Una circolare di transizione
Flavio Cucco - 24-10-2006
Pochi giorni fa è uscita la nota Ministeriale - Direzione Generale per lo Studente prot. n. 5090/AO con oggetto: Indicazioni ed orientamenti per iniziative motorie, fisiche e sportive nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, con riferimento alla programmazione dei Giochi sportivi studenteschi e agli interventi nelle aree a rischio - A.S. 2006/2007.

Una circolare che possiamo definire di " transizione ", poiché, pur ponendosi, per l'impostazione generale, in continuità con le precedenti, contiene alcuni elementi di novità e di proposta per il futuro:

- Riprende l'impostazione dell' ex " Perseus" nel destinare alla totalità delle scuole le risorse finanziarie (6.600.000 euro legge 440/97) sulla base di progetti relativi all' educazione motoria e sportiva. Una parte di questi finanziamenti vengono poi riservati a progetti di scuole (e di reti) che privilegino " le problematiche relative al benessere psico-fisico degli studenti.. " in raccordo con altre discipline del curricolo e in continuità tra ordini di scuole e cofinanziati dagli enti locali.

- Avvia, all' interno del "potenziamento delle attività motorie nella scuola primaria" un PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE di un "servizio di consulenza e di collaborazione per interventi di supporto": 100 ore per 3 scuole in ciascuna Provincia utilizzando parte dei 6.600.000 euro. Il servizio di consulenza sarà affidato a docenti di Educazione fisica delle scuole o a diplomati ISEF e laureati in Scienze Motorie.

Si prevedono specifiche iniziative di FORMAZIONE del personale coinvolto e un'attività di monitoraggio e verifica della sperimentazione.

- Destina altri 900.000 euro per " Progetti sperimentali " di attività motoria e sportiva in quelle "città dove alta è la dispersione scolastica commessa a fenomeni di criminalità giovanile e disagio sociale".

- Pone l'attenzione sulla necessità di allargare la partecipazione degli studenti alla pratica sportiva scolastica. In questo ambito si introduce l'obbligatorietà di inserire nelle rappresentative - squadre di scuola/istituto studenti non tesserati per un minimo di 2/3.

- Avvia la costituzione di un TAVOLO TECNICO INTERMINISTERIALE volto a " individuare, nel rispetto delle finalità della scuola e del mondo sportivo, nuove e più opportune strategie per una incentivazione della partecipazione studentesca alla pratica sportiva".

- Da ultimo, ma non meno importante, la circolare porta la firma del Ministro dell'Istruzione Giuseppe Fioroni (erano parecchi anni che la stessa veniva firmata dal Direttore Generale)


Una circolare, dicevamo all'inizio, di " transizione" perché rinvia di fatto all'anno scolastico 2007/ 2008 quelle modifiche sostanziali sulla " Politica sportiva scolastica " e il Potenziamento dell' Educazione fisica, motoria e sportiva (soprattutto nella scuola primaria).

Rispetto alle dichiarazioni ufficiali dei Ministri all'Istruzione e allo Sport di questi ultimi mesi , l'articolato della disposizione, in considerazione anche dei tempi stretti, ci sembra non ancora soddisfacente per determinare una svolta concreta della disciplina.

Ciò nonostante riteniamo che si siano individuati due strumenti importanti:

1- IL TAVOLO INTERMINISTERIALE

2- LA SPERIMENTAZIONE NELLA SCUOLA PRIMARIA


Che, seppur " timidamente", vanno nella direzione delle indicazioni degli insegnanti di educazione fisica e che la Capdi ha proposto con i documenti " Indirizzi per il potenziamento dell' attività sportiva scolastica " e " Riconoscimento dell' Educazione motoria nella scuola primaria". ( vedi www.capdi.it )

Come già avevamo scritto ai primi di giugno, dopo l' insediamento del nuovo Governo e la nomina dei Ministri, la strada per la valorizzazione dell' educazione fisica, motoria e sportiva e il riconoscimento della figura professionale del diplomato ISEF e laureato in Scienze motorie, è ancora lunga ma non più rinviabile, per l'assoluta NECESSITA' SOCIALE della disciplina e la qualità del servizio.

I ministri dell' Istruzione, dello Sport e della Salute si diano gli strumenti per trasformare le dichiarazioni e le indicazioni programmatiche in politiche concrete.

La CAPDI invita a:

- Costituire in tempi brevi il Tavolo Tecnico interministeriale con la presenza significativa di insegnanti di educazione fisica per costruire il Progetto di attività sportiva scolastica per l' a.s. 2007/08 e seguire la Sperimentazione nella primaria.

- Incrementare nelle leggi di finanziamento e specificatamente nella 440/97 le disponibilità finanziarie finalizzate per l'anno 2007/2008 (rispetto ai punti precedenti) Prevedere, oltre ai fondi da erogare alle scuole, all'interno della quota attualmente riservata agli USR, un apposito finanziamento da destinare all'organizzazione dello sport scolastico sul territorio provinciale e regionale

- Avviare l'iter governativo-parlamentare che porti in breve tempo all'insegnamento obbligatorio dell'educazione motoria nella scuola primaria insegnata per almeno due ore settimanali da personale laureato in scienze motorie.

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf