breve di cronaca
Il rovello stava nella data: 11 settembre.
Diario.it - 10-09-2004
Che fu martedì nei due casi.

A Santiago del Cile, l’11 settembre 1973. Trent’anni fa.
A New York, l’11 settembre 2001. Due anni fa.
Successero tutti e due di mattina. La storia venne dal cielo, con gli aerei.


>>> Così un anno fa Diario ricordava due eventi di un'unica data. Lo riproponiamo ad un anno di distanza, contenti delle assonanze. Con qualche ombra in più.<<< [lalineadeltempo]


Trent’anni fa il presidente Salvador Allende non aveva pensato che fedeli piloti della storica aviazione del suo Paese potessero alzarsi in volo con una squadriglia di cacciabombardieri Hawker Hunter e bombardare con missili il suo palazzo.

Due anni fa la Cia e l’Fbi non considerarono seria l’ipotesi che 19 terroristi suicidi potessero impadronirsi di quattro Boeing 767 e scagliarli contro i simboli più conosciuti dell’american way of life.

Questo numero speciale di Diario è dedicato a un duplice anniversario, date tenuamente eppure vischiosamente legate. Se un leader politico italiano, in Parlamento, per denunciare le violenze della polizia al G8 di Genova, parla di «metodi cileni», metà degli italiani capisce benissimo, forse un’altra metà non capisce: «cileno» è un aggettivo anagraficamente caratterizzato. Provoca brividi solo dai quarant’anni in su. «Nine Eleven», invece, sono solo due numeri, ma tutti sappiamo di che cosa stiamo parlando. Forse.
In questo numero diversi scritti vanno e vengono attraverso questi trent’anni. Ovvero, tra piccole utopie e grandi massacri.
• Il famoso regista italiano Roberto Rossellini, incuriosito dal progetto di Unidad Popular, intervistò Salvador Allende per la Rai nel 1971. Parlarono di tutto.
• Uno spirito ribelle americano, Patti Smith, riflette su Nine Eleven, tra sogno e morte. Riccardo Romani e Paola Caridi raccontano su un altro possibile colpevole degli attentati: l’Arabia Saudita. Roberto Festa descrive la persona che conosce bene i due 11 settembre: Henry Kissinger.
• Jaime Riera Rehren racconta la storia del suo amico, grande scrittore, Roberto Bolaño, che tornò da un viaggio e trovò il Cile prigioniero. Mauro Martini ricorda un inaspettato scambio tra un comunista cileno e un dissidente sovietico. Elena Comelli racconta le avventure e le origini di quelli che vennero chiamati i «Chicago Boys».
• Theodore Sorensen, che fu consigliere di John Kennedy, invita il suo Paese a una vera pace; Frank Browning, true american citizen, vorrebbe gli Usa più giusti e meno imperiali. Marc Cooper, che lavorò con Salvador Allende, lo ripropone come modello alla sinistra, Roberto Ampuero ne ricorda la grande dignità. Carmen Yanez ritrova, attraverso una voce, una ragazza che venne torturata insieme a lei; Ariel Dorfman analizza le carte del processo a Pinochet.
• Paolo Hutter racconta come da ragazzo diventò un eroe per caso. Bruno Bongiovanni ripercorre le idee politiche che giravano negli anni Settanta in Italia; Tano D’Amico scattò strane immagini di «operai e soldati». Gianni Barbacetto ricorda quanto i nostri fascisti amassero i camerati cileni.
Buona lettura. Tutto sommato settembre non è un brutto mese.

http://www.diario.it/index.php page=spe.11settembre.home



discussione chiusa  condividi pdf

 IL GRUPPO DI CONTINUITA' DEL FORUM SOCIALE EUROPEO    - 10-09-2004


Presso l'ASTRA OCCUPATO in viale JONIO 211 - Roma (dalla Stazione Termini bus 36 (diretto) oppure 60 e 90) l'incontro inizierà alle ore 11.00 dell' 11 Settembre e si concluderà entro le ore 16.00 del 12 settembre

Sabato 11 Settembre dalle ore 11.00 alle 15.30 Assemblea Plenaria Guerra permanente - Palestina e Medioriente- Europa e neoliberismo.

Sono previsti alcuni interventi introduttivi

Interverrà Loretta Filipov del comitato familiari 11 settembre ed esponente del movimento pacifista USA

ore 15.30 Riunione per la manifestazione nazionale contro la Bossi-Fini per i diritti dei Migranti Tavolo Bastaguerra - Campagna contro le basi militari - Campagna contro i fondi pensione

ore 21.00 Proiezione del film FARHENEIT 9/11 di M.Moore

ore 23.00 Concerto Ci saranno cibo e bevande per una cena di strada alla romana.

Domenica 12 Settembre Ore 9.00 - 16.00 Assemblea Plenaria

Precarietà- Migranti - Politiche Sociali - Movimento e sistema politico - Coordinamento e forme di rappresentanza

All'Astra Occupato ci saranno spazi attrezzati per il pernottamento in sacco a pelo.
Saranno fornite indicazioni per l'ospitalità presso case private, pensioni ecc.

APPELLO

Molte cose sono successe in questo anno trascorso. E molte situazioni modificatesi richiedono nuove riflessioni. L'opposizione alla guerra globale permanente e all'occupazione dell'Iraq ha saputo tradursi in grandi mobilitazioni e divenire discrimine sostanziale anche rispetto agli appuntamenti elettorali.
Il conflitto sociale si è radicato ed esteso nei territori, ponendo la lotta per i diritti del lavoro, sociali e ambientali come motore di cambiamento e di trasformazione, in particolare nel Sud.
Le recenti elezioni europee dicono che la lotta alla guerra e la difesa dello stato sociale sono patrimonio irrinunciabile per le popolazioni europee:ne esce sostanzialmente bocciato il Trattato costituzionale europeo che disegna un continente a-democratico,liberista e mercantile.
Ma intanto la guerra globale continua e cerca di normalizzare e istituzionalizzare l'occupazione, l'attacco ai diritti del lavoro e sociali prosegue senza soluzione di continuità, mentre i Governi Europei, quasi tutti delegittimati dalle recenti elezioni, si apprestano a firmare una Carta Costituzionale su cui i cittadini non hanno potuto dire nulla.
Nel prossimo autunno si svolgeranno due importanti eventi per i movimenti internazionali : il FSE di Londra in ottobre e il FSM di Porto Alegre nel gennaio 2005. Sono appuntamenti importanti perchè sarà dentro di essi che si andranno a tracciare le direzioni e le forme che l'iniziativa dei movimenti intraprenderà, a livello europeo e a livello internazionale.
Ma il prossimo autunno sarà caldo e intenso anche per il nostro Paese : le difficoltà del Governo liberista sono a tutti evidenti tanto quanto la miriade di conflitti sociali che sono in campo, dalle lotte per il salario e il reddito alle iniziative e mobilitazioni contro la "nuova costituzione" europea,alla difesa delle pensioni, dalle lotte contro le privatizzazioni, la precarietà e per la difesa dei servizi pubblici ai diritti sociali e del lavoro, a partire dai e dalle migranti.
Ci sembra importante proporre uno spazio di confronto collettivo, per capire insieme come approfondire la lotta alla guerra e il contrasto alle politiche neoliberiste più o meno "temperate" , per provare a definire alcune campagne comuni, per discutere e praticare le possibili alternative, dentro un quadro di autonomia politica e organizzativa dei movimenti, ma anche all'interno di scenari politici e sociali in rapido mutamento.
Per questo proponiamo a tutte/i quelli che sono da sempre mobilitati contro la guerra e per la fine dell'occupazione in Iraq e in Palestina, a quanti in questi mesi si sono spesi in difesa dei diritti sociali, del lavoro e dei migranti, a quanti hanno prodotto vertenze territoriali ed esperienze di partecipazione ed organizzazione "dal basso", ai social forum, ai tavoli come alle reti associative, sindacali e politiche, ai comitati e coordinamenti che si riconoscono nelle lotte del "movimento dei movimenti", un INCONTRO NAZIONALE di confronto e di proposte da tenersi l'11 e il 12 settembre a Roma presso la sede dell'Arci in via dei Monti di Pietralata, 16 Chiediamo a quanti condividono questa esigenza di uno spazio di incontro e di confronto collettivo di sottoscrivere il presente appello e di partecipare alla costruzione delle due giornate.

IL GRUPPO DI CONTINUITA' DEL FORUM SOCIALE EUROPEO

Adesioni : Arci Attac Fiom Sincobas Giovani Comunisti Tavolo Migranti dei Social Forum Tavolo tematico Bastaguerra Bologna Social Forum Brescia Social Forum Rifondazione Comunista Marcia Mondiale delle Donne Giovani Comunisti della Toscana Social Forum di Sesto Fiorentino Comitato napoletano contro la Guerra Abruzzo Social Forum Partito dei Comunisti Italiani Forum ambientalista Liguria Associazione "Mario Pesce a Fore" Forum sociale del Ponente Genovese Rete Ebrei contro l'occupazione Movimento Palestinese per la cultura e la democrazia Comitato Internazionale di Educazione per la Pace Rete controg8 - Per la globalizzazione dei diritti - Genova Socialismo 2000 Legambiente Centro Antirazzista L'Incontro - La Spezia Roma Nord-Est Social Forum Edoneo for Peace - Roma Associazione l'Altra Lombardia - Su la Testa Comitato permanente per la smilitarizzazione di Sigonella Bloggers per la pace Donne in Nero Tuscia Associazione Erinna Il Battito del Mondo - Orbetello Associazione esposti amianto AEA di Roma e Lazio Forum contro la guerra del Viterbese Venezia Social Forum Unione Inquilini delle Marche Associazione nazionale "Aprile per la Sinistra" Federazione Giovanile Comunisti Italiani Associazione Megachip - Democrazia nella comunicazione Coordinamento Roma Città Aperta alla pace Guerre& Pace - Milano Rete dei Movimenti Rivista Erre - Resistenze Ricerche Rivoluzioni Associazione nazionale Azad - Libertà per il popolo Kurdo Associazione culturale Punto Rosso - Forum Mondiale delle Alternative Associazione dei Senegalesi - Caserta Unione degli Studenti Unione degli Universitari Confederazione Cobas Associazione Zeit U Zaatar Libera Gruppo Abele Associazione Assadakah Associazione per la Pace Maremma Social Forum Comitato Grossetano "Fermiamo la Guerra" Comitato Spontaneo "Solo Aquiloni nel Cielo di Maremma" Carta - Cantieri Sociali Coordinamento PNoGlobal - Pordenone Un Ponte per Liberazione Catania in movimento Firenze Social Forum Rivista Comunista l'Ernesto Altrimondi Sud Pontino Social Forum Associazione Giuristi Democratici di Roma Comitato Fiorentino Fermiamo la guerra Associazione Legalità e Democrazia - Roma Forum contro la Guerra Comitato Utopia Nave dei Popoli Social Forum Valdichiana Materiali Resistenti Comunità Palestinese di Roma e del Lazio Circolo Acli Nepezzano Sdebitarsi

Per comunicare l'adesione e/o la partecipazione incontronazionalefse@yahoo.it