PC ai docenti: ma il ministro sa di cosa parla?
Valerio Pedrelli - 23-09-2004
PC ai docenti a prezzi stracciati: è il nuovo slogan pubblicitario di chi vuole fare della scuola e dei suoi operatori un mercato di incompetenti. Per fortuna gli insegnanti non sono cosi' sprovveduti per cadere in questi imbrogli. Basta leggere alcune delle innumerevoli e-mail della lista specializzata di docenti e-tutor (ANITEL), prove alla mano, per rendersene conto. Qui non centra la politica, qui si parla di competenze e quindi, per fortuna, tutto è dimostrabile! I messaggi originali sono archiviati da Yahoo in http://it.groups.yahoo.com/group/anitel/

---------------------

Ad una occhiata veloce alle caratteristiche dell'Acer mi pare che sul sito del produttore il 4001 abbia una scheda video ATI MOBILITYT RADEONT 9700 e 512 mb di ram, mentre nella scheda MIUR si fa riferimento a 64 mb condivisi e 256 mb di ram. Mi sbaglio? In tal caso saremmo in presenza di una edizione "frenata" per i docenti.
Messaggio firmato

------------------

Ciao A., la vicenda è ancora più ridicola e te la riferisco come "testimone oculare".
Il giorno in cui venne messa on line la pagina http://www.istruzione.it/pc_docenti/pop_hardware.shtml fui informato da una mail speditami da "PCDocenti". Mi collego e trovo l'Acer nella configurazione standard che tu ricordi (scheda video ATI e 512Mb di RAM) a 900 euro. Dopo un po' mi ricollego e trovo il prezzo portato a 915,83. Passa ancora qualche ora, mi ri-ricollego e mi ritrovo una vera e propria versione "personalizzata per il Docente tipo": si erano fregati la scheda video e 256Mb di RAM!!! Questo per non parlare del fatto che il capitolato della CONSIP parlava di notebook con S.O. Linux (in modo da risparmiare i soldi che vanno a Bill).
È andata a finire invece che, chi desidera il sistema Linux (open source), lo paga in più perché è considerato un optional!!! Ad esempio, nel caso dell'Acer (riporto testualmente): "licenza del sistema operativo Linux versione SUSE LINUX 9.1 Professional con Kernell 2.6 Euro 90,00, IVA esclusa " Non c'è che dire: al MIUR sono insuperabili nel continuare a stupirci.
Attendo, divertito, la prossima mossa.
Messaggio firmato

---------------------

Ho appena chiamato il call center Acer per avere alcune delucidazioni sul notebook proposto nell'iniziativa "PC ai docenti". Ebbene: il TravelMate 4001 WLCi è una versione "speciale" riservata ai soli insegnanti con 256 MB di RAM (anzichè i 512 della versione a listino) e con una schada video "Digital Video Memory Tecnology" da 8 MB che all'occorrenza raggiunge i 64 MB sfruttando la RAM (quindi una scheda video esterna che si comporta come un chip integrato!) Nel notebook a listino Acer è proposta una ben superiore ATI MOBILITY RADEON 9700con 64 MB di memoria "proprietaria"). Unica nota positiva è la rateizzazione: 18 mesi a tasso zero presso il rivenditore. Sempre relativamente alla rateizzazione, due giorni fa ho interpellato il servizio pcdocenti@istruzione.it, il quale mi ha così risposto: "Si comunica che non è stato più possibile addebitare le rate direttamente sul cedolino dello stipendio per questioni legate alla normativa del Ministero del Tesoro; l'importo e la scadenza delle rate, vanno concordati con il rivenditore ..."
Messaggio firmato

---------------------

Un qualsiasi lettore super partes puo' autonomamente trarne le conclusioni (grazie per avercele risparmiate!)
Valerio Pedrelli
Presidente Anitel








interventi dello stesso autore  discussione chiusa  condividi pdf

 prof. Carlo Palermo    - 25-09-2004
Lascino scegliere al docente il PC che gli serve e i relativi programmi e gli diano il bonus ministeriale da presentare al venditore, solo dopo aver ricevuto un preventivo scritto

 Luisa Benigni    - 25-09-2004
Anche io ho avuto modo di informarmi presso i rivenditori , dopo aver ottenuto il mio codice PIN, e nonostanìte non sia un'esperta di questioni tecniche, ho capito che le versioni che ci propongono offrono inferiori prestazioni teniche. Il venditore mi ha consigliato addirittuta una marca diversa da quelle proposte che, a parità di prezzo scontato del MIUR, offre prestazioni superiori.

Pertanto vogliamo traparenza. Fateci avere un bonus di acquisto e fateci scegliere il computer che risponde maggiormente alle nostre esigenze professionali.


Luisa Benigni

 umberto novelli    - 25-09-2004
Pensavo fosse una cosa seria, ma evidentemente oltre ai danni al sistema scolastico al ministro piacciono anche le beffe. Grazie per le dritte.