Bellezza e non miserie
ilaria ricciotti - 12-09-2003
Non penso
a tutte le miserie
ma alla bellezza
che ancora
rimane.
Anna Frank (1929-1945)



Se alle miserie dovessimo pensare
non ci rimarrebbe altro che andare...

Andare per altri prati ed altre sponde
dove tutto è verde e calme son le onde.

Alcuni individui sono talmente spregiudicati
che ingannano persino chi magari prima li ha amati.

Praticano talmente bene numerose abilità
ogni loro esternazione la sanno ad hoc raggirar.

Offendere è, tra tutte, la loro migliore qualità
che i molti " fessi" non vorranno mai imitar.


Ma la bellezza delle cose durature ed importanti
non sta di certo nelle miserie di questi lestofanti.

Lestofanti che hanno il coraggio di essere scansonati
tanto che se li riprendi non abbassano i toni alterati.

Al contrarario, dicono che loro non hanno chiodi fissi
che loro sono puri, scherzosi e non rigidi infissi.

Ma la storia che giudica tutti quanti
dirà chi sono i "belli" e chi i "nefandi".

"La bellezza, la virtù e l'onestà"
non le puoi comprare, ce le hai nel tuo DNA.


Al contrario, le miserie
son possedute tutte in serie.


Perciò "fessi" di tutto il mondo facciamoci coraggio
che, come dice il proverbio:
" Dopo aprile viene Maggio"

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf