breve di cronaca
Referendum contro la riforma Moratti
Gilda degli Insegnanti - 05-05-2005
La Gilda degli Insegnanti si è appellata ai Presidenti di tutte le Regioni affinché si facessero promotori di un referendum abrogativo della riforma Moratti.

L'intento era quello di responsabilizzare le forze politiche e sociali in merito ai gravi danni che la Riforma sta recando alla scuola italiana.

La richiesta di cinque consigli regionali sarebbe stata infatti sufficiente a far scattare il meccanismo referendario.

L'iniziativa della nostra Associazione è stata sostenuta con l'invio di centinaia di migliaia di cartoline da parte di docenti e genitori agli stessi presidenti di Regione.

A conclusione della campagna la Gilda denuncia però la totale assenza di risposte da parte dei Presidenti delle regioni di entrambi gli schieramenti.

Un segnale questo di preoccupante disimpegno da parte dei politici se non addirittura di sostanziale complicità nello smantellamento della scuola italiana.


Ufficio stampa Gilda Nazionale

Roma, 4 maggio 2005

discussione chiusa  condividi pdf