Ma la docente dov'era?
Manuela Casini - 24-11-2006
Seguo con attenzione l'episodio del ragazzo picchiato da un compagno mentre era in classe. Mi chiedo dove era il docente? si sa ce questi alunni non devono essere lasciati soli a lungo proprio perche' sono indifesi, troppo buoni, possono scambiare le gesta non proprio corrette di qualche compagno che non ha i lsenso del rispetto verso il piu' debole, come gesti da emulare o come gesti non lesivi. Ma ancora chiedo dove era il docente che lo deve seguire, che dovrebbe essere sua guida? Perchè la classe era incostudita? Ed il dirigente che provvedimenti ha preso nei riguardi di tale docente? La scuola non funzionera' mai bene se ognuno non fa il proprio dovere se non si ha il principio del rispetto reciproco non si riconosce al piu' debole il diritto ad essere seguito aiutato, amato.


discussione chiusa  condividi pdf

 renzo stefanel    - 26-11-2006
Dov'era il docente che doveva seguire l'handicappato?
Probabilmente non c'era perché il ministero dà solo sei ore di sostegno su 36 circa di presenza scuola settimanale degli studenti.
Dov'era il docente della classe?
Probabilmente non c'era perché queste cose avvengono al cambio dell'ora (e se io esco per andare in un'altra classe, abbandono per forza la mia. Il teletrasporto non esiste ancora, purtroppo) o a ricreazione o prima dell'inizio delle lezioni o negli spogliatoi delle palestre (so che non è questo il caso), cioè nei momenti fisiologici di assenza degli adulti.
Dov'era moralmente il docente della classe?
Non esisteva, perché i ragazzi di oggi tendono ancor di più a vivere in un mondo separato dagli adulti, tant'è vero che le ultime ricerche definiscono la loro educazione come data non più dalla famiglia, ma dal gruppo di amici. Un docente che sia guida morale di una classe è un miracolo. E quando succede, i genitori lo denunciano per plagio di minorenni.
Ah Ah. Bell'Italia, vero?

 Umberto Novelli    - 26-11-2006
Pienamente d'accordo

 Patrizia Rapanà    - 27-11-2006
E' verissimo: la scuola non funzionera' mai bene se ognuno non fa il proprio dovere. I docenti hanno certamente limiti e difetti. Ma è proprio sicuro che tutto va male per colpa loro? Chi governa la scuola è del tutto innocente?