breve di cronaca
Per una scuola pubblica di qualità, formazione, reclutamento, professionalità docente
Piera Capitelli - 24-07-2004
Il 23 Luglio 2004 nella sala del Refettorio di Palazzo San Macuto in via del Seminario a Roma, si è svolto il convegno “Per una scuola pubblica di qualità, formazione, reclutamento, professionalità docente” a cura del Gruppo Parlamentare dei Ds – L’Ulivo della Camera dei Deputati Dipartimento Cultura e Istruzione Ds.

Gli interventi dei deputati e senatori Ds, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, delle associazioni professionali, esperti e degli insegnanti hanno disteso un ventaglio di prospettive e pratiche per una scuola pubblica di qualità.

La negativa reazione delle Associazioni Professionali e delle Organizzazioni Sindacali al nuovo decreto Legislativo Moratti sulla formazione e il reclutamento della scuola, conosciuto dalla maggioranza dei presenti, è stata ferma e unanime. È inaccettabile nel merito e perché viziato da eccesso di delega e di incostituzionalità il decreto che propone la chiamata diretta dei docenti da parti delle scuole.

I presenti, ognuno secondo il proprio ruolo istituzionale e lavorativo, hanno riproposto e dichiarato l’impegno a contrapporsi a questo disegno coerente di devoluzione strisciante e questa concezione di reclutamento discrezionale e inefficiente.

Come in altri e recenti convegni curati dai Ds- Ulivo è emersa l’esigenza di non focalizzarsi soltanto (e giustamente) nelle pratiche di opposizione.

Occorrono, infatti, politiche di lunghissimo periodo con riforme che hanno visioni della scuola e della società della conoscenza coerenti con le nuove esigenze e rivendicazioni che si affacciano verso tutti gli Stati tecnologicamente e ed economicamente più avanzati. Occorrono, nel contempo, chiare scelte politiche che forniscano più risorse e mezzi per la scuola.

Il convegno di oggi rappresenta e ribadisce, da parte dei Ds e dell’UIivo di passare concretamente dalla fase di comprensione e di stesura dei principi, alla precisa individuazione delle condizioni organizzative e materiali per una scuola pubblica di qualità per tutti, attraverso anche e principalmente procedure di formazione e di reclutamento organiche e riqualificanti la professionalità dei docenti.

discussione chiusa  condividi pdf