breve di cronaca
Florilegio
Aldo E. Quagliozzi - 28-07-2004
L’alto magistero di un ministro* della seconda Repubblica italiana, al cui pensiero intere generazioni di abitanti del bel paese hanno attinto e potranno attingere negli anni a venire per pacate riflessioni nel diuturno impegno collettivo a rendere compiuta una derelitta democrazia.
Splendido interprete di un carattere degli abitanti del bel paese, carattere universalmente riconosciuto e che impregna convenientemente i predetti abitanti dalle Alpi al Capo Boeo, tanto per smentire le immaginifiche etnie per le quali tanti buontemponi propongono incredibili, assurde riforme.
E che induce un attento osservatore straniero a scrivere:
“ ( …) In Italia la violenza civile è fortissima ( … ) . E’ una cosa anormale, mostruosa, grottesca. Gli italiani sguazzano nel fatto di essere bravi ragazzi, misurati e all’antica…
Ma c’è una violenza endemica tra vicini che si cela come una sorte di febbre sottopelle. (… ) “
( da “ Il cuore oscuro dell’Italia “ di Tobias Jones )



“ ( … ) Ragazze, mettetevi in borsetta un bel paio di forbici, anche di quelle grandi, da siepe, e usatele fino in fondo per legittima difesa contro gli immigrati. ( … ) “ ( 2 gennaio 2003 )*

“ ( … ) Il ministro dell’interno dichiara che non è un ministro di polizia e quello della Difesa sostiene che la Marina Militare non deve ricorrere all’uso della forza. Mi fa venire in mente quelli che vorrebbero fare i medici ma svengono alla vista del sangue. ( … ) “
( 17 giugno 2003 )*

“ ( … ) Per me la capitale è Milano. Ognuno ha il diritto di avere la sua. La Rai deve traslocare a Milano, altrimenti faremo un casino terribile. ( … ) “ ( 22 settembre 2003 )*

“ ( … ) Vogliamo una commissione parlamentare d’inchiesta per far luce sugli eventuali rapporti del terrorismo con le forze politiche dell’arco costituzionale e con associazioni sindacali. ( … ) “
( 25 ottobre 2003 )*

“ ( … ) I test antidroga dovrebbero essere fatti a tutti gli uomini politici e ai magistrati. E’ incredibile che i test siano obbligatori per gli sportivi e venga tolta la patente a chi usa stupefacenti mentre non si fa nulla nei confronti di chi guida il Paese. ( … ) “
( 23 novembre 2003 )*

“ ( … ) Se non verranno respinte le navi dei mercanti di uomini, le ipotesi sono due: o si dimette Pisanu o si dimette la Lega. La Lega sta con il popolo e con il popolo andremo a cercare sistemi di autodifesa dal terrorismo. ( … ) “ ( 29 novembre 2003 )*

“ ( … ) Come può Ciampi, garante della Costituzione italiana, pretendere l’approvazione della Costituzione europea, cioè lo strumento che priva il popolo della sua sovranità? ( … ) “
( 5 gennaio 2004 )*

“ ( … ) Ciampi elogia i fratelli Cervi ma dimentica gli allevatori di oggi. Il tricolore è uno strumento per cancellare le bandiere dei popoli. ( … ) “ ( 8 gennaio 2004 )*

“ ( … ) Deve stare attento il presidente Ciampi a chiedere di reagire contro chi ha speculato sull’euro. Non si sa mai quali reazioni potrebbe avere un popolo incazzato per il fatto che grazie all’euro non riesce più ad arrivare alla fine del mese. ( … ) “ ( 24 gennaio 2004 )*

“ ( … ) Io fascista non me lo lascio dare da nessuno. Da questo attacco dei magistrati ci difenderemo a colpi di clava. I magistrati vanno verso lo sciopero? Ci vuole un bel decreto di precetto che li obblighi a fare i tranvieri. ( … ) “ ( 8 febbraio 2004 )*

“ ( … ) Pannella continui pure a fare i suoi scioperi della fame, non possono che fargli bene vista la stazza che si ritrova. Ma dovrebbero essere chiamati con il loro vero nome: diete da soprappeso. ( … ) “ ( 9 aprile 2004 )*


“ ( … ) Le ha viste Ciampi le immagini delle Due Torri o quelle dei corpi straziati degli innocenti pendolari spagnoli, o quelle, più recenti degli ostaggi civili col coltello alla gola?
Chi si rende colpevole di azioni del genere è una bestia feroce. E con le bestie feroci, forse, gli unici metodi che possono dare risultati sono quelli di Saddam Hussein. Anche lui può averci insegnato qualche cosa. ( … ) “ ( 10 aprile 2004 )*

“ ( … ) L’unico sostituto di Giulio Tremonti è Tremonti Giulio. Ecco perché ora l’unica persona in cui riponiamo fiducia è il presidente del Consiglio. ( … ) “ ( 5 luglio 2004 )*

“ ( … ) Ora che infuria il toto-ministri gli appetiti si scatenano e si fanno avanti le verginelle che lo farebbero solo per senso del dovere, oppure perché lo chiede il Paese, oppure perché glielo chiede la zia o la nonna. Se non fossi preoccupato per l’immagine che sta dando il Governo mi verrebbe da ridere. ( … ) “ ( 15 luglio 2004 )*

* Ministro per le riforme del secondo governo dell’egoarca, senatore della Repubblica Italiana Roberto Calderoli.

discussione chiusa  condividi pdf

 gp    - 31-07-2004
A questo florilègio di citazioni "calderolesche" aggiungerei quella del controllore di volo (nonché primo segretario del ministro delle Riforme) Speroni il quale - commentando in Tv la bocciatura (ad opera della Corte Costituzionale) di alcune parti della Bossi-Fini - ha affermato: "Se la legge non è conforme alla Costituzione vorrà dire che renderemo la Costituzione conforme alla legge".