Campagne per il terzo mondo
Lorenzo Picunio - 02-10-2006
LE SCUOLE CHE HANNO COMBATTUTO CONTRO LA "RIFORMA" MORATTI E PER LA QUALITA' DELL'ISTRUZIONE PUBBLICA SOSTENGONO SCUOLE DEL TERZO MONDO.

OGNI INSEGNANTE, GENITORE, STUDENTE CHE LOTTA PER LA SCUOLA DI TUTTI IN ITALIA SOSTIENE LA SALUTE, L'ALFABETIZZAZIONE, LA QUALITA' DELLA VITA DI UN BAMBINO DEL TERZO MONDO.


Questo appello viene dall'associazionismo della scuola italiana, contro ogni "chiusura" egoistica; invitiamo a metterlo in circolazione, in forma "povera", senza foto né stampe a colori, ma soltanto con siti, indirizzi e conti correnti postali delle associazioni, delle istituzioni internazionali e delle O.N.G.impegnate a sostegno dell'educazione. Aggiungere, potendo, altri nomi ed indirizzi e far circolare via web, ma anche per ogni altro canale.

Molti insegnanti, genitori e studenti.


Due possibilità:


Unicef
via Palestro 68
00185 Roma
tel. 800745900
ccp 745000


"Ambizione è che ogni bambino in Africa vada a scuola perché l'istruzione è la porta d'ingresso alla libertà, alla democrazia e allo sviluppo" (Nelson Mandela)
Grazie per il tuo interessamento alla campagna UNICEF "Scuole per l'Africa"!

Questa campagna nasce a sostegno dell'attivismo del Nobel per la pace e primo Presidente del Sudafrica dopo l'apartheid, Nelson Mandela, per favorire l'accesso all'istruzione di base dei bambini africani e per alleviare la povertà, particolarmente nelle comunità rurali del continente.

Nei paesi africani a sud del Sahara, infatti, circa 45 milioni di bambini oggi non vanno a scuola, ossia quasi un bambino su due. In particolare, nelle aree rurali le scuole sono poco numerose e scarsamente equipaggiate, spesso sovraffollate o troppo lontane da raggiungere.

La campagna "Scuole per l'Africa" aiuterà le comunità locali a riparare le vecchie scuole e a ricostruirne di nuove. Gli abitanti dei villaggi coinvolti saranno attori di questo progetto e costruiranno o ripareranno essi stessi le scuole, assumendosi la responsabilità della loro manutenzione, un prerequisito importante per un aiuto di lunga durata.


AMREF Italia ONLUS
c/c poc/c postale 350.23.001


15 ottobre: STAND UP!

Anche AMREF aderisce alla campagna mondiale STAND UP! contro la povertà e per il rispetto degli obiettivi del millennio.

Nel 2000, 189 Capi di stato e di governo, tra cui l'Italia, hanno firmato la "Dichiarazione del Millennio" e si sono impegnati a raggiungere, entro il 2015, otto obiettivi concreti e misurabili - gli Obiettivi del Millennio - per eliminare la povertà e le sue cause più profonde:

1. ELIMINARE LA POVERTÀ ESTREMA E LA FAME
2. RAGGIUNGERE L'ISTRUZIONE PRIMARIA UNIVERSALE
3. PROMUOVERE L'UGUAGLIANZA DI GENERE E L'EMPOWERMENT DELLE DONNE
4. DIMINUIRE LA MORTALITÀ INFANTILE
5. MIGLIORARE LA SALUTE MATERNA
6. COMBATTERE L'HIV/AIDS, LA MALARIA E LE ALTRE MALATTIE
7. ASSICURARE LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE
8. SVILUPPARE UN PARTENARIATO GLOBALE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

Il 15-16 ottobre milioni di persone del mondo sono invitate a partecipare all'iniziativa STAND UP!: alzarsi per chiedere ai leader politici mondiali un maggiore impegno nella lotta alla povertà e il rispetto degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.
L'appello STAND UP! verrà lanciato in tutto il mondo contemporaneamente (indipendentemente dai fusi orari!) dalle 9.30am di domenica 15 alle 9.30am di lunedì 16 ottobre (GMT) (10.30 orario italiano). Tutti coloro che aderiranno all'iniziativa in queste 24 ore saranno contati e parteciperanno alla mobilitazione globale contro la povertà.

Il 17 ottobre il Segretario Generale delle Nazioni Unite Kofi Annan, nel corso di una conferenza stampa a New York, comunicherà il numero complessivo delle persone che nel mondo si saranno alzate.

AMREF aderisce a questa iniziativa mondiale perché da 50 anni è impegnata in Africa con progetti e interventi concreti per combattere la povertà migliorando la salute delle popolazioni più povere, e perché ritiene che i governi di tutto il mondo debbano rispettare gli impegni presi.

Se saremo in tanti a partecipare, i governi non avranno più scuse per non mantenere le promesse!

Le modalità di adesione e il programma delle iniziative previste a Roma, Milano, Parma Udine e tante altre città italiane, sono disponibili sul sito
www.millenniumcampaign.it


interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf