breve di cronaca
Prozac e bambini
Corriere.it - 22-03-2004

ROMA - Nuovo allarme sull'uso degli antidepressivi: sta aumentando in modo preoccupante nei bambini e soprattutto negli adolescenti italiani, tanto che le prescrizioni di questi farmaci si sono più che quadruplicate dal 2000 al 2002. A segnalare il fenomeno, sul British Medical Journal, sono i ricercatori del Laboratorio materno-infantile dell'istituto di ricerche farmacologiche «Mario Negri» di Milano. I ricercatori, coordinati dal medico Antonio Clavenna, rilevano che ad essersi impennate sono soprattutto le prescrizioni dei farmaci antidepressivi di nuova generazione, ossia gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (Ssri), alla cui classe appartiene il Prozac.

LE PRESCRIZIONI - Dal 2000 al 2002 le prescrizioni di farmaci di questo tipo sono aumentate di 4,5 volte, sulla base dei dati rilevati dalla banca dati Arno, che raccoglie i dati relativi alle ricette dispensate nelle farmacie di 26 Asl. Complessivamente sono state analizzate le prescrizioni fatte nel 2002 ad oltre 568.000 bambini e adolescenti con meno di 18 anni. Di questi, 1.600 hanno ricevuto almeno un antidepressivo. Alla maggior parte di essi (1.200) è stato prescritto un farmaco di nuovo tipo (Ssri) e a 297 un farmaco della classe più vecchia dei triciclici, considerati meno sicuri per i loro effetti collaterali.



Segnalato da Rolando Borzetti, che ci propone di leggere anche:
Usa, Prozac anche ai bambini, da Repubblica
e
Via al Prozac ai bambini, da Superabile



discussione chiusa  condividi pdf