La scuola, luogo o non luogo? La scuola diffusa, provocazione o utopia?
Giuseppe Campagnoli - 19-11-2016
Per Adolf Loos quando un uomo incontra in un bosco un tumulo di terra che segnala una trasformazione "poetica" della natura a opera dell'uomo quella è architettura. Il locus è un concetto ben più profondo del luogo. Esso è un concentrato di significati d'uso, di memoria, di racconti, di amore... Anche la scuola dovrebbe essere un locus: uno spazio pieno di storia e di poesia, senza tempo e senza artifici.

Dall'Italia una idea rivoluzionaria tra architettura ed educazione.

Giuseppe Campagnoli
Architetto ed esperto di scuola
.


discussione chiusa  condividi pdf