Modelli da far circolare
Anita - 06-04-2004
Per docenti e genitori: li abbiamo ricevuti a scuola e li giro: posso essere utili. Ciao e buone vacanze!
[Qui i modelli in formato .rtf : - red]

................................................................................................


BOZZA DI DELIBERA DEL COLLEGIO DEI DOCENTI SU ADOZIONE CRITERI PER INDIVIDUAZIONE TUTOR


Il Collegio dei Docenti del Circolo didattico / Istituto Comprensivo / Scuola media statale ………………………………., nella seduta del…………………., con all’o.d.g. l’individuazione dei criteri per il conferimento della funzione tutoriale,

Vista la legge n°53 del 28 marzo 2003;
Viste le disposizioni contenute nel Decreto legislativo sulla definizione delle norme generali relative alla scuola dell’infanzia e al primo ciclo dell’Istruzione, approvato il 23 gennaio 2004,
Visti gli artt. 24, 25, 27 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro,
Visti gli artt. 3,4,5,6 del DPR 275/ 99, Regolamento in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, che attribuisce alle istituzioni scolastiche autonomia nella definizione dei tempi dell’insegnamento e dello svolgimento delle singole discipline e attività, nell’impiego dei docenti e nelle modalità organizzative coerenti con il Piano dell’Offerta Formativa;
Vista la CM n.29 del 5 marzo 2004
Considerati i bisogni formativi degli alunni che frequentano la scuola, che è inserita in un contesto territoriale ……………………………………………… ;
Tenuto conto dei vincoli e delle risorse degli allegati al Decreto citato,

ESPRIME
parere contrario all’attivazione della figura del tutor in quanto lesiva della pari dignità professionale dei docenti ed in contrasto con la dimensione cooperativa e collegiale del lavoro nella scuola.

CONSIDERATO
- che il contratto nazionale di lavoro definisce in modo unitario la funzione docente e considera di competenza di ogni insegnante i compiti affidati dal Dlgs approvato il 23/1/04 alla funzione tutoriale (assistenza tutoriale gli alunni, rapporto con le famiglie, orientamento, cura della documentazione, coordinamento delle attività didattiche ed educative);
- che è prerogativa delle istituzioni scolastiche autonome adottare le forme più efficaci di organizzazione didattica e professionale delle attività per assicurare lo svolgimento dei suddetti compiti e funzioni

DELIBERA
di non indicare alcun criterio per l’individuazione del docente cui assegnare la funzione tutoriale e di affidare ai Consigli di classe/team docente, nella loro collegialità, la progettazione e l’attuazione delle attività previste dall’art.7 comma 5 del citato decreto legislativo.
L’espressione di voto favorevole alla presente delibera vale anche come dichiarazione di diniego a fronte di un eventuale conferimento della funzione tutoriale da parte del dirigente scolastico.

APPROVATO ……….


................................................................................................


Scuola elementare

Al Dirigente Scolastico

Noi sottoscritti genitori

ESPRIMIAMO forti preoccupazioni rispetto alle modalità con cui dal prossimo anno scolastico 2004/2005 potrà essere organizzato il tempo scuola.

VALUTIAMO positivamente la modalità (qualitative e quantitative) di organizzazione del tempo scuola adottate fino all’anno in corso da questa scuola ed

ESPRIMIAMO il timore che l’organizzazione prevista dal primo D.L.vo di attuazione della L. 53/03 possa provocare un peggioramento della qualità dell’apprendimento.

Pertanto, nell’ambito dell’autonomia scolastica (DPR /99) e al fine di mantenere l’offerta formativa garantita nel presente anno scolastico (orario, insegnamenti, attività) ESPRIMIAMO LA NOSTRA SCELTA chiedendo al Collegio Docenti e al Consiglio di Circolo di NON SCOMPORRE IL TEMPO SCUOLA e quindi l’impegno a CONFERMARE E ATTUARE i seguenti modelli di scuola:

- TEMPO PIENO (2 insegnanti su una classe, contitolarità, 40 ore settimanali con 4 ore di compresenza)
- MODULO (3 insegnanti su due classi, contitolarità, 30 ore settimanali)

Intanto chiediamo per il nostro figlio la conferma dell’iscrizione nel:

 TEMPO PIENO (2 insegnanti su una classe, contitolarità, 40 ore settimanali con 4 ore di compresenza)
 MODULO (3 insegnanti su due classi, contitolarità, 30 ore settimanali)
Siamo certi che Lei comprenderà la nostra preoccupazione e sin da ora ci rendiamo disponibili a collaborare, nelle forme che riterrà opportune, per realizzare una scuola di qualità nell’interesse superiore dei bambini.

Cognome Nome

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Firma

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -



................................................................................................



Scuola media


Al Dirigente Scolastico

Noi sottoscritti genitori ESPRIMIAMO forti preoccupazioni rispetto alle modalità con cui dal prossimo anno scolastico 2004/2005 potrà essere organizzato il tempo scuola.

VALUTIAMO positivamente la modalità (qualitative e quantitative) di organizzazione del tempo scuola adottate fino all’anno in corso da questa scuola ed

ESPRIMIAMO il timore che l’organizzazione prevista dal primo D.L.vo di attuazione della L. 53/03 possa provocare un peggioramento della qualità dell’apprendimento.

Pertanto, nell’ambito dell’autonomia scolastica (DPR /99) e al fine di mantenere l’offerta formativa garantita nel presente anno scolastico (orario, insegnamenti, attività) ESPRIMIAMO LA NOSTRA SCELTA chiedendo al Collegio Docenti e al Consiglio di Circolo di NON SCOMPORRE IL TEMPO SCUOLA e quindi l’impegno a CONFERMARE E ATTUARE i seguenti modelli di scuola:

- TEMPO NORMALE (30 ore di lezione, contitolarità di tutti gli insegnanti, stesso orario per tutti i ragazzi, stessa organizzazione oraria dell’anno precedente)
- TEMPO PROLUNGATO (36 ore di lezione, contitolarità di tutti gli insegnanti, 4 ore di compresenza, stessa organizzazione oraria prevista nella scuola nell’anno precedente per quanto riguarda mense e laboratori)
- TEMPO SPERIMENTALE (33 ore di lezione, contitolarità di tutti gli insegnanti)

Intanto chiediamo per il nostro figlio la conferma dell’iscrizione nel:

 TEMPO NORMALE (30 ore di lezione, contitolarità di tutti gli insegnanti, stesso orario per tutti i ragazzi, stessa organizzazione oraria dell’anno precedente)
 TEMPO PROLUNGATO (36 ore di lezione, contitolarità di tutti gli insegnanti, 4 ore di compresenza, stessa organizzazione oraria prevista nella scuola nell’anno precedente per quanto riguarda mense e laboratori)
 TEMPO SPERIMENTALE (33 ore di lezione, contitolarità di tutti gli insegnanti)

Siamo certi che Lei comprenderà la nostra preoccupazione e sin da ora ci rendiamo disponibili a collaborare, nelle forme che riterrà opportune, per realizzare una scuola di qualità nell’interesse superiore dei bambini.

Cognome Nome

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Firma

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -



interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf