breve di cronaca
La nota del progetto ascolto
Scuolaoggi - 12-01-2007
E a sorpresa spunta il "progetto ascolto", in pratica un sondaggio su un campione di scuole scelte assolutamente a caso dallo stesso ministero per capire come costruire la scuola del dopo Moratti. L'iniziativa promossa con una nota che pubblichiamo di seguito che tuttavia tiene nascosto il questionario su cui verrà somministrato. Ma quel che più soprende è l'ingenuità (ma forse sarebbe meglio dire l'irresponsabilità) di aspettarsi da questa iniziativa dei risultati minimamente attendibili e spendibili. La macchina del sondaggio è comunque avviata. Ecco la nota trasmessa in merito dal povero Giuseppe Cosentino, direttore generale di dipartimento che questa volta ci pare non proprio al meglio delle sue facoltà amministrative.


"Con decreto n. 764 del 5 luglio 2006, l'On. Ministro ha autorizzato un progetto di ricerca finalizzato all'ascolto delle componenti dei vari ordini di scuole.

Tale ricerca, che verrà condotta su un campione statisticamente significativo di istituzioni scolastiche (All.1), è volta ad acquisire dati sulle varie realtà in vista di interventi normativi e azioni di contesto corrispondenti alle effettive esigenze dei soggetti coinvolti.

Un apposito gruppo di progettazione, formato da dirigenti tecnici, dirigenti scolastici e docenti dei vari ordini di scuola, ha provveduto alla elaborazione di specifici strumenti di rilevazione destinati distintamente ai dirigenti scolastici, ai docenti, al personale ATA, alle famiglie e agli studenti nonché ai soggetti rappresentativi delle diverse realtà territoriali (Comuni, Province, Associazioni produttive e Parti sociali).

Per lo svolgimento di tale ricerca, le SS.LL. avranno cura di individuare, in accordo con i dirigenti degli Uffici scolastici provinciali, i dirigenti scolastici delle diverse province che, dopo una preventiva informazione sull'uso degli strumenti, si recheranno per la somministrazione dei questionari presso le istituzioni scolastiche campionate.

Nella scelta dei dirigenti incaricati della somministrazione si dovrà dare priorità a coloro i cui istituti, per le risorse umane e tecnologiche possedute, siano in grado di inserire nel portale appositamente predisposto i dati raccolti nelle diverse istituzioni scolastiche. Il numero dei dirigenti necessari per la realizzazione dell' iniziativa ed il numero di centri per la digitazione si ricavano dalla tabella allegato 2.

Per concordare le modalità di svolgimento dell'iniziativa le SS.LL. vorranno indire, nella sede dell'Ufficio Scolastico Regionale, nel giorno fissato nell'accluso calendario dei lavori (all.3), un'apposita riunione con la partecipazione dei dirigenti scolastici incaricati della somministrazione, dei dirigenti delle scuole indicate nel campione, dei dirigenti degli Uffici Scolastici Provinciali e degli ispettori tecnici del territorio.

A questa riunione saranno presenti componenti del gruppo ministeriale di progetto.

Le SS.LL. trasmetteranno l'unito vademecum descrittivo delle operazioni da svolgere, ai:

- dirigenti degli UU.SS.PP.;

- dirigenti scolastici somministratori dei questionari;

- dirigenti scolastici delle scuole campionate.

La somministrazione dei questionari sarà effettuata, a livello nazionale, nei giorni 25 e 26 gennaio 2007.

I risultati dell'indagine, successivamente, saranno oggetto di riflessione in un seminario nazionale e in conferenze di servizio promosse dalle SS.LL. per un riscontro più particolareggiato dei dati.

Si confida nella consueta, fattiva e puntuale collaborazione.

IL CAPO DIPARTIMENTO

F.to Giuseppe Cosentino


discussione chiusa  condividi pdf

 stella    - 14-01-2007
i sondaggi, i questionari dovrebbero essere fatti su situazioni reali, non scelti dalla scuola e nemmeno fatti senza la condivisione dei genitori, che nella realtà vera, vivono situazioni di estremo disagio in questa scuola che non va...