Abrogare le leggi Moratti
Cobas Scuola - 22-04-2005
Riceviamo e pubblichiamo

Abrogare le leggi Moratti

14 MAGGIO 2005 - MANIFESTAZIONE NAZIONALE
Roma P.della Repubblica - ore 15.00

I Cobas promuovono la manifestazione, convocata da un vasto arco di associazioni, sindacati e partiti, indicendo anche

LO SCIOPERO DELLA SCUOLA PER L'INTERA GIORNATA

sui seguenti obiettivi:

per l'abrogazione delle leggi Moratti, rifiutando l'applicazione di esse nelle Regioni (con il centrosinistra o centrodestra), la divisione classista
tra licei e Formazione professionale, l'alternanza scuola-lavoro, la devolution e ogni recupero della legge Berlinguer;

per l'Obbligo scolastico fino a 18 anni e la formazione professionale dopo l'Obbligo, contro la subordinazione alla logica aziendale;

per la difesa e il potenziamento del Tempo pieno e prolungato, contro il Tutor e il portfolio;

no all'"autonomia" che produce i presidi-padroni e l'esautoramento degli organi collegiali;

cancelliamo la "legge di paritÓ" e i finanziamenti alla scuola privata;

contro la precarizzazione, per l'assunzione di tutti/e i precari sui posti disponibili con l'integrale ricostruzione della carriera, contro il nuovo stato giuridico, la gerarchizzazione e il sistema nazionale di valutazione;

per un Contratto che restituisca a docenti ed Ata salario e diritti con:

a) 250 euro di aumento mensile netto uguale per tutti/e;

b) ripristino della scala mobile e degli scatti biennali;

c) equiparazione dei diritti normativi tra precari e "stabili";

d) incremento degli organici docenti e Ata;

e) anno sabbatico per l'aggiornamento;

contro il taglio delle pensioni, il furto del Tfr/Tfs, i fondi-pensione, il silenzio-assenso;

per la restituzione a tutti del diritto di assemblea. [1]


COBAS Scuola


[1] Si tratta di una, controversa, clausola contrattuale figlia legittima della legge 29/93 recepita in forma inequivocabile nel CCNL 24 luglio 2003 che - in deroga allo Statuto dei Lavoratori (ex lege 300/70) - vieta l'assemblea sindacale in orario di servizio alle OOSS non rappresentative. Una "pretesa" che numerose sentenze della Magistratura del lavoro hanno considerato illegittima. Ma tant'Ŕ la "ratio" della norma contrattuale sembra essere quella del ... "contenzioso infinito". (Red)
interventi dello stesso autore  discussione chiusa  condividi pdf

 Maria Teresa de Nardis    - 22-04-2005
E perchŔ non anche per :
L'ABROGAZIONE DELL'ART.35-COMMA 5 DELLA FINANZIARIA 2003 che ha messo in MOBILITA' e minaccia di LICENZIAMENTO i DOCENTI INIDONEI utilizzati nelle biblioteche scolastiche, nelle segreterie, negli uffici periferici, nei laboratori e nei progetti dell'autonomia scolastica?

 alberto petrocelli    - 24-04-2005
Alcune richieste sono demagogiche. Una , per˛ , l'approvo in pieno: L'ABOLIZIONE DELL'AUTONOMIA E DELLA DIRIGENZA SCOLASTICA!!!

 oliver    - 26-04-2005
Sono totalmente daccordo con tutte le vostre indicazioni, purtroppo nella scuola e non solo la coscienza sindacale Ŕ molto bassa, molti docenti sono convinti che la questione non li riguarda vedi quelli di matematica di artistica di fisica della seconda lingua, diciamola tutta per riformare la scuola si dovrebbe iniziare prima dagli operatori che spesso oltre al defilŔ quotidiano non hanno altro da offrire.