L’ipotesi di un “ritorno al passato”, della riapertura di “classi speciali”, viene alimentata dai “numeri” che, attraverso la forte denuncia mediatica delle famiglie e delle Associazioni, fanno conoscere le molteplici situazioni di disagio. A fronte di questa grave situazione della scuola pubblica e del futuro “a rischio” dell’integrazione, molte organizzazioni hanno aderito per promuovere congiuntamente un Seminario di Studi in cui sarà definita e condivisa la prima «Piattaforma per l’inclusione scolastica degli alunni con disabilità». L’elenco degli “aderenti” e “simpatizzanti” cresce di giorno in giorno, segno che non vi è alcuna intenzione di “gettare la spugna” e che l’attenzione verso l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità non è venuta meno. Nessuno degli aderenti intende tornare indietro”: l’inclusione è una scelta di civiltà, per sua natura irreversibile. Pertanto, l’esperienza può solo proseguire, “continuando il cammino intrapreso”.

Il C.I.I.S.

Didaweb

Educazione & Scuola

Lista di Dw-Handicap

Lista di Handicap e Società

Associazione Tutti a Scuola Onlus

GenitoriTOSTI

Associazione Italiana SuXfragile

Associazione ALMENO CREDO ONLUS

SFIDA Sindacato Famiglie Italiane Diverse Abilità

ANIEF

Associazione CLAUDIA BOTTIGELLI–TORINO

ANMIC Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili

ANFFAS Onlus

con il patrocinio di ANICIA Editore

promuovono

il Seminario Nazionale di Studi sull’Integrazione Scolastica sul tema:

«Integrazione: indietro tutta.

Noi non C.I.I.S.tiamo»

ROMA 24 ottobre 2009(9.00 – 18.30)

Aula Magna del Liceo Scientifico

“Isacco Newton “viale Manzoni n 47

 


 

SONO APERTE LE ISCRIZIONI fino al 15 ottobre 2009, la scheda di iscrizione è scaricabile http://discussioni.sostegno.org/dblog/default.asp                    http://www.sostegno.org/pages/attivita.asp

Un commento

I commenti

  1.    - 20-10-2009

    Come fare Borzetti a non aderire a una simile importante iniziativa, non possiamo arrenderci , ce lo chiedono i nostri figli anche se spesso non possono neppure parlare , insegnare a chi ancora non ha compreso l'immensa ricchezza che può derivare da una buona integrazione scolastica è quanto di minimo possiamo fare noi genitori per insegnare a questa nostra società che il mondo è di tutti ognuno con i propri limiti e è proprio dalla scuola che è giusto parta questo intendimento , tutti siamo diversi , ma tutti siamo uguali, la società accogliente è questo, e forse in questo Seminario e nella successiva piattaforma che spero scaturirà è la prima volta che genitori e insegnanti sono fianco a fianco per il benessee dei nostri figli che come tutti i bambini dovrebbero essere considerati figli di tutti a cui tutti dovremmo riservare il meglio, politica compresa. saluti a tutti, marina cometto , associazione Claudia Bottigelli -Torino





Lascia un tuo commento





<<<